Voto di scambio con la mafia, terremoto a Vittoria

Pubblicato il 16 giugno 2016 da redazione

Bufera sulle elezioni di Vittoria, i due candidati sindaci indagati per voto di scambio politico

Bufera sulle elezioni di Vittoria, i due candidati sindaci indagati per voto di scambio politico

VITTORIA (RAGUSA). – Il fascicolo, che fa tremare il cuore dell’economia ragusana, scaturisce dalle dichiarazioni di due collaboratori di giustizia, Biagio Gravina e Rosario Avila. Nel registro degli indagati c’è anche Lisa Pisani, imprenditrice, esponente del Pd e assessore uscente allo sviluppo economico: è giunta quarta nella corsa a sindaco, con il 9,30% delle preferenze.

Nove indagati per voto di scambio con la mafia e perquisizione nei comitati elettorali di alcuni candidati. Coinvolti anche i due aspiranti sindaci, che se la vedranno al ballottaggio di domenica prossima: Giovanni Moscato e Francesco Aiello, anche loro destinatari di avviso di garanzia. Un terremoto giudiziario a 72 ore dal voto, che fa tremare la città e che colpisce soprattutto il Pd.

“Sono serena sull’ipotesi di reato, non c’è alcun nesso ricollegabile alla mia attività elettorale e resto fiduciosa circa l’operato della magistratura”. Indagato pure il sindaco uscente Giuseppe Nicosia (Pd) e suo fratello Fabio. Nicosia parla di “infondata accusa infamante” che “fa temere un generalizzato e indiscriminato attacco all’immagine e al futuro della città”.

L’inchiesta della Procura distrettuale antimafia di Catania è stata condotta dall’aggiunto Amedeo Bertone (nominato dal Csm a capo della Procura di Caltanissetta) e dal sostituto Valentina Sincero che coordinano l’indagine affidata alla Guardia di Finanza, che riguarda la campagna elettorale di queste amministrative e quella del 2011.

I 5stelle chiedono a Moscato e Aiello di ritirarsi. E sostengono che “il voto di scambio politico mafioso rimane il nodo cruciale della corruzione politica, ci vuole un cambio radicale in merito alla sua applicazione, perché la norma così come è scritta dal Pd al momento attuale non è efficace”.

Tra gli indagati ci sono anche due persone vicine all’ex sindaco, Maurizio Di Stefano e Raffaele Di Pietro, e due candidati al consiglio comunale: Raffaele Giunta e Cesare Campailla. “Quando si sceglie la rissa del tutti contro tutti si determinano questioni che diventano gravissime, mi auguro per il bene di Vittoria che tutto quanto contestato non ci sia”, commenta il governatore Rosario Crocetta.

Ultima ora

13:43Terrorismo: espulso un marocchino

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - Con un provvedimento firmato dal ministro dell'Interno, Marco Minniti, è stata eseguita l'espulsione di un cittadino marocchino, per motivi di sicurezza dello Stato, con un volo diretto in Marocco. Con questo rimpatrio, il 26/mo del 2017, salgono a 158 i soggetti gravitanti in ambienti dell'estremismo religioso, espulsi con accompagnamento alla frontiera dal gennaio 2015 ad oggi. Si tratta di un 44nne, residente a Santhià (Vercelli) e coniugato con una cittadina italiana convertita all'islam. L'uomo era stato segnalato a seguito di approfondimenti investigativi nell'ambito di indagini condotte dalla Digos di Vercelli per aver manifestato un percorso di radicalizzazione che lo aveva portato a considerare l'Italia un paese di miscredenti, non idoneo alla permanenza della sua famiglia. Inoltre, nel 2012 aveva rifiutato di prestare giuramento per ottenere la cittadinanza italiana, confidando ad alcuni connazionali che l'accettazione dello status avrebbe offeso la sua religione.

13:37Schulz, ‘mi batto per parità, a casa stiro e lavo i panni’

(ANSA) - BERLINO, 26 MAR - A casa è in grado di lavare i panni, stirare e rifare - bene - i letti. E in Germania, se diventasse cancelliere, si impegnerebbe subito per le pari opportunità. Martin Schulz, candidato dell'SDP alla guida della Germania contro Angela Merkel, ne ha parlato con la Bild am Sonntag, che gli ha chiesto delle priorità dei suoi primi 100 giorni, se vincesse, e di qualche abitudine domestica. "Affronterei subito due cose, un riconoscimento per un'Ue più forte e l'eliminazione di una delle più grandi ingiustizie: il fatto che le donne guadagnano meno degli uomini", ha detto. Schulz risponde anche sulle sue attitudini casalinghe: "So lavare i panni, con tutte le fasi del lavaggio, e so stirare. E mi viene davvero bene fare i letti. Ovviamente spalo la neve, e porto la spazzatura" mentre la cucina non è il suo forte. "Quando si dice 'cucina papà' viene consultata la lista di tutti i ristoranti della città". Come vede la candidatura sua moglie Inge? "E' molto sobria, mi dice di restare coi piedi a terra".

