Doping: Malagò, su caso Fuentes Coni farà sua parte

(ANSA) – ROMA, 14 GIU – “L’Operacion Puerto? Nessuno può dire che il Coni non sia stato corretto e coerente”. Lo ha detto il presidente del Coni, Giovanni Malagò, commentando a margine della Giunta nazionale di oggi gli ultimi sviluppi della vicenda che ruota attorno al dottor Eufemiano Fuentes. “Era doveroso costituirsi parte civile in questa vicenda. Ora faremo tutto quello che si potrà fare per dare un ulteriore elemento di chiarezza su queste sacche che non sono state distrutte”, ha chiarito il capo dello sport italiano. La Corte provinciale di Madrid ha infatti assolto il medico (condannato in primo grado ad un anno di carcere), ma ha anche ordinato che le 211 sacche di sangue vengano messe a disposizione della Federciclismo spagnola, della Wada, dell’Uci e del Coni, per poter essere analizzate e provvedere all’identificazione degli oltre 200 atleti coinvolti. “avremo la possibilità di fare la nostra parte – ha precisato Malagò -, ma posso fare solo un discorso di politica sportiva. Il caso è di competenza della Nado Italia”.

Condividi: