A San Pietroburgo prove di disgelo tra Russia e Ue

Pubblicato il 16 giugno 2016 da redazione

pitrob

SAN PIETROBURGO. – Guardare al futuro, con orgoglio e senza preoccuparsi troppo per quel presente fatto di sanzioni e crisi economica. Lo spirito del 20esimo forum economico internazionale di San Pietroburgo (Spief) sta tutto qui. Una prova di forza, da parte della Russia, che punta sull’originale format del forum – incontri tra grande politica e grande impresa – per rilanciare la cooperazione internazionale.

E se tutta l’attenzione è concentrata sull’intervento dello ‘zar’ Vladimir Putin, Mosca incassa nella prima giornata di lavori l’apertura – con la condizionale – del presidente della Commissione Ue Jean-Claude Juncker: “Sono qui – ha detto – per costruire ponti”.

E lo ha ribadito anche il premier Matteo Renzi, che interverrà domani. “La Russia deve rispettare gli accordi di Minsk e la sovranità dell’Ucraina ma è sbagliata filosofia del tutti contro tutti, da ‘guerra fredda bis’. La Russia può e deve essere alleato della comunità internazionale nella lotta al terrorismo”, ha detto il premier a Tg2.

Juncker è intervenuto al fianco del segretario generale dell’Onu Ban Ki-moon al primo appuntamento decisivo dello Spief – “c’è chi non è felice per la mia presenza qui ma io lo sono” – per ribadire che Ue e Russia “devono dialogare” nonostante il regime sanzionatorio.

“Nelle prossime settimane – a luglio bisogna decidere sul rinnovo delle sanzioni, ndr – l’Ue terrà importanti meeting, passeremo ore a parlare della Russia&hellip ecco, io credo che si debba anche parlare con la Russia”.

Un passaggio molto applaudito dalla platea. Juncker, infatti, ha poi incontrato Putin in un bilaterale in cui, secondo i russi, si è parlato del “futuro delle relazioni fra Ue e Mosca” ma non di “sanzioni” (per quanto Juncker abbia invece annunciato il contrario). Fin qui i ponti. Poi i puntini (sulle ‘i’).

“Le azioni della Russia in Ucraina – ha ammonito Juncker – hanno scosso le fondamenta della sicurezza in Europa: sono azioni che non possono essere ignorate. Il nostro percorso di dialogo inizia con la totale implementazione degli accordi di Minsk: su Minsk l’Ue è unita e così è il G7. Un’Ucraina stabile e democratica è nell’interessa della Russia e della sua economia”.

Fissati i paletti dell’operazione “ricucitura” – l’Europa d’altra parte ha dovuto fare i conti con una serie di crisi, l’ultima delle quali si chiama Brexit, e non ne ha bisogno di altre, tanto meno, appunto, quella dell’uscita della Gran Bretagna dal club dei 28, che per quanto da evitare “non metterebbe a rischio la vita dell’Ue” – al forum si sono registrati altri ‘posizionamenti’ favorevoli al disgelo sulla rotta Mosca-Bruxelles.

L’ex presidente francese Nicolas Sarkozy ha definito l’idea d’integrare l’Ucraina nella Nato “un errore” e ha promesso che presto farà “proposte al riguardo”. Sarkozy ha poi sottolineato che Europa e Russia devono lavorare insieme, “mano nella mano”, e una nuova guerra fredda “non è nell’interesse dell’Europa”.

Il punto è che tra gli operatori economici si respira ormai la volontà di tornare al ‘business as usual’ e di cogliere tutte le opportunità che la nuova politica industriale del governo ha varato. Un fedelissimo di Putin come l’ex ministro delle Finanze Alexei Kudrin – ora consulente del presidente sulla riforme economiche – ha per esempio detto che la Russia deve smettere di usare l’energia come una “leva politica” e concentrarsi sulle misure per dare fiato “alla classe medio-bassa”, la più colpita dalla crisi.

Messaggi incoraggianti. L’aspetto economico non è secondario. La Russia si aspetta di firmare in questi giorni intese per un controvalore pari a “miliardi di euro” e l’Italia è in prima fila, unico paese ad avere allo Spief un padiglione proprio.

La Gazprom e la Shell hanno ad esempio firmato un memorandum of understanding per progetti di gas liquefatto nel Baltico. Domani tocca all’Italia con l’intervento di Renzi alla plenaria del forum e a seguire la firma di diverse intese italo-russe. In attesa del disgelo definitivo, il dialogo passa anche e soprattutto dagli affari.

(dell’inviato Mattia Bernardo Bagnoli/ANSA)

Ultima ora

00:51Vaccini: Camera conferma fiducia a governo, 305 sì

(ANSA) - ROMA, 28 LUG - La Camera conferma la fiducia al governo sul decreto legge vaccini con 305 voti a favore, 147 contrari e due astenuti. L'esame del testo proseguirà dalle 9, con le votazioni relative agli ordini del giorno. Il voto finale e definitivo sul provvedimento è previsto alle 12 dopo le dichiarazioni di voto che verranno trasmesse in diretta televisiva a partire dalle 10.

