Italiani in lite col fisco. 530 mila ricorsi

Pubblicato il 15 giugno 2016 da redazione

taliani_in_lite_col_fisco

ROMA. – Tra il contribuente e il fisco c’è una montagna…di liti. Sono 530 mila i ricorsi pendenti alla fine del 2015, per un valore complessivo di 33,5 miliardi di euro di tasse contestate. In un anno le diverse commissioni tributarie hanno smaltito 298.313 ricorsi, ma gli italiani non hanno mollato la presa e ne hanno presentati altri 256.901 di nuovi.

A conti fatti, comunque, il numero delle ”cause fiscali” è calato, seppure di poco – il 7,2% – mentre i tempi per raggiungere una soluzione rimangono ancora lunghi: oltre 4 anni e cinque mesi tra primo e secondo grado.

Il braccio di ferro tra le diverse strutture dell’amministrazione fiscale – dalle dogane alle entrate, da Equitalia agli uffici fiscali dei comuni – a leggere i numeri del rapporto stilato dal dipartimento delle Finanze del ministero dell’Economia e dalla direzione della Giustizia Tributaria appare come una battaglia impari.

Nella quale il fisco prevale. Ma non sempre. L’erario vince in oltre quattro casi su dieci: esattamente nel 44,6% delle liti in primo grado e nel 45,2% nel secondo, ma si raggiungono punte del 70% nelle liti promosse contro l’Agenzia delle Entrate.

Il contribuente comunque mantiene chances alte e riesce a mettere in difficoltà il fisco in almeno un caso su tre: nel 32,4% delle contestazioni di primo grado e nel 40,3% di secondo grado. Un giudizio articolato ”intermedio” – in pratica un pari e patta – arriva invece in circa il 9-10% dei casi.

Il monitoraggio del Mef, focalizzato sul 2015, mostra che anche se la macchina della giustizia tributaria ha migliorato la sua efficienza, il rapporto tra fisco e contribuenti rimane conflittuale.

I ricorsi presentati mostrano in totale un aumento del 5,8%, si registra nel primo grado di giudizio un incremento del 3,3% (pari a 188.287 ricorsi) rispetto all’anno precedente, mentre per il secondo grado di giudizio si registra un aumento degli appelli pari al 13,7%, (68.614).

Le pronunce hanno certamente superato i nuovi ricorsi, ma – se si guarda al 2014 – il dato è peggiorato, mostra un calo dell’1,2%. In ballo, nel confronto fisco-contribuente, non ci sono spiccioli. Le contese valgono 33,5 miliardi, in pratica 130 mila euro a testa.

Anche se, uscendo dalla media del pollo di Trilussa, si scopre che il 68,7% del totale dei ricorsi pervenuti alle Commissioni Tributarie Provinciali riguarda controversie di valore inferiore o uguale a 20.000 euro: valgono in totale 500 milioni. Solo l’1,7% dei ricorsi si riferisce a controversie di valore superiore a 1 milione di euro (15,2 miliardi il valore complessivo).

I tempi per arrivare ”a sentenza” rimangono comunque lunghi, anche se migliorano in primo grado. Nel 2015 le commissioni tributarie provinciali hanno impiegato in media 857 giorni (pari a 2 anni e 4 mesi), con un miglioramento di 104 giorni rispetto al 2014. Nel secondo grado di giudizio, invece, servono in media 750 giorni, con un leggero peggioramento di 20 giorni rispetto all’anno precedente.

(di Corrado Chiominto/ANSA)

Ultima ora

19:15Russiagate: Kislyak esce di scena,concluso il mandato in Usa

(ANSA) - MOSCA, 23 LUG - Fine del mandato come ambasciatore russo negli Usa per Serghiei Kislyak, uno dei personaggi più implicati nel Russiagate. L'ambasciata russa con un tweet ha confermato che il suo lavoro è finito ieri. Il suo successore non è stato ancora nominato ufficialmente anche se ci si aspetta che sia Anatoly Antonov, vice ministro degli Esteri ed ex vice ministro della Difesa, considerato uno dell'ala dura rispetto agli Stati Uniti. Il primo consigliere della sicurezza nazionale del presidente Donald Trump, Michael Flynn, ha dato le dimissioni perché aveva mentito sui suoi contatti con Kilsyak. Le possibili interferenze della Russia nella campagna elettorale americana dello scorso anno sono al centro dell'inchiesta del procuratore speciale Robert Mueller.

