Di Maio sfida Renzi, se perde a casa

Pubblicato il 10 giugno 2016 da redazione

Foto Lo Debole/Bianchi/LaPresse 16-05-2016 Politica Conferenza stampa 'restitution day: 100 defibrillatori per i  toscani' donati dai consiglieri regionali del Movimento 5 stelle ad associazioni sportive, scuole, palestre.  Nella foto: luigi di maio Photo Lo Debole/Bianchi/LaPresse 16-05-2016 Politics Press Conference 'restitution day: 100 defibrillators for Tuscan 'donated by the regional directors of the Movement 5 stars to sports clubs, schools, gyms In The Pic luigi di maio In the pic: luigi di maio

Foto Lo Debole/Bianchi/LaPresse
16-05-2016
Politica
Conferenza stampa ‘restitution day: 100 defibrillatori per i toscani’ donati dai consiglieri regionali del Movimento 5 stelle ad associazioni sportive, scuole, palestre.
Nella foto: luigi di maio
Photo Lo Debole/Bianchi/LaPresse
16-05-2016
Politics
Press Conference ‘restitution day: 100 defibrillators for Tuscan ‘donated by the regional directors of the Movement 5 stars to sports clubs, schools, gyms
In The Pic luigi di maio
In the pic: luigi di maio

ROMA. – E’ tutto pronto per la “volata finale” della campagna elettorale dei 5 Stelle in vista del ballottaggio. L’esercito degli eletti si è distribuito in lungo e largo per l’Italia per sostenere i candidati M5s in tutti e 20 i comuni in cui sono arrivati al ballottaggio.

Un tour de force che sopporteranno con le loro forze: Beppe Grillo non è infatti previsto in nessuna delle piazze che verranno allestite per i comizi elettorali, con Luigi Di Maio e, soprattutto, Alessandro Di Battista, praticamente onnipresente.

I 5 Stelle intendono quindi replicare la formula del primo turno che ha portato a risultati inaspettati dallo stesso Movimento che, per la prima volta, si è mosso libero dal cofondatore. Un effetto ‘rottamazione’ dei leader che sembra dilagare trasversalmente tra i partiti e che sta portando l’attuale frontman del Movimento, Luigi Di Maio, a muoversi sempre più come il portavoce ufficiale del M5s.

E’ Di Maio, infatti, che lancia la sfida a Matteo Renzi. “Se queste elezioni dovessero andare male per il governo, il Pd e Renzi dovranno starci a sentire. Se non lo faranno se ne vadano a casa” avverte il vicepresidente M5s della Camera al Tg3 alzando l’asticella dello scontro con il Pd.

E dettando le condizioni per la sopravvivenza del governo: “dovranno approvare un reddito di cittadinanza per i dieci milioni di italiani in difficoltà e una seria legge anticorruzione”. Un monito che assomiglia una chiamata alle armi rivolto ad un bacino di elettori diverso da quello che ha votato per il centrodestra. E che il M5s sente di poter convogliare in un’ottica anti-renziana.

“Parliamo con gli elettori del centrodestra come con quelli delle altre forze politiche. Non daremo indicazioni di voto ma crediamo che si debba andare a votare” aggiunge per cercare anche di arginare quell’astensionismo che in genere favorisce il centrosinistra.

Il centrodestra in ogni caso continua il corteggiamento: anche Roberto Maroni esprime la sua “simpatia” per i pentastellati ma non è il solo. A Milano anche Beppe Sala corteggia i ‘grillini’: “da un’attenta analisi dei nostri programmi elettorali emergono con chiarezza molti temi di impegno comune” assicura.

Intanto il definitivo cambio di passo del Movimento si evidenzia sempre di più nella conduzione politica del Movimento e nella gestione del blog dove la comunicazione è affidata direttamente agli eletti. Anche la partenza del “Cambiamotuttotour” viene annunciata con un post dei 5 componenti del direttorio.

“Saremo presenti assieme ai nostri candidati sindaci con portavoce nazionali, europei e regionali” annunciano Di Maio, Di Battista, Fico, Ruocco e Sibilia. Il tour si concluderà venerdì 17 giugno a Ostia dove sono previsti in piazza accanto a Virginia Raggi, Luigi Di Maio e Alessandro Di Battista.

Grillo non è previsto a meno di una decisione a sorpresa dell’ultimo minuto. La tentazione potrebbe esserci: Ostia è il municipio travolto da Mafia Capitale e dove i pentastellati hanno avuto il record di consensi.

(Di Francesca Chiri/ANSA)

Ultima ora

10:06Gambia: ultimatum a Jammeh, lascia o intervento truppe

(ANSA) - DAKAR, 20 GEN - Il presidente sconfitto del Gambia, Yahya Jammeh, dovrà lasciare il Paese di sua spontanea volontà entro mezzogiorno ora locale (le 13:00 in Italia) o sarà costretto ad andarsene con la forza: lo ha detto Marcel Alain de Souza, presidente dell'Ecowas, l'organizzazione che raggruppa i Paesi dell'Africa occidentale. Le truppe dell'Ecowas sono entrate in Gambia ieri sera, dopo il giuramento del presidente eletto Adama Barrow nell'ambasciata gambiana del vicino Senegal.

