L’abbraccio di Obama a Orlando, tra i familiari delle vittime

Pubblicato il 16 giugno 2016 da redazione

strage-orlando

WASHINGTON. – Per la nona volta durante il suo mandato presidenziale Barack Obama ferma tutto e parte per portare il suo sostegno ad una comunità colpita al cuore dalla violenza cieca. Questa volta la destinazione è Orlando, in Florida, dove è giunto per abbracciare i familiari delle vittime della strage al Pulse, per portare il suo conforto ai sopravvissuti dilaniati dal dolore e dalla colpa di essere sfuggiti alla mano omicida, per ringraziare di persona chi ha prestato i primi soccorsi, i medici, gli infermieri, le forze dell’ordine precipitatesi nella notte tra sabato e domenica al night club da cui giungeva il grido d’aiuto.

Obama vuole farlo lontano dai riflettori. Pubblicamente il presidente ha già parlato e in più di una occasione dopo la strage. Questo è il momento di portare un messaggio intimo, di mostrare – con accanto il vicepresidente Joe Biden – come gli americani “restano uno al fianco uno dell’altro”, come l’America si stringe attorno ad Orlando.

“Non c’è modo più tangibile di manifestare il suo sostegno se non recandosi nella città dove ha avuto luogo questo orrendo episodio”, ha spiegato la Casa Bianca. E di tangibile Obama a Orlando trova il dolore: in corteo verso il luogo dove incontra la comunità, a due miglia circa dal Pulse, scorrono davanti agli occhi del commander in chief giunto da Washington i segni profondi lasciati dalla violenza scatenata da Omar Mateen, tra le bandiere arcobaleno e quel cartello affisso all’ingresso di una rivendita di Harley-Davidson: “Pregate per Orlando”.

Così, dopo il monito fermo e determinato con cui Obama ha puntato il dito contro l’intolleranza e la violenza, guardando dritto negli occhi degli oppositori politici, adesso è il giorno dell’unità. A dimostrarlo le immagini dell’arrivo del presidente in Florida: scende dalla scaletta dell’Air Force One seguito da Marco Rubio.

Il senatore repubblicano della Florida ed ex candidato per la nomination repubblicana che contro Obama si è scagliato con vigore durante la sua campagna, ha volato con lui dalla capitale fino al suo Stato. I due hanno parlato, senza dubbio, ma di ciò che in queste ore è l’unico argomento possibile: “Questo è un momento in cui democratici e repubblicani possono dimostrare che, quando negli Stati Uniti d’America una comunità viene attaccata, gli Stati Uniti d’America restano uniti”, commenta la Casa Bianca ribadendo un appello ripetuto più volte da Obama.

E le prime prove di unità sono in corso al Congresso dove, nonostante le posizioni di Donald Trump a riguardo, si intravedono i segnali di un’intesa tra democratici e repubblicani per una stretta sulle armi. La svolta dopo l’intervento fiume di quasi 15 ore del senatore democratico del Connecticut Chris Murphy.

Era già mattina quando si è conclusa la maratona guidata da Murphy e quando il senatore ha reso noto che ci sono adesso i presupposti per una intesa con i repubblicani disposti a votare alcune misure chiave sui controlli, consentendo quindi l’approvazione di emendamenti che prevedono maggiori verifiche sui singoli acquirenti di armi e il divieto di vendita a sospettati di terrorismo.

Intanto continuano le indagini sulle dinamiche dell’attacco al club gay ed emergono altri dettagli su Omar Mateen e sulla strage: secondo quanto si apprende ora, il killer scambiava sms con la moglie durante l’attacco. Non è chiaro tuttavia se la donna fosse consapevole di quanto stesse accadendo. Lo riferisce la Cnn citando fonti.

Mentre emerge in maniera sempre più evidente l’uso intenso che Mateen faceva dei social media, luogo privilegiato dove scatenare tutto il suo odio. “I veri musulmani non accetteranno mai i modi osceni di vita dell’Occidente”, scriveva tra l’altro su alcuni degli almeno cinque profili a lui associati.

Per questo adesso si chiede l’aiuto di Mark Zuckerberg, il fondatore di Facebook, per assistere gli inquirenti nel tracciare l’attività del killer sul social media.

