Renzi al business forum di San Pietroburgo, spinta all’export italiano

Pubblicato il 15 giugno 2016 da redazione

Il presidente del Consiglio Matteo Renzi in Russia per il forum economico di giugno a San Pietroburgo.

Il presidente del Consiglio Matteo Renzi in Russia per il forum economico di giugno a San Pietroburgo.

ROMA.- Gli avversari la vedono come una mossa per non mettere la faccia su ballottaggi tutt’altro che semplici per il Pd. Ma per Matteo Renzi, che aveva già deciso di non fare campagna elettorale per il secondo turno, la due giorni nella Davos russa, al business forum di San Pietroburgo, e l’incontro con Vladimir Putin sono tutt’altro che un ripiego alla politica italiana.

Dalla visita al Cremlino, il premier lavora per fare da cerniera tra la Russia e l’Ue, per “riportarla on board”, spiega, sia nella lotta al terrorismo sia per superare l’isolamento russo che, con le sanzioni, ha gravi ricadute economiche sull’export italiano.

Accompagnato dal ministro Carlo Calenda, dall’ad di Cdp Fabio Gallia e dai vertici di Finmeccanica, Eni e Intesa San Paolo, il premier, unico leader europeo al forum insieme al presidente della commissione Ue Jean Claude Juncker, punta a promuovere al massimo l’Italia, che quest’anno è ospite d’onore dell’evento economico di San Pietroburgo con la presenza delle principali aziende italiane.

Nonostante l’impatto avverso del prezzo del petrolio e delle sanzioni, il nostro paese resta il secondo partner commerciale della Russia in Europa, dopo la Germania. Secondo Sace, nel 2015 l’interscambio tra Italia e Russia è stato pari a circa 21 miliardi, di cui circa 7 miliardi di esportazioni italiane in Russia e circa 14 miliardi di beni russi importati in Italia.

Ma le sanzioni economiche con la Russia pesano eccome: nell’ultimo biennio l’export made in Italy ha subito un calo del 30% anche se in base alle previsioni del Rapporto Export di Sace, il trend negativo si attenuerà nei prossimi anni con un cambio di segno nel 2017 e nel 2018.

Per questo, pur tenendo fermi i paletti dell’accordo di Minsk e l’alleanza primaria con l’Ue e con gli Usa, Renzi rivendica di “aver lavorato da sempre nella direzione di ricostruire pazientemente occasioni di confronto con Mosca, alimentando il dialogo e non lo scontro come altri nostri partner europei invece vorrebbero fare”.

Il cuore della missione sarà venerdì: mentre in Italia impazzeranno gli ultimi fuochi di campagna elettorale il premier, dopo l’intervento alla plenaria del Forum, incontrerà il presidente russo. Dopo, le due delegazioni di imprese firmeranno 8 accordi, soprattutto nel settore dell’energia, come l’intesa tra le società russe Rosneft e Novatek e Eni e Saipem per progetti riguardanti il gas naturale liquefatto in Russia.

“Spero e penso che ci sarà un avvicinamento sull’agroalimentare”, ha sostenuto il premier italiano nei giorni scorsi e la presenza di numerose aziende del settore, come Barilla, a San Pietroburgo conferma il primato italiano nel settore.

“Renzi e Putin hanno relazioni confidenziali e amichevoli e discutono in modo aperto le più complesse questioni”, ci tengono a sottolineare dal Cremlino alla vigilia del bilaterale. Incontro che non mancherà di affrontare nodi internazionali come la Siria, la Libia, per la cui stabilizzazione Renzi ritiene cruciale un ruolo di Mosca, e la lotta all’Isis a pochi giorni dall’attentato di Orlando e dal duplice omicidio di Parigi.

(di Cristina Ferrulli/ANSA)

Ultima ora

00:58Medico, Trump assume farmaci per capelli

(ANSA) - WASHINGTON, 16 GEN - Tra i farmaci assunti da Trump figurano la Propecia (finasteride) contro la caduta dei capelli e il Crestor (rosuvastatina) per abbassare il colesterolo. Lo ha detto il contro ammiraglio Ronny L. Jackson, medico della Casa Bianca, aggiungendo che il presidente trarrebbe vantaggi da una dieta con meno grassi.

00:55Calcio: Var irrompe in Fa cup e regala un gol al Leicester

(ANSA) - LONDRA, 16 GEN - Svolta storica nel calcio inglese dove, per la prima volta, un gol è stato assegnato con l'ausilio della Var, sperimentata nella Fa cup nell'attesa della sua introduzione anche in Premier League. Durante la partita fra Leicester e Fleetwood Town (squadra di III Divisione), vinta dalle 'Foxes' 2-0 e valida per il terzo turno, l'arbitro ha fatto ricorso al sussidio tecnologico e, dopo avere annullato in un primo momento la rete del 2-0 firmata da Kelechi Iheanacho, dopo 70" di consultazione, ha ribaltato la propria decisione, concedendo il gol del raddoppio che era stato realizzato al 32' del secondo tempo. Una rivoluzione nella terra dove è nato il calcio. Un "grazie" con tanti punti esclamativi è apparso sull'account Twitter ufficiale del Leicester. (ANSA).