23:02Calcio:Montella,ottima vittoria ma non sottovalutare ritorno

(ANSA) - MILANO, 27 LUG - "Il risultato è ottimo ma non ci lascia tranquilli, non possiamo sottovalutare la partita di ritorno, in cui saremo più avanti sul piano fisico e tecnico". Vincenzo Montella commenta così il successo per 1-0 con cui il suo Milan ha vinto l'andata del preliminare di Europa League in trasferta contro i romeni del Craiova. "Non mi potevo aspettare di più, il Craiova ci ha messo in difficoltà perché era più avanti di noi nella preparazione e ha giocatori abili. Mi è piaciuto il modo con cui la squadra si approccia alla sofferenza - ha detto Montella a Sky dopo la partita in Romania -. Siamo stati un po' scolastici. Si sta inserendo qualche calciatore, siamo in costruzione e ci sarà tempo per costruire. Il mio compito è portare avanti più giocatori possibili". Il risultato è stato anche salvato da una prodezza di Gianluigi Donnarumma. "Donnarumma ha fatto una parata importantissima, in un momento decisivo della partita''.

22:24Calcio: Europa League, Craiova-Milan 0-1

(ANSA) - ROMA, 27 LUG - Il Milan batte 1-0 (1-0) la squadra romena del Csu Craiova nella partita di andata del terzo turno preliminare di Europa League. In gol per i rossoneri Rodriguez al 44' pt

21:45Sospeso processo disciplinare a Emiliano

(ANSA) - ROMA, 27 LUG - Sospeso il processo disciplinare al governatore della Puglia Michele Emiliano con invio degli atti alla Consulta. È quanto ha deciso la sezione disciplinare del Csm nel procedimento a Emiliano, magistrato in aspettativa sotto accusa per la sua attività politica come dirigente del Pd. La Consulta dovrà verificare la legittimità costituzionale della norma che prevede come illecito disciplinare per un magistrato, anche se fuori, l'iscrizione ad un partito politico. "Sono molto soddisfatto, avevo più volte detto che c'era un forte dubbio interpretativo e che ci fosse la necessità di un chiarimento. Indipendentemente da come deciderà la Corte Costituzionale, il Csm ha ritenuto che la questione di legittimità da noi sollevata possa avere fondamento". Lo ha detto Michele Emiliano, commentando la decisione della sezione disciplinare del Csm di sospendere il procedimento a suo carico e trasmettere gli atti alla Consulta.

21:03Calcio: Nainggolan, ho dimostrato di voler rimanere

(ANSA) - ROMA, 27 LUG - "Ho dimostrato quello che ho sempre voluto. Sono contento di continuare insieme". Sono le prime parole di Radja Nainggolan appena apposta la firma sul nuovo contratto che lo legherà alla Roma fino al 2021. Da Boston, dove i giallorossi sono in tournée, ha espresso soddisfazione anche il patron giallorosso James Pallotta: "Siamo felici che Radja si sia impegnato con noi a lungo termine nella fase più importante della sua carriera", ha dichiarato il presidente della Roma. "Nell'ultima stagione - ha concluso Pallotta - si è dimostrato uno dei migliori centrocampisti del mondo e non è stata una sorpresa che il suo nome sia stato accostato a quello di alcuni dei più grandi club europei. Ma non c'è mai stata la possibilità che andasse altrove, ama la Roma e noi siamo felici di averlo qui".

20:49Calcio: Mihajlovic promuove il Toro, felice Belotti resti

(ANSA) - TORINO, 27 LUG - Niente Guingamp per Andrea Belotti. L'attaccante del Torino, che nel ritiro di Bormio si è fermato per un affaticamento muscolare, non partirà per la Francia, dove sabato i granata sono impegnati in amichevole. "Ha avuto un leggero infortunio e non verrà", conferma il tecnico Sinisa Mihajlovic, soddisfatto della permanenza del giocatore. "Il presidente Cairo è stato chiaro, o clausola dall'estero o basta - sottolinea l'allenatore al sito internet del club - e lui è sereno e tranquillo". "Sono felice che sia rimasto con noi. C'è un rapporto di grande stima, fiducia e affetto", osserva il mister. Il mercato, però, è aperto fino alla fine di agosto e potrebbero esserci delle sorprese. "Noi tutti lavoriamo per il bene del Toro - taglia corto Mihajlovic - qui non ci saranno mai musi lunghi". Dopo venti giorni di ritiro, il bilancio dell'allenatore è positivo. "Ho visto impegno, voglia di far bene, applicaizone, generosità.

20:46Calcio: Roma, Nainggolan rinnova fino al 2021

(ANSA) - ROMA, 27 LUG - Radja Nainggolan ha rinnovato il suo contratto con la Roma. Il belga resterà in giallorosso fino al 2021.

Archivio Ultima ora