(di Anna Lisa Rapanà/ANSA)

Ultima ora

16:20Minaccia moglie con coltello, figlio 13enne lo fa arrestare

(ANSA) - FIRENZE, 28 MAR - Ha composto il 113 e ha chiesto l'intervento della polizia, mentre il padre stava colpendo con un coltello da cucina la porta della camera da letto dove si era rifugiato con la madre. Protagonista della vicenda, avvenuta ieri sera in un abitazione alla periferia di Firenze, un ragazzino di 13 anni. L'uomo, un 46enne italiano, è stato arrestato dagli agenti, che hanno fatto irruzione nell'appartamento sfondando la porta al termine di una lunga trattativa. Illesi il ragazzino e la madre, una quarantenne straniera. Secondo quanto ricostruito, l'uomo, che farebbe frequente uso di droghe a alcol, sarebbe tornato a casa intorno alle 22,30 e avrebbe chiesto 20 euro alla moglie, che stava guardando la televisione col bambino. Avuto il denaro, ha impugnato il coltello da cucina e l'ha minacciata chiedendo altri contanti. La donna, approfittando di un suo momento di distrazione, si è rifugiata in camera da letto col figlio, chiudendosi a chiave. Il 46enne ha iniziato a colpire la porta col coltello, riuscendo in parte a sfondarla, tanto che la moglie è stata costretta a sistemarci contro un mobile come rinforzo. A questo punto il 13enne ha preso il telefono e ha chiesto aiuto al 113. Gli agenti hanno fatto irruzione nella casa sfondando la porta, al termine di una trattativa. Il 46enne, in evidente stato di alterazione dovuto probabilmente all'assunzione di alcol e droghe, è stato sedato e portato in ospedale. Per l'uomo, disoccupato, già noto alle forze dell'ordine, è poi scattato l'arresto per i reati di rapina aggravata e maltrattamenti in famiglia. (ANSA).

16:15G7: ministri cultura Firenze, drone garantirà sicurezza

(ANSA) - FIRENZE, 28 MAR - Per garantire la vigilanza in occasione del G7 della cultura in programma il 30 e il 31 maggio prossimi a Firenze, "oltre all'elicottero sarà usato per la prima volta in città un drone in dotazione alle forze di polizia, che permetterà di effettuare controlli più dettagliati e di spostarsi più velocemente". Lo ha annunciato il questore di Firenze, Alberto Intini, illustrando alcune misure del piano sicurezza. Per la gestione del drone arriverà a Firenze un team di circa 20 uomini. Complessivamente, in occasione del G7 saranno centinaia gli uomini che saranno impiegati per garantire la sicurezza, anche, ha spiegato Intini, con "un impiego notevole di personale aggregato da altre sedi". "L'obiettivo - ha detto ancora Intini - sarà posto in particolare sull'area interessata dagli eventi, una sorta di triangolo compreso tra l'albergo dove alloggeranno le delegazioni, palazzo Pitti e palazzo Vecchio.". L'apparato di sorveglianza riguarderà "i luoghi di residenza, quelli dove si svolgeranno gli eventi e gli spostamenti delle delegazioni", con servizi di vigilanza "sia fissa che dinamica". "Ci sarà poi un'attività a più ampio raggio - ha precisato il questore - per evitare iniziative di disturbo alle cerimonie", sebbene al momento non siano previste "manifestazioni, proteste o minacce specifiche nei due giorni del vertice". Indette invece alcune manifestazioni, autorizzate dalla questura, per i giorni immediatamente precedenti. "Non ci sarà alcuna zona sottoposta a divieto di transito veicolare o pedonale". I musei degli Uffizi, di palazzo Vecchio e di palazzo Pitti saranno aperti normalmente, con controlli all'ingresso tramite "metal detector a portale e portatili, per tutti colore che accederanno nelle aree". Previsto inoltre l'impiego di unità cinofile e "di tiratori scelti, che saranno posizionati in alcuni punti considerati strategici".(ANSA).

