Sanità ed emigrati: chi ha diritto alle cure ospedaliere gratuite?

Pubblicato il 14 giugno 2016 da redazione

sanità

ROMA – “In risposta ad un nostro specifico quesito il ministero della Salute ha ribadito che ai cittadini italiani residenti all’estero titolari di pensione corrisposta da enti previdenziali italiani o aventi lo status di emigrato (secondo il ministero sono tali coloro che hanno acquisito la cittadinanza italiana sul territorio nazionale, nati in Italia), le prestazioni ospedaliere urgenti sono erogate, a titolo gratuito e per un periodo massimo di novanta giorni nell’anno solare in caso di soggiorno temporaneo in Italia, qualora gli stessi non abbiano una copertura assicurativa, pubblica o privata, per le suddette prestazioni sanitarie e in assenza di una convenzione bilaterale con specifiche norme”.

Lo scrivono in una nota congiunta i deputati del Pd della circoscrizione Estero Marco Fedi e Fabio Porta. “Tuttavia ai fini dello snellimento delle procedure e del primario interesse del cittadino, – proseguono i due deputati – la condizione di emigrato non deve essere più certificata dall’ufficio consolare italiano competente per territorio ma può ora essere attestata mediante una dichiarazione sostitutiva di certificazione da presentare alla competente ASL, con la quale il cittadino autocertifica: di essere nato in Italia, di possedere la cittadinanza italiana, nonché di risiedere all’estero, indicando il comune di iscrizione Aire.

Viene però definita priva di ogni fondamento – continuano Fedi e Porta – l’interpretazione di una nota informativa del MAE apparsa su numerose agenzie di stampa e sui siti di alcune ambasciate e alcuni consolati italiani (che faceva riferimento ad una nota dello stesso ministero della Salute) secondo cui anche i cittadini italiani nati all’estero i quali abbiano risieduto in Italia in un qualunque periodo della loro vita, ma attualmente residenti all’estero ed iscritti all’Aire, possano rientrare nella categoria di ‘emigrati’ al fine di ottenere le prestazioni ospedaliere urgenti gratuite durante una visita in Italia”.

“Viene quindi chiarito dal ministero – concludono Fedi e Porta – che solo i cittadini italiani nati in Italia e poi emigrati hanno diritto alle cure succitate (oltre ai titolari di pensione corrisposta da enti previdenziali italiani).

Riteniamo tuttavia che proprio per evitare interpretazioni incorrette della succitata nota (la n. 2561 del 13 aprile 2016) che, secondo alcuni, sembrava ampliare l’ambito degli aventi diritto alle cure ospedaliere urgenti gratuite anche ai nati e residenti all’estero che avessero anche risieduto temporaneamente in Italia in un periodo della loro vita, sia utile ed opportuno che il ministero della Salute chiarisca con una propria circolare (o documento analogo) al più presto ed in maniera inequivocabile il contenuto delle disposizioni normative italiane che disciplinano l’erogazione di tali cure (indicando soggetti aventi diritto e modalità di acquisizione del diritto)”.

Ultima ora

07:26Cina:Xi,Pcc deve mantenere assoluto controllo militari

PECHINO - Il Partito comunista cinese "deve mantenere l'assoluto controllo sulle forze armate". Lo ha detto il segretario generale del Pcc Xi Jinping, nel discorso d'apertura del 19/mo congresso assicurando che il Partito "si opporra' a ogni azione che metta a rischio la leadership".

07:23Cina:XI,rinnovamento nazione non ‘come passeggiata’ in parco

PECHINO - Raggiungere il rinnovamento della Cina non sara' "come una passeggiata nel parco". Nel suo intervento introduttivo al 19/mo congresso del Partito comunista, il segretario generale Xi Jinping ha rimarcato che il "sogno cinese" richiede una lotta decisa alle contraddizioni e forte impegno su progetti e cause.

07:19Cina: Xi, economia restera’ a passo medio-alto

PECHINO - La Cina manterra' il tasso di crescita della sua economia "a un passo medio-alto". Lo ha detto il segretario generale Xi Jinping nella relazione d'apertura del 19/mo congresso del Partito comunista cinese.

07:15Cina: Xi, prospettive luminose ma sfide impegnative

PECHINO - Le prospettive della Cina ''sono luminose ma restano sfide impegnative''. Lo ha affermato il segretario generale del Partito comunista cinese Xi Jinping, nella sua relazione d'apertura. Negli ultimi 5 anni, ha ricordato, il Pil E' aumentato da 54.000 miliardi di yuan a quota 80.000, pari a 12.100 miliardi di dollari circa.

07:10Cina: aperti lavori 19/mo congresso Partito comunista

PECHINO - Il premier cinese Li Keqiang ha aperto ufficialmente i lavori dEl 19/mo congresso del Partito comunista, chiamato a rinnovare gli organismi interni a partire dal Comitato centrale. Il segretario generale Xi Jinping ha iniziato la sua relazione dedicata ai cinque anni passati e alle prospettive del prossimo quinquennio e oltre. Xi, nelle attese, dovrebbe rafforzare i suoi poteri quale ''core leader'', nucleo del Partito.

07:01Amnesty,centinaia Rohingya uccisi da sicurezza birmana

BANGKOK - Le forze di sicurezza birmane hanno ucciso centinaia di persone nell'ambito di una campagna sistematica per espellere dal paese la minoranza musulmana dei Rohingya. La denuncia viene da Amnesty International. Per il suo rapporto, diffuso oggi, l'organizzazione umanitaria ha intervistato piu' di 120 Rohingya fuggiti alle violenze.

06:58Trump, non demolire storia Usa. E difende Colombo

WASHINGTON - Gli Usa dovrebbero celebrare e preservare la loro storia, ''non demolirla'': lo ha detto Donald Trump intervenendo davanti al think tank conservatore Heritage Foundation, dove ha criticato il movimento che mira ad abbattere le statue sudiste ed altri simboli del controverso passato americano. ''Ora stanno tentando anche di abbattere le statue di Cristoforo Colombo, cosa succedera' dopo?'', si e' chiesto il presidente, che nel proclamare il Columbus day aveva difeso in modo netto la figura dell'esploratore genovese.

Archivio Ultima ora