Renzi al business forum di San Pietroburgo, spinta all’export italiano

Pubblicato il 15 giugno 2016 da redazione

Il presidente del Consiglio Matteo Renzi in Russia per il forum economico di giugno a San Pietroburgo.

Il presidente del Consiglio Matteo Renzi in Russia per il forum economico di giugno a San Pietroburgo.

ROMA.- Gli avversari la vedono come una mossa per non mettere la faccia su ballottaggi tutt’altro che semplici per il Pd. Ma per Matteo Renzi, che aveva già deciso di non fare campagna elettorale per il secondo turno, la due giorni nella Davos russa, al business forum di San Pietroburgo, e l’incontro con Vladimir Putin sono tutt’altro che un ripiego alla politica italiana.

Dalla visita al Cremlino, il premier lavora per fare da cerniera tra la Russia e l’Ue, per “riportarla on board”, spiega, sia nella lotta al terrorismo sia per superare l’isolamento russo che, con le sanzioni, ha gravi ricadute economiche sull’export italiano.

Accompagnato dal ministro Carlo Calenda, dall’ad di Cdp Fabio Gallia e dai vertici di Finmeccanica, Eni e Intesa San Paolo, il premier, unico leader europeo al forum insieme al presidente della commissione Ue Jean Claude Juncker, punta a promuovere al massimo l’Italia, che quest’anno è ospite d’onore dell’evento economico di San Pietroburgo con la presenza delle principali aziende italiane.

Nonostante l’impatto avverso del prezzo del petrolio e delle sanzioni, il nostro paese resta il secondo partner commerciale della Russia in Europa, dopo la Germania. Secondo Sace, nel 2015 l’interscambio tra Italia e Russia è stato pari a circa 21 miliardi, di cui circa 7 miliardi di esportazioni italiane in Russia e circa 14 miliardi di beni russi importati in Italia.

Ma le sanzioni economiche con la Russia pesano eccome: nell’ultimo biennio l’export made in Italy ha subito un calo del 30% anche se in base alle previsioni del Rapporto Export di Sace, il trend negativo si attenuerà nei prossimi anni con un cambio di segno nel 2017 e nel 2018.

Per questo, pur tenendo fermi i paletti dell’accordo di Minsk e l’alleanza primaria con l’Ue e con gli Usa, Renzi rivendica di “aver lavorato da sempre nella direzione di ricostruire pazientemente occasioni di confronto con Mosca, alimentando il dialogo e non lo scontro come altri nostri partner europei invece vorrebbero fare”.

Il cuore della missione sarà venerdì: mentre in Italia impazzeranno gli ultimi fuochi di campagna elettorale il premier, dopo l’intervento alla plenaria del Forum, incontrerà il presidente russo. Dopo, le due delegazioni di imprese firmeranno 8 accordi, soprattutto nel settore dell’energia, come l’intesa tra le società russe Rosneft e Novatek e Eni e Saipem per progetti riguardanti il gas naturale liquefatto in Russia.

“Spero e penso che ci sarà un avvicinamento sull’agroalimentare”, ha sostenuto il premier italiano nei giorni scorsi e la presenza di numerose aziende del settore, come Barilla, a San Pietroburgo conferma il primato italiano nel settore.

“Renzi e Putin hanno relazioni confidenziali e amichevoli e discutono in modo aperto le più complesse questioni”, ci tengono a sottolineare dal Cremlino alla vigilia del bilaterale. Incontro che non mancherà di affrontare nodi internazionali come la Siria, la Libia, per la cui stabilizzazione Renzi ritiene cruciale un ruolo di Mosca, e la lotta all’Isis a pochi giorni dall’attentato di Orlando e dal duplice omicidio di Parigi.

(di Cristina Ferrulli/ANSA)

Ultima ora

13:43Terrorismo: espulso un marocchino

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - Con un provvedimento firmato dal ministro dell'Interno, Marco Minniti, è stata eseguita l'espulsione di un cittadino marocchino, per motivi di sicurezza dello Stato, con un volo diretto in Marocco. Con questo rimpatrio, il 26/mo del 2017, salgono a 158 i soggetti gravitanti in ambienti dell'estremismo religioso, espulsi con accompagnamento alla frontiera dal gennaio 2015 ad oggi. Si tratta di un 44nne, residente a Santhià (Vercelli) e coniugato con una cittadina italiana convertita all'islam. L'uomo era stato segnalato a seguito di approfondimenti investigativi nell'ambito di indagini condotte dalla Digos di Vercelli per aver manifestato un percorso di radicalizzazione che lo aveva portato a considerare l'Italia un paese di miscredenti, non idoneo alla permanenza della sua famiglia. Inoltre, nel 2012 aveva rifiutato di prestare giuramento per ottenere la cittadinanza italiana, confidando ad alcuni connazionali che l'accettazione dello status avrebbe offeso la sua religione.

