Microsoft: rompe tabù marijuana, offre servizi legali

(ANSA) – NEW YORK, 16 GIU – Microsoft scommette sulla marijuana. E lancia in partnership con la start up Kind un nuovo software per aiutare gli stati americani che l’hanno legalizzata a seguirne il processo dai “semi alla vendita” per assicurarsi la piena legalità del processo. Lo riporta il New York Times. Per Microsoft si tratta di un’iniziativa innovativa, che rompe un tabù. Mentre il numero di stati Usa che legalizza in un modo o nell’altro la marijuana sale, le grandi aziende si sono finora mantenute alla larga dall’attività, ritenuta ancora illegale a livello federale. Microsoft è un dei primi big a scendere in campo annunciando una partnership per favorirne la legalità del processo. Solo alcune banche finora si sono spinte a offrire conti correnti a aziende che la coltivano e la vendono. Microsoft non toccherà quest’area, ma la sua discesa in campo per la conformità alle regole e alla legalità suggerisce che un’infrastruttura legittima inizia a nascere intorno alla marijuana, un’industria in crescita, che attrae attenzione.

Condividi: