Coppa America: una Vinotinto da favola sfida l’Argentina di Messi

Pubblicato il 18 giugno 2016 da redazione

venezuela_6

Fioravante De Simone

CARACAS – “Se non hai fiducia in te stesso, potrai sempre trovare il modo di non vincere” disse una volta l’atleta statunitense Carl Lewis.

Durante la prima fase della Coppa America Centenaria, la Vinotinto ha dimostrato di avere fiducia in sè stessa e di non temere nessuno. La nazionale allenata da Rafael Dudamel ha chiuso la prima fase con 7 punti di 9 possibili: due vittorie contro Giamaica ed Uruguay, entrambe per 1-0 ed un pari 1-1 con il Messico. Nelle altre due occasioni (2007 e 2011) in cui il Venezuela si é qualificato ai quarti lo aveva fatto con 5 punti.

Per mettere piú in risalto il lavoro svolto dalla Vinotinto in questa edizione del torneo continentale abbiamo fatto una piccola ricerca: tra le edizioni del 1967 e 2004, i criollos avevano un bilancio di 1 vittoria, 7 pareggi e 37 ko con 29 reti segnate e 149 subite. Nel 2007 la svolta, dal torneo realizzato in casa fino ad oggi il bottino é meno negativo: 6 successi, 6 pareggi e 4 sconfitte con 14 reti segnate e 17 subite.

Quell’unica vittoria, in quel periodo di oscurantismo sportivo era stata ottenuta nel ’67, allora i venezuelani superaro per 3-0 la Bolivia grazie alle reti dell’italo-venezuelano Scovino (59’), Santana (67’) e Ravelo (84’).

Per festeggiare la seconda vittoria i tifosi della vinotinto hanno dovuto attendere 40 anni: successo per 2-0 a San Cristóbal contro il Perú, a siglare le reti sono stati l’italo-venezuelano Alejandro Cichero (48’) e Daniel Arismendi (79’). Dopo questa edizione, le gioie ed i festeggiamenti sono stati piú frequenti.

In questa edizione, che celebra il centenario della manifestazione continentale, i tifosi sono contenti non solo per il pass nei quarti, ma anche per la metamorfosi che ha subito in così poco tempo questa nazionale.

Infatti, sembra che questa vinotinto targata Dudamel sia la brutta copia di quella vista fino a pochi mesi fa nelle qualificazioni. Durante la fase a gironi il Venezuela non é mai stato in svantaggio ed ha sempre segnato le sue tre reti durante la prima frazione di gioco: Martínez al 16’ contro la Giamaica, Rondón al 36’ contro l’Uruguay e Velázquez al 10’ contro il Messico.

Il reparto arretrato é stato una garanzia, iniziando dal portiere Dany Hernández che ha mantenuto la sua porta inviolata per ben 260 minuti e tutte le volte che é stato necesario ha saputo rispondere con i suoi riflessi felini. I suoi compagni di reparto Rosales, González, Vizcarrondo, Velázquez e l’ex Parma Feltsher non hanno lasciato spazi agli avversari.

Uno dei pochi nei in questa nazionale é il poco possesso palla che in alcune fasi delle gare disputate ha creato alcuni problemi alla squadra.

Il selezionatore della Vinotinto ha utilizzato 17 dei 23 convocati, non hanno ancora fatto il loro esordio Juan Pablo Añor, Yangel Herrera, Carlos ‘Mono’ Suarez, Mikael Villanueva ed i portieri Wilker Farinez e José Contreras.

Sulla strada della vinotinto adesso c’é la nazionale di Messi, appuntamento fissato per oggi nel Gilette Stadium di Boston. In 13 gare disputate contro l’albiceleste il bilancio é il seguente: 1 vittoria per il Venezuela e 12 ko. Con 5 reti per la vinotinto e 45 subite.

L’unica rete venezuelana é stata segna durante le qualificazioni per il mondiale Brasile 2014: l’11 ottobre del 2011 una zuccata di Amorebieta permise di ottenere la prima ed unica storica vittoria contro l’albiceleste.

Il Venezuela cercherá di prendere esempio da quella gara per emulare la storica gesta. Nello stadio di Boston é arrivata anche l’unica vittoria contro il Brasile, quella fu una gara amichevole. Sará forse un presaggio, in questa favola chiamata vinotinto? Stasera lo scopriremo.

Ultima ora

00:11Calcio: Torino-Milan 2-2

(ANSA) - ROMA, 16 GEN - Torino-Milan 2-2 (2-0) nell'ultimo posticipo della 20/a giornata della Serie A. A segno per i granata Belotti (21' pt) e Benassi (26' pt). Per i rossoneri in gol Bertolacci all'11' st (rete convalidata da Tagliavento grazie all'ausilio della gol-line technology) e Bacca su rigore al 15' st. Nel primo tempo Ljajic fallisce un calcio di rigore.

23:44Juve:Agnelli, disappunto per ko, ma obiettivo leggenda

(ANSA) - MILANO, 16 GEN - "Il risultato di ieri è un motivo di disappunto, ma dobbiamo restare concentrati sull'obiettivo finale: questa stagione ci può e deve portare nella leggenda". Così il presidente della Juventus, Andrea Agnelli, questa sera al Museo delle Scienze e della Tecnologia di Milano dove presenta il nuovo logo del club.

23:26Investiti da treno nel Fiorentino, 1 morto e un ferito

(ANSA) - MONTELUPO (FIRENZE), 16 GEN - Una persona è morta, un'altra è rimasta ferita, sembra in modo non grave, in un incidente avvenuto, poco dopo le 21, alla stazione ferroviaria di Montelupo (Firenze). Secondo le prime informazioni le due persone sarebbero state investite dal treno regionale Pisa-Firenze. Ancora da chiarire la dinamica di quanto successo. Sul posto, oltre al 118, la polfer e i carabinieri. La linea ferroviaria è interrotta in entrambe le direzioni. (ANSA).

23:21Maltempo: Firenze, domani chiusi parchi, giardini e cimiteri

(ANSA) - FIRENZE, 16 GEN - Chiusi domani a Firenze parchi, giardini e cimiteri comunali. Lo ha deciso l'unità di crisi, presieduta dalla vicesindaca Giachi, che si è insediata alle 19 al centro operativo della Protezione civile all'Olmatello, a Firenze. In un nuovo alert system lanciato dalla protezione civile del Comune dopo che le nuove previsioni meteo hanno confermato, per domani, codice arancione per il vento forte, si invitano poi i cittadini a prestare la massima attenzione ed evitare, domani, spostamenti e attività all'aperto in particolare dalle 7 alle 13. Il centro coordinerà l'attività delle strutture operative per fronteggiare eventuali criticità. Al momento, però, non si registrano emergenze. (ANSA).

23:15Trasporti: riattivato traffico in Stazione Centrale a Milano

(ANSA) - MILANO, 16 GEN - E' stato pienamente riattivato alle 19.45 il traffico ferroviario nella stazione Milano Centrale, dopo che un guasto alla linea elettrica di alimentazione dei treni ha fortemente rallentato la circolazione ferroviaria dalle 17.05. Secondo quanto comunica RFI, i treni a lunga percorrenza e i regionali hanno registrato ritardi medi di circa un'ora, con un picco massimo di tre ore per due treni, oltre a limitazioni di percorso, deviazioni e cancellazioni. Sono in corso di accertamento le cause del guasto che ha interessato i binari dall'1 al 12. (ANSA).

23:02Donne uccise a Bergamo, esclusa ipotesi serial killer

(ANSA) - BERGAMO, 16 GEN - Perde definitivamente peso l'ipotesi di un killer seriale che si aggira nella Bergamasca dato che è stato accertato che non è stata la stessa mano a uccidere Gianna Del Gaudio e Daniela Roveri. Pur non trascurando nulla, il procuratore capo di Bergamo Walter Mapelli spegne quella che già dall'inizio per gli inquirenti era sembrata una ipotesi poco verosimile. La procura aveva comunque chiesto ai medici legali che hanno eseguito le autopsie delle due donne di comparare le ferite e verificare eventuali analogie. Dalla comparazione la conferma che i due omicidi non sono collegati né collegabili. Gianna è stata colpita più di una volta, Daniela solo una. Inoltre il taglio alla gola inferto a Daniela è orizzontale, mentre è diagonale quello che ha ucciso Gianna. Infine l'arma con cui è stata sgozzata Gianna ha scalfito anche la spina dorsale, quella che ha ucciso Daniela, invece, ha praticamente tranciato le vertebre della spina dorsale. (ANSA).

22:43Focara: accesa grande pira a Novoli su note della ‘pizzica’

(ANSA) - NOVOLI (LECCE), 16 GEN - Anche quest'anno la pioggia, che è caduta per quasi tutto il giorno su Novoli, non ha fermato la tradizionale accensione della Focara, il più grande falò del Mediterraneo, eretto in onore di Sant'Antonio Abate. Per la prima volta è stato il ritmo della 'pizzica' a scandire quello dei fuochi pirotecnici che hanno infiammato la gigantesca pira alta 25 metri e larga 20 metri. Sulle note del brano 'Fuecu' di Daniele Durante, il corpo di ballo de La Notte della Taranta ha danzato come una "comunità che attraverso il fuoco sprigiona energia e sentimento", ha sottolineato il coreografo Fabrizio Mainini. Una comunità di circa 70mila persone che il paese di 8.500 abitanti accoglierà fino al 18 gennaio. Prevista esibizione di Vinicio Capossela che eseguirà per la prima volta un brano scritto nel 2008, ispirato dal rito dell'enorme falò: 'Focara Focara'. Presenti anche il governatore della Puglia, Michele Emiliano, con il sindaco di Novoli e presidente della fondazione Focara, Gianmaria Greco.

Archivio Ultima ora