19:14Calcio: Fiorentina ufficializza, Milic all’Olimpiakos

(ANSA) - FIRENZE, 23 LUG - La Fiorentina ha ufficializzato la cessione a titolo definitivo di Hrovje Milic, classe '89, all'Olimpiakos. L'esterno croato lascia la squadra viola dopo una sola stagione, il suo addio frutterà circa 1,5 milioni di euro. In partenza anche Vecino (Inter), Kalinic (Milan) e Tatarusanu (Nantes) mentre tra martedì e mercoledì arriveranno i due acquisti francesi, il mediano Veretout dell'Aston Villa e il centrocampista offensivo del Nizza Eysseric. Per l'attacco i nomi più gettonati sono quelli di Zapata, Simeone, Nestorovski. Intanto la Fiorentina ha concluso la preparazione a Moena da cui è rientrata nel pomeriggio. Pioli ha concesso due giorni di riposo fissando la ripresa per mercoledì. Prossima amichevole sabato a Lisbona contro lo Sporting cui seguirà la tournée in Germania dove i viola affronteranno il 1° agosto l'Eintracht e il 6 il Wolfsburg dell'ex Mario Gomez.

19:12Libia: inviato Onu, martedì all’Eliseo Haftar e Sarraj

(ANSA) - ROMA, 23 LUG - La riconciliazione della Libia passa per Parigi: martedì, a tre mesi dal primo faccia a faccia ad Abu Dhabi, i protagonisti della crisi libica il primo ministro Fayez Al Sarraj il generale Khalifa Haftar, su invito del presidente Emanuelle Macron, si incontreranno all'Eliseo alla presenza dell'inviato dell'Onu per la Libia Ghassan Salamè. E' lo stesso Salamè a confermarlo al Journal du Dimanache. L'indiscrezione sull'iniziativa libica del presidente francese era già circolata nei giorni scorsi su diversi quotidiani arabi, nonostante l'appuntamento non figuri sull'agenda ufficiale dell'Eliseo. "E' un nuovo tentativo perchè queste persone si parlino ed uniscano le loro forze per impedire che le metastasi dell'Daesh si ricostituiscano in Libia", ha dichiarato al Jdd un responsabile francese che si occupa del dossier libico.

19:04Gerusalemme: Alfano, appello alla moderazione e al dialogo

(ANSA) - ROMA, 23 LUG - "Seguo con grande preoccupazione la spirale di tensione e violenza in atto a Gerusalemme e in tutta la Cisgiordania", ha dichiarato il ministro degli Esteri Angelino Alfano. "La morte di due poliziotti nella Città vecchia, quella di tre cittadini israeliani in Cisgiordania, così come l'uccisione di giovani palestinesi negli scontri - ha aggiunto il ministro - sono eventi tragici. Non esiste alcuna giustificazione per gli assassini né per la glorificazione della violenza. Ogni attacco terroristico, a prescindere da dove è compiuto, deve essere condannato. Pertanto, lancio un appello alla moderazione e al dialogo ed esorto tutte le parti coinvolte a collaborare e ad agire con responsabilità nella gestione della difficile situazione nella Città vecchia e ad adoperarsi per un'immediata riduzione delle violenze e per scongiurare ulteriori vittime".

18:50Calcio: Gold Cup, morsi a rivali,squalificati 2 salvadoregni

(ANSA) - MIAMI (USA), 23 LUG - Henry Romero e Darwin Ceren, come Luis Suarez, il bomber dell'Uruguay. I due difensori della nazionale di El Salvador sono stati squalificati dalla Concacaf per aver morso degli avversari durante la partita dei quarti di finale di Gold Cup di mercoledì scorso persa contro gli Usa, come fece il Pistolero con Chiellini nel match del Mondiale brasiliano. Il provvedimento è stato preso dalla commissione disciplinare della confederazione nord e centro americana dopo aver preso visione dei filmati. Così Romero ha preso 6 turni di squalifica, mentre 3 sono state date a Ceren. Il tutto per "comportamento antisportivo". Romero ha preso pena doppia perchè ha morso lo statunitense Altidore sia ad una spalle che sul petto, mentre Ceren ha fatto lo stesso a spese di Gonzalez, limitandosi a una spalla. "Sono sicuro che non sarà fiero di ciò che ha fatto", ha commentato Altidore dopo aver appreso della squalifica di Romero.

18:32Calcio: Vecino a un passo dall’Inter, domani attese visite

(ANSA) - MILANO, 23 LUG - Matias Vecino è a un passo dall'Inter, tanto che il centrocampista potrebbe svolgere le visite mediche per il club nerazzurro già domani. L'Inter è decisa a versare i 24 milioni della clausola imposta dalla Fiorentina per regalare a Luciano Spalletti il secondo rinforzo, dopo Borja Valero a centrocampo. Vecino è il terzo acquisto per l'Inter in questo mercato, dopo il difensore Milan Skriniar e, appunto, Borja Valero.

18:30Scherma: Mondiali, Garozzo semifinale fioretto, è medaglia

(ANSA) - ROMA, 23 LUG - L'olimpionico Daniele Garozzo approda alla semifinale del fioretto ai Mondiali di scherma in corso a Lipsia. L'azzurro, fresco campione europeo, ha superato in rimonta 15-14 l'americano race Imboden (era avanti 14-11 dopo aver iniziato 5-0) e adesso se la vedrà con il giapponese Saito. Eliminato l'altro invece Alessio Foconi, reduce dal derby vittorioso contro Cassarà, sconfitto 15-13 dal giapponese Shikine.

Archivio Ultima ora