13:37Schulz, ‘mi batto per parità, a casa stiro e lavo i panni’

(ANSA) - BERLINO, 26 MAR - A casa è in grado di lavare i panni, stirare e rifare - bene - i letti. E in Germania, se diventasse cancelliere, si impegnerebbe subito per le pari opportunità. Martin Schulz, candidato dell'SDP alla guida della Germania contro Angela Merkel, ne ha parlato con la Bild am Sonntag, che gli ha chiesto delle priorità dei suoi primi 100 giorni, se vincesse, e di qualche abitudine domestica. "Affronterei subito due cose, un riconoscimento per un'Ue più forte e l'eliminazione di una delle più grandi ingiustizie: il fatto che le donne guadagnano meno degli uomini", ha detto. Schulz risponde anche sulle sue attitudini casalinghe: "So lavare i panni, con tutte le fasi del lavaggio, e so stirare. E mi viene davvero bene fare i letti. Ovviamente spalo la neve, e porto la spazzatura" mentre la cucina non è il suo forte. "Quando si dice 'cucina papà' viene consultata la lista di tutti i ristoranti della città". Come vede la candidatura sua moglie Inge? "E' molto sobria, mi dice di restare coi piedi a terra".

13:37F1:Australia, Sticchi ‘orgogliosi per Ferrari e Giovinazzi’

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - "Il successo della Ferrari e di Vettel e la grande prestazione di Antonio Giovinazzi al debutto in Formula 1, tingono la Formula 1 con i colori del tricolore''. Il presidente dell'Aci, Angelo Sticchi Damiani, saluta così la grande giornata per i motori del Bel Paese con la vittoria della Ferrari e il ritorno di un pilota italiano in Formula 1. ''Siamo felici per la vittoria della Ferrari tutta italiana fortemente voluta da Sergio Marchionne e orgogliosi per la prestazione di Giovinazzi e per il lavoro svolto dall'Automobile Club d'Italia a favore non solamente del pilota pugliese ma anche di tanti altri talenti dell'automobilismo tricolore. In questo momento - aggiunge il numero uno dell'Aci - credo vada sottolineato l'enorme sforzo che, ormai da anni, Automobile Club d'Italia sta facendo per riportare il nostro paese ad essere protagonista assoluto del Campionato del Mondo di Formula 1''.

13:32Iran: sanzioni a 15 aziende Usa, sostengono terrorismo

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - L'Iran ha deciso sanzioni nei confronti di 15 aziende statunitensi accusandole di "sostegno al terrorismo" e a Israele. Lo riferisce al Arabiya.

13:16Pronta la Dallara di Cetilar Villorba Corse per Le Mans

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - La location di "Piazza dei "Miracoli" a Pisa è stata l'ineguagliabile cornice della presentazione del team Cetilar Villorba Corse e della Dallara P217 che affronteranno la prossima 24 Ore di Le Mans. Una squadra tutta italiana che sotto una benaugurante pioggia ha svelato i programmi sportivi 2017 e il prototipo di classe LMP2 con la quale sarà impegnata nella più celebre e leggendaria gara di durata e nell'intero campionato internazionale European Le Mans Series. Il team principal Raimondo Amadio e i piloti Roberto Lacorte, Giorgio Sernagiotto e Andrea Belicchi hanno tolto il velo alla nuova sportscar al fianco dello stesso costruttore Giampaolo Dallara e alla presenza del primo cittadino di Pisa Marco Filippeschi. Proprio Dallara ha sottolineato durante la presentazione: "Senza dubbio è una magnifica squadra, con dei bravi piloti e un team di alto livello. Guardiamo con fiducia a Le Mans e credo che torneremo sorridenti".

13:08Incidenti stradali: fugge alt e travolge passanti, 5 feriti

(ANSA) - PISA, 26 MAR - Un auto con a bordo tre persone è fuggita, la scorsa notte intorno alle 4, all'alt intimato dalla polizia, in Lungarno Mediceo a Pisa. Nella sua corsa la vettura si è ribaltata finendo contro un palo della luce e ha travolto due passanti, secondo quanto riferito dalla polizia stradale, un italiano e un peruviano, che sono stati soccorsi e ricoverati. Feriti lievemente i tre occupanti dell'auto, alla guida un cittadino marocchino e i due passeggeri, un connazionale e una donna italiana. L'investitore, ha spiegato la polstrada, è stato denunciato per lesioni causate da incidente stradale ed è stato sottoposto ad alcoltest. I due passanti, per i quali in un primo momento si sono temuti danni gravi, hanno riportato ferite guaribili in 35 e 40 giorni. Non sono in pericolo di vita. L'auto con a bordo i tre è stata intercettata da una volante della polizia stradale e da una della questura. Sul posto anche i vigili del fuoco per rimuovere l'auto e soccorrere i feriti.

13:06Carceri: arrestato detenuto evaso da carcere Frosinone

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - I Carabinieri di Caserta hanno arrestato il detenuto evaso il 18 marzo dal carcere di Frosinone. Il suo compagno di cella, che aveva tentato anche lui la fuga, era rimasto ferito nel tentativo di scavalcare il muro di cinta del carcere. Sono tutt'ora in corso le indagini per accertare eventuali complici dell'evasione. L'uomo è stato rintracciato ed arrestato dai carabinieri a Recale (Caserta) suo paese d'origine. Qui era tornato dopo la fuga rocambolesca dall'istituto penitenziario del Lazio.

Archivio Ultima ora