Si fingevano carabinieri per rubare in casa, 7 arresti

(ANSA) – MILANO, 21 GIU – E’ stata sgominata una organizzazione di rom sinti i cui appartenenti si qualificavano come carabinieri, addetti alla lettura dei contatori del gas o impiegati dell’acquedotto, per mettere a segno furti in abitazione in gran parte in Lombardia. I carabinieri, quelli veri, hanno eseguito sette provvedimenti di custodia cautelare in carcere, con undici decreti di perquisizione domiciliare, per concorso in furto in abitazione, resistenza a pubblico ufficiale, lesioni e danneggiamento, emessi dal gip del Tribunale di Lodi. Sono 43 i furti accertati tra dicembre 2015 e maggio 2016.

Condividi: