Euro 2016: trentasei arresti per gli scontri a Lilla

(ANSA) – ROMA, 16 GIU – Trentasei tifosi sono stati arrestati a Lilla in seguito agli scontri fra inglesi e russi che hanno reso necessario anche l’utilizzo dei lacrimogeni da parte delle Forze dell’ordine francesi. Sedici, inoltre, i feriti che sono stati portati in ospedale. La nuova ondata d’incidenti era scoppiata al termine della gara tra Russia e Slovacchia, seconda giornata del girone B di Euro 2016. Epicentro degli scontri era stata place des Reignaux, con un lancio di bottiglie e numerose auto danneggiate dagli ultrà russi. Mentre nei pressi della stazione, circa 200 tifosi inglesi hanno intonato cori di scherno contro i russi e la polizia è intervenuta operando alcuni arresti. Le tensioni, intanto, si sono innalzate anche a livello diplomatico: la Russia, infatti, ha protestato con la Francia sostenendo di non essere stata informata dell’operazione di polizia che due giorni fa aveva portato al fermo di alcuni bus di tifosi russi. L’ambasciatore francese in Russia è stato convocato dal ministero degli Esteri russo.

Condividi: