Il Vaticano all’Islam, insieme contro i conflitti e le violenze

Pubblicato il 17 giugno 2016 da redazione

Grand Imam: “Al-Azhar e Vaticano da oggi insieme per salvare l'uomo da guerre distruttive”

Grand Imam: “Al-Azhar e Vaticano da oggi insieme per salvare l’uomo da guerre distruttive”

CITTA’ DEL VATICANO. – Il Vaticano tende la mano all’Islam affinché non ci si volti dall’altra parte di fronte ai conflitti e alle violenze, anche terroristiche, che insanguinano il mondo. E’ il contenuto del, pur equilibrato e prudente, messaggio augurale del Pontificio Consiglio per il Dialogo interreligioso ai musulmani di tutto il mondo per il mese del Ramadan e la festa conclusiva di ‘Id al-Fitr’.

“Guardando all’umanità di oggi, siamo rattristati nel vedere tante vittime di conflitti e violenze – pensiamo qui in particolare agli anziani, ai bambini e alle donne, specialmente a coloro che sono preda del traffico di esseri umani – e tante persone che soffrono a causa della povertà, della malattia, delle dipendenze, dei disastri naturali e della disoccupazione”, si legge nel testo, diffuso anche in arabo, a firma del cardinale presidente Jean-Louis Tauran e del segretario, monsignor Miguel Angel Ayuso Guixot.

“Noi, cristiani e musulmani, siamo chiamati a fare del nostro meglio nell’imitare Dio. Egli, il Misericordioso, ci chiede di essere misericordiosi e compassionevoli verso gli altri, specialmente verso coloro che si trovano in qualsiasi tipo di bisogno. In ugual modo Egli ci invita a perdonarci reciprocamente”, aggiunge il messaggio.

“Non possiamo chiudere gli occhi di fronte a queste realtà, o voltarci da un’altra parte di fronte a queste sofferenze – dice ancora il dicastero vaticano -. E’ vero che ci sono situazioni spesso molto complesse, la cui soluzione va oltre le nostre capacità. Perciò è vitale che tutti operino insieme per assistere coloro che sono bisognosi, prescindendo dalla loro etnia o dal loro credo religioso”.

Per il Pontificio Consiglio, “è motivo di grande speranza vedere o sentire di musulmani e cristiani che si uniscono per aiutare i bisognosi. Quando uniamo i nostri sforzi, noi obbediamo ad un importante comandamento presente nelle nostre rispettive religioni e diamo dimostrazione della misericordia di Dio, offrendo così una testimonianza più credibile, come individui e come comunità”.

Di particolare significato per le relazioni tra cristiani e musulmani, specie in situazioni di conflitto e come messaggio di distensione, è anche il fatto che oggi tanti cristiani iracheni, su invito del Patriarcato caldeo, si sono uniti per tutta la giornata al digiuno osservato dai loro concittadini musulmani durante il mese sacro del Ramadan.

Lo riferisce l’agenzia vaticana Fides. L’iniziativa, proposta ai propri fedeli e a tutti i cristiani alcuni giorni fa dal Patriarcato caldeo, intende essere un segno di solidarietà con tutti i musulmani, per digiunare e pregare insieme chiedendo il dono della pace e la stabilità del Paese e dell’intera regione mediorientale.

“In questo modo”, ha ribadito il patriarca caldeo di Baghdad Louis Raphael I Sako, “abbiamo solo voluto proporre un gesto cristiano: da cristiani, confidiamo che il digiuno e la preghiera, condivisi anche con gli altri, possono fare miracoli, mentre le armi e gli interventi militari ammazzano soltanto”.

L’iniziativa ha suscitato reazioni che il patriarca definisce “paradossali: da fuori, alcuni dei nostri cristiani che vivono all’estero si sono agitati e ci hanno addirittura criticato. Da tanti musulmani, invece, ho ricevuto attestazioni di commossa gratitudine. Ieri una donna musulmana col velo è venuta in ufficio a ringraziarmi. Continuava a ripetere: vi siamo tutti molto grati, perché siamo tutti iracheni”.

Tramite Caritas Iraq sarà anche offerto un contributo di 50 mila dollari per i profughi di Falluja, mentre “in una parrocchia, offriremo simbolicamente a un gruppo di nostri concittadini musulmani l’Iftar, il pasto di rottura del digiuno”.

(di Fausto Gasparroni/ANSA)

Ultima ora

11:28Calcio: Chiellini, dura con Messi e Neymar se non sei al top

(ANSA) - TORINO, 23 LUG - "E' veramente difficile affrontare Messi e Neymar quando non si è al massimo". Dura la vita del difensore per Giorgio Chiellini, protagonista nell'amichevole che la Juventus ha perso negli Stati Uniti contro il Barcellona. "Era la prima partita, un match difficile", aggiunge sul sito internet del club. "Abbiamo avuto una sola settimana di allenamenti - osserva il giocatore, autore del gol della bandiera che non ha evitato alla Juve la sconfitta per 2-1 contro gli spagnoli -. Siamo soddisfatti, e ora continuiamo a lavorare per migliorare la condizione".

11:22William e Harry, troppo breve ultima telefonata con Diana

(ANSA) - ROMA, 23 LUG - Una telefonata breve, come quella che può esserci tra due adolescenti e una madre in vacanza. Loro volevano giocare con i cugini, non perdere tempo in chiacchiere, lei era in Francia. Ma sarà proprio la brevità della telefonata, quel 31 agosto del 1997, a 'perseguitare' i principi William ed Harry: la loro mamma, la principessa Diana, morì quella stessa notte in un incidente nel tunnel dell'Alma a Parigi. William aveva 15 anni, Harry soltanto 12. Sono proprio i due fratelli a raccontare quel giorno in un documentario di ITV: 'Diana, nostra mamma: la sua vita e la sua eredità', che sarà trasmesso domani, a vent'anni dalla scomparsa della principessa. "Harry ed io avevamo una fretta dannata di salutarla... Se avessi saputo cosa sarebbe successo non sarei stato così indifferente", racconta William. Che aggiunge: "Ma quella telefonata mi si è conficcata in testa, anche in maniera pesante". Harry afferma che quella breve chiacchierata è qualcosa che rimpiangerà per il resto della sua vita.

11:22Calcio: Allegri, “ottimo test, normale essere indietro”

(ANSA) - TORINO, 23 LUG - "È stato un bello show, una partita con giocate tecniche di alto livello. Per noi si è trattato di un ottimo test: non avevamo praticamente fatto neanche un allenamento insieme, quindi è normale che la squadra sia indietro come preparazione, anche se, ci sono state delle buone giocate a livello individuale". Il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, commenta così, sul sito internet del club, la sconfitta nell'amichevole americana contro il Barcellona. "Ora l'obiettivo - aggiunge il tecnico - è lavorare sia sulla fase offensiva che difensiva, evitare gli infortuni e tornare in Italia in buona condizione per prepararci bene per la Supercoppa e il campionato".

11:21Nuoto: Mondiali, Detti finalista nei 400 col 7/o tempo

(ANSA) - ROMA, 23 LUG - Gabriele Detti si è qualificato per la finale dei 400 stile ai Mondiali di nuoto in corso a Budapest: alla Duna Arena della capitale magiara che apre la settimana dedicata ai campioni della piscina, l'azzurro ha ottenuto il settimo tempo delle batterie di 3'45"72. "Sarà molto dura, saremo tutti motivati e vogliosi. Nuoterò in corsia laterale, magari non mi vede nessuno. Anche alle Olimpiadi di Rio avevo Mack Horton a fianco e mi ha portato fortuna". Horton ha il quarto tempo di 3'45"60. La prima degli azzurri a gareggiare è stata oggi Ilaria Bianchi che si è qualificata alle semifinali dei 100 farfalla con il 9/0 tempo delle batterie di 57"98. "E' sempre difficile nuotare così presto al mattino, ho avuto comunque delle buone sensazioni. C'è tanto da limare ma va bene così".

11:07Calcio: Fassone, Kalinic? No nomi ma Milan farà qualcosa

(ANSA) - MILANO, 23 LUG - Il Milan prosegue la sua caccia a un nuovo attaccante ma Marco Fassone non rivela se sarà Nikola Kalinic, della Fiorentina. "Non faccio più nomi, perché non voglio che qualcuno si risenta. Guai a parlare dei giocatori che sono di altri club - ha frenato l'ad rossonero, tornato in Italia con la squadra dalla tournée in Cina -. Certamente faremo qualcosa, ma con la dovuta calma. Mancano ancora quaranta giorni. La squadra è già molto competitiva così e non abbiamo nessuna fretta di concludere".Intanto Fassone è concentrato sul preliminare di Europa League. "Sono stati dieci giorni importanti e due gare importanti per il mister. Siamo stati tutti assieme e adesso parte la stagione, quella vera, con la partita di giovedì prossimo. Giovedì vedremo se la squadra è pronta".

11:06Calcio: Milan rientrato da Cina, ora testa a Europa League

(ANSA) - MILANO, 23 LUG - Il Milan è rientrato in Italia dalla tournée cinese. Il volo proveniente da Hong Kong con a bordo la squadra di Vincenzo Montella è atterrato poco dopo le 8 all'aeroporto di Malpensa. Giusto il tempo di smaltire il fuso orario nella giornata di riposo prevista oggi, poi domani i rossoneri ricominceranno ad allenarsi per preparare un'altra trasferta. Mercoledì voleranno in Romania per il primo impegno ufficiale della stagione, l'andata del preliminare di Europa League di giovedì contro il Craiova.

11:04Calcio: amichevoli, Juventus ko 1-2 col Barcellona

(ANSA) - ROMA, 23 LUG - La Juventus perde 1-2 col Barcellona, nella prima amichevole dei bianconeri in programma negli Stati Uniti. Doppietta di Neymar nel primo tempo (15' e 26'), poi nella ripresa la rete di Chiellini (63').

Archivio Ultima ora