Expo: pm, condannare Rognoni a cinque anni

Pubblicato il 22 giugno 2016 da ansa

(ANSA) – MILANO, 22 GIU – Il pm di Milano Eugenio Fusco ha chiesto una condanna a 5 anni di carcere per Antonio Rognoni, l’ex direttore generale di Infrastrutture Lombarde spa imputato per corruzione, turbativa d’asta e rivelazione di segreto d’ufficio nell’ultimo filone, l’unico andato a dibattimento, dell’inchiesta sulla cosiddetta ‘cupola degli appalti’ per l’Expo che ha portato già ad una serie di patteggiamenti, tra cui quelli dell’ex Dc Gianstefano Frigerio, dell’ex Pci Primo Greganti e dell’ex senatore del Pdl Luigi Grillo. Rognoni, in particolare, è accusato di turbativa d’asta per la gara per le cosiddette ‘architetture di servizi’ per l’Esposizione Universale e ancora di turbativa d’asta, corruzione e rivelazione di segreto d’ufficio per la gara, non andata in porto nel 2014, per la realizzazione della Città della Salute a Sesto San Giovanni.

I commenti sono chiusi.

Ultima ora

18:17Usa: sparatoria in scuola Texas

(ANSA) - WASHINGTON, 22 GEN - Una ragazza ferita: è questo per ora il bilancio della sparatoria in una scuola superiore di Italy, Texas. Lo riferiscono i media Usa. L'istituto è ancora in 'lockdown'.

18:16Olp, discorso di Pence è regalo agli estremisti

(ANSAmed) - TEL AVIV, 22 GEN - Il discorso "messianico" del vicepresidente Mike Pence alla Knesset "servirà come regalo agli estremisti nella regione". Lo ha detto - citato dai media israeliani - il segretario dell'Olp Saeb Erekat. Un intervento - ha aggiunto - che prova come "l'amministrazione Usa sia parte del problema più che la sua soluzione. Il suo messaggio al resto del mondo è chiaro: violate la legge internazionale e le risoluzioni, e gli Usa vi compenseranno".

18:15Puigdemont, malgrado le minacce di Madrid faremo un governo

(ANSA) - MADRID, 22 GEN - "Malgrado le minacce di Madrid faremo un governo": cosi il presidente uscente catalano Carles Puigdedmont ora formalmente candidato alla rielezione oggi a Copenaghen per partecipare ad un dibattito sulla Catalogna, per il quale la procura di Madrid aveva chiesto il suo arresto. Puigdemont ha denunciato le misure repressive dello stato spagnolo e ha definito "una vendetta" che quattro leader indipendentisti siano ancora in carcere. "Sono - ha affermato - detenuti politici".

18:12Pence, ambasciata Usa a Gerusalemme l’anno prossimo

(ANSAmed) - TEL AVIV, 22 GEN - "L'ambasciata Usa aprirà a Gerusalemme entro la fine dell'anno prossimo". Lo ha detto il vicepresidente Usa Mike Pence. "Trump - ha aggiunto riferendosi alla decisione su Gerusalemme - ha fatto la storia".(ANSAmed).

18:11Erdogan, ‘gli Usa pensino all’Afghanistan e all’Iraq’

(ANSA) - ISTANBUL, 22 GEN - "Dagli Stati Uniti ci chiedono" quando finirà l'operazione contro l'enclave curda di Afrin nel nord della Siria. "Io vorrei chiedere agli Usa la stessa cosa: quando finirà l'operazione in Afghanistan? E in Iraq? E ora siete in Siria... Non penso che possiate parlare di scadenze. La guerra non è un'equazione matematica". Così il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, che è anche tornato ad attaccare gli Usa per l'invio ai curdi siriani del Pyd di "5 mila camion e 2 mila aerei pieni di armi, che sono state date a un'organizzazione terroristica e potrebbero essere usate contro di noi". "Come l'operazione 'Scudo dell'Eufrate', la nostra 'Ramo d'ulivo' finirà quando avremo raggiunto il nostro obiettivo, e non chiederemo il permesso a nessuno per condurre questa operazione", ha aggiunto Erdogan.

18:02Siria: forze turche aprono terzo fronte su Afrin

(ANSAmed) - BEIRUT, 22 GEN - La Turchia e le milizie siriane sostenute da Ankara nel nord-ovest della Siria hanno aperto stamani un terzo fronte nell'offensiva di terra contro l'enclave curdo-siriana di Afrin. Lo riferiscono fonti sul terreno precisando che oltre alle due aree di operazioni, nel nord e nel nord-ovest, le truppe turche stanno conducendo azioni anche nell'area sud-occidentale del distretto di Afrin. L'azione di terra è accompagnata da un'intensa attività di artiglieria su zone controllate dall'ala siriana del Pkk ad Afrin.

18:00Scajola: mi sono interessato asilo Matacena, no reato

(ANSA) - REGGIO CALABRIA, 22 GEN - "Io non ho mai negato di essermi interessato a far ottenere l'asilo politico a Matacena, ma continuo a pensare che non sia un reato. Semmai una questione inopportuna, che non rifarei". A dirlo è stato Claudio Scajola parlando con i giornalisti in una pausa del processo in cui è imputato a Reggio Calabria per procurata inosservanza della pena in relazione alla latitanza dell'ex deputato di Fi Amedeo Matacena, condannato a 3 anni per concorso esterno in associazione mafiosa e adesso a Dubai. Nel corso dell'udienza è stata confermata la convocazione come teste per il prossimo 5 febbraio di Silvio Berlusconi. I giudici hanno poi ascoltato la testimonianza del funzionario ex Carige (banca di cui era vicepresidente un fratello di Scajola) Paolo Pippione, il quale ha confermato le pressioni dell'ex ministro affinché spostasse somme di danaro da Montecarlo a Nizza per favorire i coniugi Matacena, pressione alle quali Pippione ha sempre resistito dopo avere scoperto che Matacena era stato condannato.

Archivio Ultima ora