I figli di Berlusconi che guidano le sue aziende

Pubblicato il 10 giugno 2016 da redazione

Pier Silvio e Marina Berlusconi

Pier Silvio e Marina Berlusconi

MILANO. – Nel segno di Silvio ma ognuno con la sua impronta. Questa è la cifra impressa alla galassia Berlusconi da quando nel 1994 il capostipite è entrato in politica lasciando tutte le cariche sociali che ricopriva nelle sue imprese e i figli ne hanno raccolto il testimone: Marina la primogenita in Fininvest e Mondadori, Pier Silvio in Mediaset e Barbara nel Milan.

Nel suo solco ma cercando anche nuove vie, come l’asse con il gruppo di Vincent Bollorè in una dimensione più internazionale. Marina, la figlia maggiore, guida Fininvest già dal 2005, dopo la scomparsa di Aldo Bonomo e il passo indietro di Confalonieri. Una scelta per molti versi attesa e un segnale di continuità al vertice del gruppo del Biscione.

I passaggi importanti del suo ‘governo’ sono stati nel 1998 l’opposizione alla vendita del gruppo televisivo a Rupert Murdoch, la cessione della Standa e l’uscita dal settore immobiliare, con una redditività del gruppo in crescita.

Nel 2003, alla scomparsa di Leonardo Mondadori assume la presidenza della casa editrice. E’ anche questo un segnale forte della famiglia Berlusconi anche se l’azienda di Segrate è da sempre in mano ai manager, Maurizio Costa prima ed Ernesto Mauri poi.

Il 2013 è l’anno della svolta, Mondadori risanata guarda allo sviluppo e mette a segno nel 2016 due operazioni importanti, l’acquisizione dei libri Rizzoli e di Banzai Media.

In Mediaset il cambio della guardia avviene di fatto ormai 16 anni fa, nel 2000 quando Pier Silvio Berlusconi, il secondogenito, diventa vicepresidente. In questi anni è quasi raddoppiato il fatturato (da circa 2.364 milioni di euro a 3.524 milioni nel 2015) ma soprattutto da televisione con tre reti è stata trasformata in una vera media company.

Pier Silvio si è guadagnato sul campo la leadership dimostrando, si dice nei corridoi di Cologno Monzese, al di fuori del cognome che porta il coraggio e la capacità di investire. Ultimo atto l’alleanza con Vivendi per lanciare la sfida agli ‘over the top’ americani.

Quella con Bollorè è un amicizia nata ai tempi in cui Silvio Berlusconi era presidente del Consiglio, quasi un’altra Italia ma la stima e l’amicizia, dicono in ambienti finanziari, sono rimaste. Non è un disimpegno della famiglia Berlusconi dai media, “assolutamente no! Tutt’altro, la volontà è quella di investire e spingere: è il primo passo verso un’apertura europea” ha detto Pier Silvio nei giorni dell’accordo.

Ultima ora

16:07Incendi: fiamme in Valle di Susa, evacuate alcune borgate

(ANSA) - TORINO, 22 OTT - Un incendio è divampato a Bussoleno, in Valle di Susa, nella frazione Campo Benetton. Le fiamme hanno raggiunto i 1.900 metri di quota, bruciando un centinaio di ettari di vegetazione. I vigili del fuoco, impegnati a domare il rogo, anche con l'ausilio di due canadair, hanno evacuato alcune borgate e tratto in salvo un'anziana da un casolare di Chianocco. La donna è stata prelevata dalla sua abitazione e portata via su un'auto dei carabinieri, costretta ad attraversare la strada in fiamme. Sul posto anche i carabinieri forestali di Bussoleno, impegnati a verificare l'eventuale presenza negli alpeggi della zona di allevatori. Ancora da stabilire le cause dell'incendio, alimentato dal forte vento.(ANSA).

16:01Calcio: Milan-Genoa, Bonucci espulso con la Var

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - La prima volta di un cartellino rosso deciso dalla Var costa l'espulsione a Leonardo Bonucci. Il capitano del Milan è stato sanzionato al 23' pt dall'arbitro Giacomelli per una gomitata, inizialmente non vista, nell'area del Genoa al difensore rossoblu Aleandro Rosi.