13:37F1:Australia, Sticchi ‘orgogliosi per Ferrari e Giovinazzi’

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - "Il successo della Ferrari e di Vettel e la grande prestazione di Antonio Giovinazzi al debutto in Formula 1, tingono la Formula 1 con i colori del tricolore''. Il presidente dell'Aci, Angelo Sticchi Damiani, saluta così la grande giornata per i motori del Bel Paese con la vittoria della Ferrari e il ritorno di un pilota italiano in Formula 1. ''Siamo felici per la vittoria della Ferrari tutta italiana fortemente voluta da Sergio Marchionne e orgogliosi per la prestazione di Giovinazzi e per il lavoro svolto dall'Automobile Club d'Italia a favore non solamente del pilota pugliese ma anche di tanti altri talenti dell'automobilismo tricolore. In questo momento - aggiunge il numero uno dell'Aci - credo vada sottolineato l'enorme sforzo che, ormai da anni, Automobile Club d'Italia sta facendo per riportare il nostro paese ad essere protagonista assoluto del Campionato del Mondo di Formula 1''.

13:32Iran: sanzioni a 15 aziende Usa, sostengono terrorismo

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - L'Iran ha deciso sanzioni nei confronti di 15 aziende statunitensi accusandole di "sostegno al terrorismo" e a Israele. Lo riferisce al Arabiya.

13:16Pronta la Dallara di Cetilar Villorba Corse per Le Mans

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - La location di "Piazza dei "Miracoli" a Pisa è stata l'ineguagliabile cornice della presentazione del team Cetilar Villorba Corse e della Dallara P217 che affronteranno la prossima 24 Ore di Le Mans. Una squadra tutta italiana che sotto una benaugurante pioggia ha svelato i programmi sportivi 2017 e il prototipo di classe LMP2 con la quale sarà impegnata nella più celebre e leggendaria gara di durata e nell'intero campionato internazionale European Le Mans Series. Il team principal Raimondo Amadio e i piloti Roberto Lacorte, Giorgio Sernagiotto e Andrea Belicchi hanno tolto il velo alla nuova sportscar al fianco dello stesso costruttore Giampaolo Dallara e alla presenza del primo cittadino di Pisa Marco Filippeschi. Proprio Dallara ha sottolineato durante la presentazione: "Senza dubbio è una magnifica squadra, con dei bravi piloti e un team di alto livello. Guardiamo con fiducia a Le Mans e credo che torneremo sorridenti".

13:08Incidenti stradali: fugge alt e travolge passanti, 5 feriti

(ANSA) - PISA, 26 MAR - Un auto con a bordo tre persone è fuggita, la scorsa notte intorno alle 4, all'alt intimato dalla polizia, in Lungarno Mediceo a Pisa. Nella sua corsa la vettura si è ribaltata finendo contro un palo della luce e ha travolto due passanti, secondo quanto riferito dalla polizia stradale, un italiano e un peruviano, che sono stati soccorsi e ricoverati. Feriti lievemente i tre occupanti dell'auto, alla guida un cittadino marocchino e i due passeggeri, un connazionale e una donna italiana. L'investitore, ha spiegato la polstrada, è stato denunciato per lesioni causate da incidente stradale ed è stato sottoposto ad alcoltest. I due passanti, per i quali in un primo momento si sono temuti danni gravi, hanno riportato ferite guaribili in 35 e 40 giorni. Non sono in pericolo di vita. L'auto con a bordo i tre è stata intercettata da una volante della polizia stradale e da una della questura. Sul posto anche i vigili del fuoco per rimuovere l'auto e soccorrere i feriti.

13:06Carceri: arrestato detenuto evaso da carcere Frosinone

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - I Carabinieri di Caserta hanno arrestato il detenuto evaso il 18 marzo dal carcere di Frosinone. Il suo compagno di cella, che aveva tentato anche lui la fuga, era rimasto ferito nel tentativo di scavalcare il muro di cinta del carcere. Sono tutt'ora in corso le indagini per accertare eventuali complici dell'evasione. L'uomo è stato rintracciato ed arrestato dai carabinieri a Recale (Caserta) suo paese d'origine. Qui era tornato dopo la fuga rocambolesca dall'istituto penitenziario del Lazio.

Archivio Ultima ora