La città di Orlando ferita, fra tristezza e incredulità

Pubblicato il 13 giugno 2016 da redazione

A sign and flowers lie on the ground outside the US Embassy during a vigil for those killed and wounded in the Sunday June 12, 2016 mass shooting at a gay nightclub in Orlando, Florida, in Bangkok, Thailand, Monday, June 13, 2016.

A sign and flowers lie on the ground outside the US Embassy during a vigil for those killed and wounded in the Sunday June 12, 2016 mass shooting at a gay nightclub in Orlando, Florida, in Bangkok, Thailand, Monday, June 13, 2016.

ORLANDO. – Una città ferita, incredula per il suo ”11 settembre”. A Orlando regna il silenzio, un silenzio rumoroso, di dolore. Allo strazio delle famiglie accampate per ore vicino agli ospedali in attesa di notizie centellinate delle autorità si accompagna il dolore della comunità gay, colpita al cuore, in uno dei locali più famosi della città.

L’area dove il killer Omar Mateen ha colpito è completamente chiusa, presidiata dalle forze dell’ordine: la polizia e l’Fbi continuano a lavorare ininterrottamente, a raccogliere prove e cercare una spiegazione per la sparatoria più sanguinosa della storia d’America.

Nei bar gay, a 24 ore dalla strage, si respira un’aria sommessa, di paura. Molti indossano la maglietta del Pulse in ricordo delle vittime. Al Savoy, locale gay vicino a downtown Orlando, il tono di voce è basso: poche persone nel locale che discutono dei fatti recenti. Il morale è a terra.

Alle 2.00 del mattino, a 24 ore esatte dall’attacco, piccoli gruppi di persone di radunano per onorare le vittime: anche loro sarebbero potuti essere al Pulse nella notte fra sabato e domenica, ma l’hanno scampata.

In onore delle vittime la ruota di Orlando si tinge dei colori dell’arcobaleno. Colori che caratterizzano tutti coloro, curiosi e non, che si affacciano nei pressi del luogo della strage, al 1912 S. Orange Avenue di Orlando, sede del Pulse.

”Sono devastata” afferma Barbara Poma, la proprietaria italo-americana del locale, aperto 15 anni fa in memoria del fratello morto di Aids. ”E’ un altro 11 settembre” commenta John, un ragazzo di 30 anni.

”Abbiamo fatto la storia, ma non in modo positivo” sono le parole di un giovane afroamericano che, accompagnato da una ragazza ispanica, distribuisce bottigliette d’acqua.

La catena del volontariato si è subito messa in moto: oltre alle file per donare il sangue, acqua e ghiaccio – essenziali per combattere l’elevata temperatura e l’umidità – arrivano da chi abita vicino all’area della strage, ma anche da chi vuole fare la sua parte e cercare di dare aiuto in un momento di difficoltà’ per la città.

”Una mia amica mi ha detto che serviva del ghiaccio, ne ho quattro buste. Dove posso lasciarle?”, chiede una donna all’agente di polizia che l’ha fermata perché si stava avvicinando senza permessi al luogo dell’incidente.

(dell’inviata Serena Di Ronza/ANSA)

Ultima ora

11:29Fondi rappresentanza Durnwalder, attesa sentenza appello

(ANSA) - BOLZANO, 30 MAG - E' attesa in giornata in tribunale a Bolzano la sentenza del processo d'appello sui fondi di rappresentanza dell'ex governatore altoatesino Luis Durnwalder. In prima istanza era stato assolto dall'accusa di peculato, ieri il pm ha chiesto una condanna a due anni e mezzo. "Ho amministrato questa provincia sempre rispettando le leggi e sempre con il buonsenso", ha detto questa mattina l'ex presidente durante una dichiarazione spontanea in tribunale. "E' incomprensibile per me che ora, che sono andato via, tutto sarebbe stato sbagliato. Casomai lo potevano dire prima", ha aggiunto. Durnwalder ha difeso i contributi dati da lui "a qualche associazione di volontariato, a qualche vedova e a qualche bambino in difficoltà". "Ci sono - ha aggiunto - casi singoli dove la legge non arriva, dove uno deve dare un segnale di solidarietà. L'ho fatto perché la mia amministrazione non si è mai basata esclusivamente sulle parole, ma ha sempre agito anche con il cuore", ha concluso l'ex governatore.

