Davigo, nei cda reati più pericolosi che in strada

(ANSA) – MILANO, 16 GIU – “Nei cda si commettono reati di maggiore gravità che non sono subito visibili e qualcuno dice che io straparlo quando dico che i reati dei colletti bianchi sono più pericolosi di quelli da strada”. Lo ha affermato il presidente dell’Anm Piercamillo Davigo intervenendo ad un convegno sul tema del contrasto alla corruzione organizzato dall’Ordine dei dottori commercialisti con la collaborazione del Comune di Milano. Di regola, ha aggiunto il presidente del sindacato delle toghe, “i colletti bianchi poi in carcere non ci finiscono”. Davigo, inoltre, ha preso ad esempio il processo Parmalat che si è svolto a Milano qualche anno fa dove c’erano “45 mila parti civili”. E ha aggiunto: “Quanto ci impiega uno scippatore a fare 45 mila vittime? E quanti soldi può poi avere una signora nella borsetta? Mentre in Parmalat c’era chi aveva investito i soldi di una vita.

Condividi: