A San Pietroburgo prove di disgelo tra Russia e Ue

Pubblicato il 16 giugno 2016 da redazione

pitrob

SAN PIETROBURGO. – Guardare al futuro, con orgoglio e senza preoccuparsi troppo per quel presente fatto di sanzioni e crisi economica. Lo spirito del 20esimo forum economico internazionale di San Pietroburgo (Spief) sta tutto qui. Una prova di forza, da parte della Russia, che punta sull’originale format del forum – incontri tra grande politica e grande impresa – per rilanciare la cooperazione internazionale.

E se tutta l’attenzione è concentrata sull’intervento dello ‘zar’ Vladimir Putin, Mosca incassa nella prima giornata di lavori l’apertura – con la condizionale – del presidente della Commissione Ue Jean-Claude Juncker: “Sono qui – ha detto – per costruire ponti”.

E lo ha ribadito anche il premier Matteo Renzi, che interverrà domani. “La Russia deve rispettare gli accordi di Minsk e la sovranità dell’Ucraina ma è sbagliata filosofia del tutti contro tutti, da ‘guerra fredda bis’. La Russia può e deve essere alleato della comunità internazionale nella lotta al terrorismo”, ha detto il premier a Tg2.

Juncker è intervenuto al fianco del segretario generale dell’Onu Ban Ki-moon al primo appuntamento decisivo dello Spief – “c’è chi non è felice per la mia presenza qui ma io lo sono” – per ribadire che Ue e Russia “devono dialogare” nonostante il regime sanzionatorio.

“Nelle prossime settimane – a luglio bisogna decidere sul rinnovo delle sanzioni, ndr – l’Ue terrà importanti meeting, passeremo ore a parlare della Russia&hellip ecco, io credo che si debba anche parlare con la Russia”.

Un passaggio molto applaudito dalla platea. Juncker, infatti, ha poi incontrato Putin in un bilaterale in cui, secondo i russi, si è parlato del “futuro delle relazioni fra Ue e Mosca” ma non di “sanzioni” (per quanto Juncker abbia invece annunciato il contrario). Fin qui i ponti. Poi i puntini (sulle ‘i’).

“Le azioni della Russia in Ucraina – ha ammonito Juncker – hanno scosso le fondamenta della sicurezza in Europa: sono azioni che non possono essere ignorate. Il nostro percorso di dialogo inizia con la totale implementazione degli accordi di Minsk: su Minsk l’Ue è unita e così è il G7. Un’Ucraina stabile e democratica è nell’interessa della Russia e della sua economia”.

Fissati i paletti dell’operazione “ricucitura” – l’Europa d’altra parte ha dovuto fare i conti con una serie di crisi, l’ultima delle quali si chiama Brexit, e non ne ha bisogno di altre, tanto meno, appunto, quella dell’uscita della Gran Bretagna dal club dei 28, che per quanto da evitare “non metterebbe a rischio la vita dell’Ue” – al forum si sono registrati altri ‘posizionamenti’ favorevoli al disgelo sulla rotta Mosca-Bruxelles.

L’ex presidente francese Nicolas Sarkozy ha definito l’idea d’integrare l’Ucraina nella Nato “un errore” e ha promesso che presto farà “proposte al riguardo”. Sarkozy ha poi sottolineato che Europa e Russia devono lavorare insieme, “mano nella mano”, e una nuova guerra fredda “non è nell’interesse dell’Europa”.

Il punto è che tra gli operatori economici si respira ormai la volontà di tornare al ‘business as usual’ e di cogliere tutte le opportunità che la nuova politica industriale del governo ha varato. Un fedelissimo di Putin come l’ex ministro delle Finanze Alexei Kudrin – ora consulente del presidente sulla riforme economiche – ha per esempio detto che la Russia deve smettere di usare l’energia come una “leva politica” e concentrarsi sulle misure per dare fiato “alla classe medio-bassa”, la più colpita dalla crisi.

Messaggi incoraggianti. L’aspetto economico non è secondario. La Russia si aspetta di firmare in questi giorni intese per un controvalore pari a “miliardi di euro” e l’Italia è in prima fila, unico paese ad avere allo Spief un padiglione proprio.

La Gazprom e la Shell hanno ad esempio firmato un memorandum of understanding per progetti di gas liquefatto nel Baltico. Domani tocca all’Italia con l’intervento di Renzi alla plenaria del forum e a seguire la firma di diverse intese italo-russe. In attesa del disgelo definitivo, il dialogo passa anche e soprattutto dagli affari.

(dell’inviato Mattia Bernardo Bagnoli/ANSA)

Ultima ora

00:58Medico, Trump assume farmaci per capelli

(ANSA) - WASHINGTON, 16 GEN - Tra i farmaci assunti da Trump figurano la Propecia (finasteride) contro la caduta dei capelli e il Crestor (rosuvastatina) per abbassare il colesterolo. Lo ha detto il contro ammiraglio Ronny L. Jackson, medico della Casa Bianca, aggiungendo che il presidente trarrebbe vantaggi da una dieta con meno grassi.

00:55Calcio: Var irrompe in Fa cup e regala un gol al Leicester

(ANSA) - LONDRA, 16 GEN - Svolta storica nel calcio inglese dove, per la prima volta, un gol è stato assegnato con l'ausilio della Var, sperimentata nella Fa cup nell'attesa della sua introduzione anche in Premier League. Durante la partita fra Leicester e Fleetwood Town (squadra di III Divisione), vinta dalle 'Foxes' 2-0 e valida per il terzo turno, l'arbitro ha fatto ricorso al sussidio tecnologico e, dopo avere annullato in un primo momento la rete del 2-0 firmata da Kelechi Iheanacho, dopo 70" di consultazione, ha ribaltato la propria decisione, concedendo il gol del raddoppio che era stato realizzato al 32' del secondo tempo. Una rivoluzione nella terra dove è nato il calcio. Un "grazie" con tanti punti esclamativi è apparso sull'account Twitter ufficiale del Leicester. (ANSA).

00:51Medico, Trump assume farmaci per capelli

(ANSA) - WASHINGTON, 16 GEN - Tra i farmaci assunti da Trump figurano la Propecia (finasteride) contro la caduta dei capelli e il Crestor (rosuvastatina) per abbassare il colesterolo. Lo ha detto il contro ammiraglio Ronny L. Jackson, medico della Casa Bianca, aggiungendo che il presidente trarrebbe vantaggi da una dieta con meno grassi.

00:33Calcio: doppio Balo non basta, 2-2 in derby Costa Azzurra

(ANSA) - ROMA, 16 GEN - Una doppietta di Balotelli non basta al Nizza per aggiudicarsi in trasferta il derby della Costa Azzurra. Sul terreno del Louis II, a Montecarlo, finisce 2-2 con il Monaco, passato in vantaggio con Diakhaby (33'), ma raggiunto al 2' st e superato al 23' st dall'attaccante italiano, ora a quota 9 gol. Al 48' st Radamel Falcao mette tutti d'accordo e regala il definitivo 2-2 al Monaco. Nel tardo pomeriggio si erano disputate altre due partite della 21/a di Ligue 1: il Bordeaux è stato sconfitto in casa 2-0 dal Caen, in vantaggio al 44' st con Santini su rigore; il raddoppio è arrivato in pieno recupero, al 49', con Rodelin. Il Marsiglia, invece, ha sfruttato il fattore campo e superato 2-0 lo Strasburgo: gol di N'Jie al 34' st e Payet al 43' st. Nuova classifica: Paris Saint-Germain punti 53; Marsiglia 44; Monaco 43; Lione 42; Nantes; Nizza 31; Guincamp 39; Caen e Montpellier 27; Digione 25; Stade Rennais 25; Strasburgo 24; Bordeaux e Saint-Etienne 23; Lilla 22; Amiens e Troyes 21; Angers e Tolosa 19; Metz 12.(ANSA).

00:27Medico Casa Bianca, la salute di Trump è ottima

(ANSA) - WASHINGTON, 16 GEN - La salute di Donald Trump complessivamente è eccellente: lo ha detto il controammiraglio Ronny L. Jackson, medico della Casa Bianca, in un briefing sul primo checkup medico del presidente effettuato venerdì scorso. Anche la salute cardiaca è eccellente, ha aggiunto l'ufficiale medico, secondo cui Trump ha fortissime probabilità di completare il suo mandato senza problemi medici. Jackson ha fornito nel corso del briefing alcuni dati della visita: il presidente pesa 239 libbre (108,4 kg) mentre la sua pressione del sangue è 122/74. Donald Trump ha superato "estremamente bene" anche gli esami cognitivi (30 su 30), ha detto il medico. Se ci fosse stata la presenza dell'Alzheimer o di altri problemi mentali, ha aggiunto, i test lo avrebbero rivelato.

00:00Calcio: Ronaldinho si ritira, partita d’addio dopo Mondiali

(ANSA-AP) - SAN PAOLO (BRASILE), 16 GEN - Il fratello e agente del vincitore del Pallone d'Oro 2005, Roberto Assis, ha dichiarato che Ronaldinho lascia il calcio professionistico. Assis ha detto che la partita d'addio del fratello, che oggi ha 37 anni, molto probabilmente verrà disputata dopo la fine della Coppa del mondo in Russia, prevista il 15 luglio. Nel luglio dell'anno scorso, Ronaldinho, al termine di una partita-esibizione disputata in Cecenia, dichiarò che ormai si sentiva troppo vecchio per un certo tipo di calcio. 'Ronnie' aveva disputato l'ultima partita da professionista nel 2015, in Brasile, con la maglia del Fluminense. Nel corso della carriera ha vinto un titolo mondiale, nel 2002, una Champions con il Barcellona nel 2006 e il Pallone d'Oro. Ha pure giocato in Italia, con la maglia del Milan.

23:14Usa tagliano metà fondi all’agenzia Onu per i palestinesi

(ANSA) - WASHINGTON, 16 GEN - L'amministrazione Trump ha annunciato oggi di aver tagliato 65 dei 125 milioni di dollari destinati alla Unrwa, l'agenzia dell'Onu che assiste i profughi palestinesi. Lo rende noto il dipartimento di stato Usa in una lettera nella quale chiede all'agenzia un "riesame fondamentale" della sua attività. I restanti 60 milioni saranno erogati per impedire che l'Unrwa finisca il cash entro fine mese e chiuda. Era stato il presidente Donald Trump a minacciare il taglio dei fondi ai palestinesi se non fossero tornati al tavolo dei negoziati di pace con Israele.

Archivio Ultima ora