15:58Renzi, spero sia scelto migliore, se vogliono Visco facciano

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - "Nella mozione Pd c'è un giudizio sul passato, ma per il futuro sceglierà Gentiloni. Io non ho nomi. Ho un profilo: vorrei che chiunque fosse scelto sia il migliore o la migliore possibile". Lo dice il segretario del Pd Matteo Renzi, ospite di "1/2h in più". "Volete nominare Visco? Fatelo. Volete nominare un altro? Fatelo. Ma il giudizio su quanto accaduto deve essere il più laico possibile", sottolinea.

15:57Bankitalia: Renzi, rivendico sia merito che metodo

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - "Sia nel merito che nel metodo rivendico quanto fatto" con la mozione Pd su Bankitalia. Lo dice il segretario del Pd Matteo Renzi, ospite di "1/2h in più".

15:52Gb: all’asta l’ultimo quadro dipinto da Winston Churchill

(ANSA) - LONDRA, 22 OTT - Va all'asta l'ultimo dipinto realizzato da Winston Churchill: lo annuncia l'agenzia Pa citando un dirigente della celebre casa d'aste Sotheby's. L'opera, raro esempio d'arte 'astratta' nella produzione di sir Winston, s'intitola 'The Goldfish Pool At Chartwell'. Fu completata nel 1962 e donata poco prima della morte del primo ministro britannico della Vittoria (nel '65) al sergente Edmund Murray, sua storica guardia del corpo. Rievoca il luogo che Churchill definì "il più speciale al mondo" per rilassarsi durante la II guerra mondiale. Stando alle previsioni, dovrebbe essere aggiudicata per una cifra attorno alle 80.000 sterline, circa 90.000 euro. Pittore dilettante quanto prolifico, oltre che statista, storico, giornalista e premio Nobel per la letteratura, Churchill dipinse in un quarantennio - dopo essersi appassionato all'hobby del pennello a partire dagli anni '20, come strumento per uscire dalla depressione in un momento politico e personale buio - 544 fra acquerelli e altre opere.

15:38Catalogna: Dastis,molte immagini violenza polizia sono false

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - "Finora, molte delle immagini diffuse sono dei fake, se c'è stato uso della forza da parte della polizia è stato limitato e comunque rispettava le disposizioni delle autorità" per il rispetto della legge. Lo ha detto il ministro degli Esteri spagnolo Alfonso Dastis alla Bbc, rispondendo ad una domanda sulla violenza della polizia il primo ottobre in Catalogna, durante le operazioni di voto del referendum indipendentista. "Se c'è stato uso della forza, e alcune immagini in effetti lo testimoniano, non è stato deliberato, ma è stato provocato", ha aggiunto Dastis.

15:36Namibia: rivincita del rinoceronte, azzoppato un bracconiere

(ANSA) - IL CAIRO, 22 OTT - Un cacciatore di frodo ha avuto la peggio in una battuta al rinoceronte in un parco nazionale del nord della Namibia: è stato gravemente ferito ad una gamba dall'animale e poi arrestato. La vittoria del rinoceronte sul suo persecutore consumatasi nell'Etosha National Park è stata descritta dal sito del quotidiano "The Namibian" basandosi su informazioni della polizia di Kunene. L'uomo, Luteni Muharukua, di età imprecisata, era penetrato nel parco assieme ad altri bracconieri per cacciare rinoceronti. Mentre erano sulle tracce di un esemplare, l'altrimenti mansueto mammifero è "sbucato dal nulla e ha caricato" i criminali: nella fuga, Muharukua è caduto e il rinoceronte "lo ha gravemente ferito alla gamba". A minacciare l'esistenza di questi animali imponenti ma "dall'indole pacifica" è il commercio di corni che ha causato la morte della metà dei rinoceronti durante gli anni Settanta.

Archivio Ultima ora