Torre piloti: vedova militare ottiene adozione bambina

Pubblicato il 14 giugno 2016 da ansa

(ANSA) – GENOVA, 14 GIU – La vedova di Marco De Candussio, il sottufficiale della Marina militare morto nel crollo della Torre piloti del porto di Genova (7 maggio 2013, 9 morti) causato dal cargo Jolly Nero in manovra, ha ottenuto l’adozione di una bambina. La coppia aveva in affido la piccola dal 2007, quando aveva otto mesi. L’adozione è arrivata nel luglio del 2014, 14 mesi dopo la morte di De Candussio, ma il fatto si è saputo oggi durante il processo per il crollo dell’edificio. Secondo l’avvocato Andrea Divano, che assiste la donna, “si tratta del primo caso del genere in Italia”. La signora Paola De Carli, vedova del militare, ha 40 anni: la coppia aveva già manifestato la volontà di adottarla. “Marco – ha detto la vedova – voleva che la adottassimo. Era affidata a noi da quando aveva otto mesi”. Per l’avvocato Divano “questa è l’unica buona notizia in una storia con tanta sofferenza”.

I commenti sono chiusi.

Ultima ora

18:02Siria: forze turche aprono terzo fronte su Afrin

(ANSAmed) - BEIRUT, 22 GEN - La Turchia e le milizie siriane sostenute da Ankara nel nord-ovest della Siria hanno aperto stamani un terzo fronte nell'offensiva di terra contro l'enclave curdo-siriana di Afrin. Lo riferiscono fonti sul terreno precisando che oltre alle due aree di operazioni, nel nord e nel nord-ovest, le truppe turche stanno conducendo azioni anche nell'area sud-occidentale del distretto di Afrin. L'azione di terra è accompagnata da un'intensa attività di artiglieria su zone controllate dall'ala siriana del Pkk ad Afrin.

18:00Scajola: mi sono interessato asilo Matacena, no reato

(ANSA) - REGGIO CALABRIA, 22 GEN - "Io non ho mai negato di essermi interessato a far ottenere l'asilo politico a Matacena, ma continuo a pensare che non sia un reato. Semmai una questione inopportuna, che non rifarei". A dirlo è stato Claudio Scajola parlando con i giornalisti in una pausa del processo in cui è imputato a Reggio Calabria per procurata inosservanza della pena in relazione alla latitanza dell'ex deputato di Fi Amedeo Matacena, condannato a 3 anni per concorso esterno in associazione mafiosa e adesso a Dubai. Nel corso dell'udienza è stata confermata la convocazione come teste per il prossimo 5 febbraio di Silvio Berlusconi. I giudici hanno poi ascoltato la testimonianza del funzionario ex Carige (banca di cui era vicepresidente un fratello di Scajola) Paolo Pippione, il quale ha confermato le pressioni dell'ex ministro affinché spostasse somme di danaro da Montecarlo a Nizza per favorire i coniugi Matacena, pressione alle quali Pippione ha sempre resistito dopo avere scoperto che Matacena era stato condannato.

18:00Tennis: Australia, la favorita Halep vola ai quarti

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - Tutto facile per Simona Halep negli ottavi di finale degli Open d'Australia di tennis. La romena n.1 del mondo si è qualificata per i quarti superando per 6-3 6-2 la giapponese Naomi Osaka. Avanza anche con un po' di fatica la ceca Karolina Pliskova (testa di serie n.6) che ha avuto bisogno di tre set per avere la meglio della connazionale Barbora Strycova (n.20): punteggio finale 6-7 (5-7) 6-3 6-2. Sono serviti tre set anche alla tedesca Angelique Kerber (n.21) per battere la taiwanese Su-Wei Hsieh. L'ex n.1 del mondo si è imposta per 4-6 7-5 6-2. Successo infine per 7-5 6-2 per la statunitense Madison Keys, finalista agli ultimi Us Open e testa di serie n.17, sulla francese Caroline Garcia (n.8 del seeding).

17:57Papa: su Barros ho usato parole errate,chiedo scusa

(ANSA) - AEREO PAPALE, 22 GEN - "La parola 'prova' è quella che mi ha tradito. Ho fatto confusione: non volevo parlare di 'prove', quanto di 'evidenze'. C'è molta gente abusata che non può avere prove, non le ha. Magari le ha, ma sente vergogna e soffre in silenzio". Così papa Francesco, durante il volo da Lima, ha risposto ai giornalisti sulle polemiche nate dalle sue dichiarazioni sul caso di Juan Barros, vescovo di Osorno (Cile) allievo dell'abusatore seriale Fernando Karadima. "Devo chiedere scusa - ha detto - perché la parola 'prova' ha ferito: ha ferito tanti abusati". Il Papa è tornato a Roma, come previsto alle 14.15 e prima di andare in Vaticano ha fatto tappa a Santa Maria Maggiore. "Sul vescovo Barros ho fatto una sola dichiarazione, a Iquique. In Cile ho denunciato gli abusi con molta forza, davanti al governo, nel discorso ai sacerdoti, ho detto cosa penso più profondamente sull'argomento. Sento di dover andare avanti con la tolleranza zero", ha sottolineato il Papa.

17:57Di Maio: per Gentiloni M5S senza numeri, ma è Pd fuori gioco

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - "Ma se Gentiloni si sente così sicuro da escludere un governo del MoVimento 5 Stelle, prima forza politica del Paese accreditata intorno al 30%, a maggior ragione considera impossibile un governo del suo partito, il Pd, ormai da tempo in caduta libera e che viaggia tra il 20 e il 22%. In sostanza Gentiloni, presidente del Consiglio del Pd e candidato con il Pd, ha messo fuori gioco il suo stesso partito." Lo scrive il candidato premier M5S Luigi Di Maio sul blog di Beppe Grillo. "Sembrerebbe un autogol, se invece questa sua uscita non rivelasse, inavvertitamente, le sue vere intenzioni: fare un accordo con Silvio Berlusconi il giorno dopo il 4 marzo", attacca Di Maio che ricorda: "Se le sue profezie sono come quelle di Fassino, che ricordiamo per aver detto "Grillo faccia un partito e vediamo quanti voti prende", non possiamo che essere contenti".

17:53Basket: rissa Bologna-Trento, tre giocatori squalificati

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - Una multa alla Segafredo Virtus Bologna e tre giocatori squalificati. Sono queste le decisioni del giudice sportivo della federbasket in merito alla rissa verificatasi ieri al 27' della partita di serie A fra la squadra emiliana e i vicecampioni d'Italia della Dolomiti Energia Trentino, che ha interrotto l'incontro per dieci minuti. Tre giornate di stop sono state inflitte ad Alessandro Gentile della Segafredo, due giornate al messicano della Dolomiti Jorge Ivan Gutierrez e una per un altro giocatore della Dolomiti Energia, Dominique Sutton. Sutton eviterà il turno di stop, come da regolamento, pagando un'ammenda di tremila euro. E a proposito di multe, Bologna pagherà 1.100 euro "per comportamenti atti a turbare il regolare svolgimento della gara (utilizzo fischietti) e per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri".

17:53Berlusconi, rispetteremo regola del 3% deficit

(ANSA) - BRUXELLES, 22 GEN - "Abbiamo presentato il nostro programma al Ppe, la cosa importante è la nostra volontà di rispettare la regola del 3% del deficit". Lo ha detto Silvio Berlusconi dopo l'incontro con il segretario generale del Ppe, Antonio Lopez, nella sede del Partito Popolare europeo, oggi a Bruxelles.

Archivio Ultima ora