16:08Calcio: Casillas verso la Francia, preaccordo col Marsiglia

(ANSA) - ROMA, 28 MAR - Il portiere spagnolo del Porto, Iker Casillas, potrebbe cambiare maglia, nella prossima stagione. L'ex pilastro del Real Madrid, oggi in Portogallo, ha dalla sua un'opzione per il rinnovo del contratto, ma solo se dovesse giocare 30 partite in campionato (attualmente è fermo a quota 26). Secondo 'A Bola', però, Casillas ha già firmato un preaccordo con il Marsiglia, squadra della Ligue 1 allenata dall'ex romanista Rudi Garcia.

15:52Terremoto: Ceriscioli,da Governo misure per Comuni e imprese

(ANSA) - ANCONA, 28 MAR - ''Il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni ha annunciato che il Governo si impegna a recuperare nella manovra di aprile alcuni dei contenuti che non hanno trovato spazio nel decreto terremoto: le zone franche o comunque misure di fiscalità agevolata per le imprese, e un intervento a compensazione delle minori entrate dei Comuni del cratere, che rischiano il dissesto''. Così il presidente delle Marche Luca Ceriscioli, ''molto soddisfatto'' del confronto avuto dai governatori delle regioni terremotate con il premier. ''Abbiamo fatto il punto su tutte le questioni: casette, sfollati, sostegno alla ripresa delle attività produttive'' ha spiegato. Gentiloni ha assicurato ''lo stanziamento di un miliardo l'anno per tre anni, e la contestuale ricerca di risorse aggiuntive''. Uno degli obiettivi sarà poi trasformare in antisismici edifici ''non danneggiati nelle zone 1, quelle a rischio massimo''. Bene anche, conclude, l'impegno ''a un crescente trasferimento di protagonismo al territorio per la ricostruzione''.

15:38Sperona auto ex moglie e l’accoltella, in fin di vita

(ANSA) - VERCELLI, 28 MAR - Ha speronato l'auto dell'ex moglie, dopo averla aspettata all'uscita dal lavoro. E quando lei è fuggita a piedi, l'ha accoltellata ferendola in modo grave. L'aggressione a Borgo Vercelli, dove i carabinieri hanno fermato l'ex marito. Secondo le prime informazioni, la coppia di italiani si era separata e litigava da tempo. Colpita all'addome, la donna è stata trasportata all'ospedale Sant'Andrea di Vercelli, dove i sanitari la stanno sottoponendo a un delicato intervento chirurgico. (ANSA).

15:31Sci: supergigante, Paris campione italiano

(ANSA) - ROMA, 28 MAR - Terzo titolo italiano di supergigante per Dominik Paris. Il carabiniere altoatesino, già vincitore in questa specialità nel 2009 e nel 2013, ha messo a segno la tripletta in Trentino con il tempo di 1'18"38, precedendo di 94 centesimi il commilitone Peter Fill (che vinse lo scudetto nel 2015 e fu secondo nel 2012) e di 1"60 l'alpino Guglielmo Bosca, nuovamente sul podio dopo il successo nella combinata di ieri. Alla conclusione della stagione, a questo punto, manca solamente la discesa che si svolgerà venerdì 31 marzo a Bardonecchia (To).

15:12Scuola: Fedeli, Erasmus alle Superiori ma con gradualità

(ANSA) - ROMA, 28 MAR - Erasmus anche alle Superiori ma con gradualità. La ministra dell'Istruzione, Valeria Fedeli, in occasione di un convegno sulla scuola promosso dalla Cisl, ha ribadito l'intenzione di estendere il progetto Erasmus. "Al consiglio dell'istruzione europeo di maggio - ha detto - porterò due questioni: estendere l'Erasmus anche alle famiglie che non possono permetterselo e operare, con gradualità, per consentire anche alle ultime classi della scuola superiore di costruire un proprio progetto Erasmus". La ministra si è quindi soffermata sulle risorse destinate all' istruzione. "Abbiamo cominciato a fare investimenti forti su scuola, università e ricerca. Credo che non siano sufficienti, ma è un buon inizio". "Certo è - ha osservato - che litigare su ciò che si fa per la scuola significa non vincere le sfide della globalizzazione".

Archivio Ultima ora