00:51Medico, Trump assume farmaci per capelli

(ANSA) - WASHINGTON, 16 GEN - Tra i farmaci assunti da Trump figurano la Propecia (finasteride) contro la caduta dei capelli e il Crestor (rosuvastatina) per abbassare il colesterolo. Lo ha detto il contro ammiraglio Ronny L. Jackson, medico della Casa Bianca, aggiungendo che il presidente trarrebbe vantaggi da una dieta con meno grassi.

00:33Calcio: doppio Balo non basta, 2-2 in derby Costa Azzurra

(ANSA) - ROMA, 16 GEN - Una doppietta di Balotelli non basta al Nizza per aggiudicarsi in trasferta il derby della Costa Azzurra. Sul terreno del Louis II, a Montecarlo, finisce 2-2 con il Monaco, passato in vantaggio con Diakhaby (33'), ma raggiunto al 2' st e superato al 23' st dall'attaccante italiano, ora a quota 9 gol. Al 48' st Radamel Falcao mette tutti d'accordo e regala il definitivo 2-2 al Monaco. Nel tardo pomeriggio si erano disputate altre due partite della 21/a di Ligue 1: il Bordeaux è stato sconfitto in casa 2-0 dal Caen, in vantaggio al 44' st con Santini su rigore; il raddoppio è arrivato in pieno recupero, al 49', con Rodelin. Il Marsiglia, invece, ha sfruttato il fattore campo e superato 2-0 lo Strasburgo: gol di N'Jie al 34' st e Payet al 43' st. Nuova classifica: Paris Saint-Germain punti 53; Marsiglia 44; Monaco 43; Lione 42; Nantes; Nizza 31; Guincamp 39; Caen e Montpellier 27; Digione 25; Stade Rennais 25; Strasburgo 24; Bordeaux e Saint-Etienne 23; Lilla 22; Amiens e Troyes 21; Angers e Tolosa 19; Metz 12.(ANSA).

00:27Medico Casa Bianca, la salute di Trump è ottima

(ANSA) - WASHINGTON, 16 GEN - La salute di Donald Trump complessivamente è eccellente: lo ha detto il controammiraglio Ronny L. Jackson, medico della Casa Bianca, in un briefing sul primo checkup medico del presidente effettuato venerdì scorso. Anche la salute cardiaca è eccellente, ha aggiunto l'ufficiale medico, secondo cui Trump ha fortissime probabilità di completare il suo mandato senza problemi medici. Jackson ha fornito nel corso del briefing alcuni dati della visita: il presidente pesa 239 libbre (108,4 kg) mentre la sua pressione del sangue è 122/74. Donald Trump ha superato "estremamente bene" anche gli esami cognitivi (30 su 30), ha detto il medico. Se ci fosse stata la presenza dell'Alzheimer o di altri problemi mentali, ha aggiunto, i test lo avrebbero rivelato.

00:00Calcio: Ronaldinho si ritira, partita d’addio dopo Mondiali

(ANSA-AP) - SAN PAOLO (BRASILE), 16 GEN - Il fratello e agente del vincitore del Pallone d'Oro 2005, Roberto Assis, ha dichiarato che Ronaldinho lascia il calcio professionistico. Assis ha detto che la partita d'addio del fratello, che oggi ha 37 anni, molto probabilmente verrà disputata dopo la fine della Coppa del mondo in Russia, prevista il 15 luglio. Nel luglio dell'anno scorso, Ronaldinho, al termine di una partita-esibizione disputata in Cecenia, dichiarò che ormai si sentiva troppo vecchio per un certo tipo di calcio. 'Ronnie' aveva disputato l'ultima partita da professionista nel 2015, in Brasile, con la maglia del Fluminense. Nel corso della carriera ha vinto un titolo mondiale, nel 2002, una Champions con il Barcellona nel 2006 e il Pallone d'Oro. Ha pure giocato in Italia, con la maglia del Milan.

23:14Usa tagliano metà fondi all’agenzia Onu per i palestinesi

(ANSA) - WASHINGTON, 16 GEN - L'amministrazione Trump ha annunciato oggi di aver tagliato 65 dei 125 milioni di dollari destinati alla Unrwa, l'agenzia dell'Onu che assiste i profughi palestinesi. Lo rende noto il dipartimento di stato Usa in una lettera nella quale chiede all'agenzia un "riesame fondamentale" della sua attività. I restanti 60 milioni saranno erogati per impedire che l'Unrwa finisca il cash entro fine mese e chiuda. Era stato il presidente Donald Trump a minacciare il taglio dei fondi ai palestinesi se non fossero tornati al tavolo dei negoziati di pace con Israele.

Archivio Ultima ora