09:23Trump: viaggio e’ iniziato, voglio cambiamento reale

(ANSA) - NEW YORK, 20 GEN - "Il viaggio e' iniziato, e' iniziato 18 mesi fa. Quello che voglio e' un cambiamento reale": cosi' Donald Trump intervenendo nel corso del concerto inaugurale. "Voglio unire il Paese e fare l'America di nuovo grande. Grande per tutti".

08:44Messico: ‘El Chapo’ estradato in Usa, in volo per NY

(ANSA) - CITTA' DEL MESSICO, 20 GEN - Joaquin 'El Chapo' Guzman, ex signore della droga messicano, è stato estradato verso gli Usa dove deve rispondere di accuse legate al narcotraffico. Lo ha annunciato il governo messicano, che lo ha trasferito all'aeroporto di Ciudad Juarez, dove è stato preso in consegna da agenti Usa. Funzionari statunitensi hanno confermato che l'ex capo del cartello di Sinaloa è atterrato in un aeroporto di periferia, dove lo aspettava una colonna di suv per portarlo via. Passerà la notte in una prigione di New York, prima della comparizione prevista oggi in un tribunale federale di Brooklyn. L'ex boss dei narcos si è reso protagonista di due arresti e altrettante fughe avventurose, fino a quando non è stato preso per la terza volta.

00:40Ovazione per Trump a concerto inaugurale

(ANSA) - NEW YORK, 19 GEN - Ovazione per Donald TRump all'ingresso al Lincoln Memorial, dove è in corso il concerto per l'inaugurazione. Dal pubblico si è alzato il coro 'Trump, Trump'. Il presidente eletto è arrivato mano nella mano con Melania al Lincoln Memorial. Un ingresso sulle note dei Rolling Stones, 'Heart of Stone'. Trump e Melania, sorridenti, hanno salutato il pubblico e hanno preso posto nel palco d'onore, in prima fila a fianco a Ivanka e Jared Kushner.

22:39Moda: Pitti Bimbo, Trussardi Junior partner di Brave Kid

(ANSA) - FIRENZE, 19 GEN - Debutta oggi a Pitti Bimbo 84 la prima collezione Trussardi Junior prodotta e distribuita in licenza mondiale da Brave Kid, azienda del gruppo Otb di Renzo Rosso. "Abbiamo trovato in Brave Kid il partner ideale in grado di rappresentare al meglio i valori Trussardi nell'ambito del kidswear", dice Tomaso Trussardi, Ad del gruppo. La collezione, da 4 a 14 anni, propone una versione mignon dei codici di stile dell'azienda fondata a Bergamo nel 1911: dettagli con l'iconico levrieo, stampe floreali, loghi all over. E' un total look completo, con cappottino, bomber in pelle, piumini bi-color, completi di felpa, gilet, giubboni di nylon, T-shirts.

22:11Poliziotto cede mitraglietta a pregiudicato, due in carcere

(ANSA) - LECCE, 19 GEN - Un poliziotto in servizio alla Questura di Lecce è stato sottoposto a fermo di polizia giudiziaria, trasferito in carcere e sospeso dal servizio per aver rubato un'arma da guerra, una pistola mitraglietta Beretta M12, custodita nell'armeria della Questura, cedendola ad un pregiudicato di Merine, frazione di Lizzanello (Lecce), arrestato per detenzione illegale di arma da guerra. La mancanza dell'arma è stata scoperta durante una verifica in armeria e l'indagine interna è scattata immediatamente. L'agente sospettato ha subito ammesso le proprie responsabilità e di aver ceduto l'arma ad un pregiudicato di Merine, nella cui abitazione è stata trovata. Il poliziotto dovrà rispondere di furto e detenzione illegale di arma da guerra. Il questore di Lecce, Pierluigi D'Angelo: "E' un episodio di estrema gravità che ci addolora profondamente, ma è significativo che a portarla alla luce ed a sventare il tentativo siano stati altri poliziotti e che la struttura sia stata in grado di reagire tempestivamente".

22:11Polemica su spettacolo transgender, Arcigay invita assessore

(ANSA) - VENEZIA, 19 GEN - Ha scatenato una polemica in Veneto la programmazione il 7 marzo prossimo al teatro Astra di Vicenza dello spettacolo "Fa'afafine-Mi chiamo Alex e sono un dinosauro", lavoro del regista siciliano Giuliano Scarpinato il quale racconta la storia di un bambino che non ha ancora deciso se essere maschio o femmina, o meglio, vorrebbe essere tutti e due. L'Arcigay di Vicenza ha ringraziato l'assessore regionale veneto Elena Donazzan (Fi), che ieri aveva inviato una lettera al ministro dell'istruzione, Valeria Fedeli, chiedendole di non consentire alle scuole di proporre lo spettacolo sul bambino transgender. "Ringraziamo l'assessore regionale Elena Donazzan per la notevole visibilità offerta a "Fa'afafine-Mi chiamo Alex e sono un dinosauro'" scrive l'Arcigay, che invita l'esponente regionale a vedere assieme lo spettacolo, disposto ad offrirle il biglietto di ingresso. (ANSA).

Archivio Ultima ora