11:21Calcio: Berlusconi, contro Real Madrid ‘forza Juventus’

(ANSA) - MILANO, 30 MAG - "Io per antica educazione voluta da mio padre ho sempre tifato Inter quando era impegnata con altre squadre o in match internazionali. E la stessa cosa farò, sapendo di suscitare dispiacere a qualcuno, con la Juventus che incontrerà il Real Madrid. Forza Juventus". Così Silvio Berlusconi prima di ricevere il premio Rosa Camuna insieme a Massimo Moratti da parte del presidente della Lombardia, Roberto Maroni.

11:18L.elettorale: Berlusconi, fosse per me sbarramento 8%

(ANSA) - MILANO, 30 MAG - Alcuni giornali "hanno sostenuto che Berlusconi è in disaccordo con la soglia di sbarramento del 5 per cento: è esattamente il contrario, fosse per me la porterei all'8 per cento": lo ha detto stamani Silvio Berlusconi alla cerimonia per la consegna della Rosa camuna in Regione Lombardia.

11:18Alfano, impazienza Pd costerà miliardi all’Italia

(ANSA) - ROMA, 30 MAG - "In questo momento così delicato non si vota per la legge elettorale, ma si vota lo scioglimento delle Camere e io non capisco l'impazienza del Pd di portare l'Italia al voto tre o quattro mesi prima in piena legge di stabilità. Rivolgo un appello al Pd prima della loro Direzione: pensino all'Italia e al danno che questa impazienza di rientrare a Palazzo può fare all'economia". Lo ha detto il ministro degli Esteri Angelino Alfano, a margine di una conferenza alla Farnesina.

11:11Quindicenne uccide coetaneo e si costituisce a carabinieri

(ANSA) - MILETO (VIBO VALENTIA), 30 MAG - Un quindicenne è stato arrestato la notte scorsa dai carabinieri di Mileto per l'omicidio di un suo coetaneo, F.P.L., avvenuto nella tarda serata di ieri in località Calabrò. La vittima sarebbe stata uccisa con un colpo di pistola al culmine di una lite. Dopo il delitto il ragazzino si è costituito in caserma indicando il luogo del ritrovamento del cadavere. Al momento non è stato ancora chiarito il movente del delitto. Il giovane, assistito dai suoi legali, è attualmente sotto interrogatorio. Il padre ed i fratelli dell'autore del delitto sono stati arrestati nell'operazione Stammer condotta nel gennaio scorso dalla Guardia di finanza di Catanzaro, coordinata dalla Dda, contro un narcotraffico gestito dalle cosche di 'ndrangheta del vibonese. Al momento, secondo quel poco che è trapelato, il delitto non sarebbe comunque legato a vicende criminali.

11:08Calcio: Milan, visite mediche per Kessie

(ANSA) - MILANO, 30 MAG - Giornata di visite mediche per Franck Kessie, il centrocampista ivoriano in procinto di trasferirsi dall'Atalanta al Milan. Verso le 9 Kessie si è presentato alla clinica La Madonnina, nel centro di Milano, per sostenere i consueti controlli medici, poi domani sono previsti i test atletici a Milanello, ultimo step prima della firma del contratto con il club rossonero.

11:02Ragazzina incastrata sotto tram, piede amputato

(ANSA) - MILANO, 30 MAG - Una bambina di 12 anni ha riportato l'amputazione di un piede dopo essere stata colpita da un tram all'angolo tra via Duprè e via Mac Mahon, a Milano. E' accaduto pochi minuti prima delle 8, secondo quanto ricostruito finora la ragazzina stava attraversando l'incrocio al di fuori delle strisce pedonali quando è rimasta incastrata col piede sotto il tram che arrivava a velocità molto ridotta. L'Atm ha infatti comunicato che il conducente è riuscito a frenare in soli 3-4 metri. La prontezza dell'autista non ha evitato l'impatto e la 12enne è stata trasportata in condizioni gravi al Niguarda. Il 118 ha riferito che ha subito l'amputazione dell'arto. L'autista 35enne, invece, è stato accompagnato all'ospedale Sacco in stato di choc.

Archivio Ultima ora