Brexit o non Brexit, quasi quasi divento italiano

Pubblicato il 23 giugno 2016 da redazione

italiani-Tim-Parks1

LONDRA. – Per non sbagliare, Tim Parks ripassa in queste ore le parole del giuramento da pronunciare per entrare in possesso di un passaporto italiano: “Giuro di essere fedele alla Repubblica e di osservare la Costituzione e le leggi dello Stato…”.

A rivelarlo è lui stesso sulle colonne del Guardian. Inglese di Manchester, scrittore e saggista, Parks è da 35 anni trapiantato nel Bel Paese. Ha la cittadinanza onoraria di Verona e guarda allo storico referendum sulla permanenza o meno del suo Paese d’origine nell’Ue con un filtro tutto personale: “Brexit o non Brexit, è venuto per me il momento di diventare cittadino italiano?”, si domanda.

A 61 anni e mezzo deve essere un passo difficile da compiere. Per un britannico – quand’anche innamorato a modo suo dell’Italia, come lui – un passo difficilissimo. Parks, in un giorno che fa da spartiacque nella storia del Regno Unito, si confessa ai lettori.

La sua è la storia di uno del milione e 260.000 sudditi di Sua Maestà che hanno deciso di attraversare la Manica e hanno scelto di vivere in altri Paesi europei. Tagliare i ponti per loro significherebbe un mare di guai, forse “un disastro”, scrive: se va bene ci sarà da riempire un bel po’ di scartoffie per “il diritto di soggiorno”; se va male – paventa – “ci chiederanno di andarcene”.

Un vero dilemma per un uomo che ha messo su casa nella penisola, insegna da 22 anni in un’università di Milano, ha fatto nascere tre figli nella patria d’adozione e li ha mandati nelle scuole italiane, vi ha scritto vari romanzi (da ‘Lingue di fuoco’ a ‘Il sesso è vietato’) e saggi (da ‘Italiani’ a ‘Questa pazza fede’ dedicato al mondo del calcio tricolore).

Tim si rende conto che non sono queste ragioni private a poter determinare la scelta dei connazionali se divorziare da Bruxelles o no. Tanto più che egli stesso si mostra ‘euroincerto’. L’Ue, nota, “ci ha portato cose eccellenti”, come “il diritto di vivere e lavorare dove ci piace in un’area tanto vasta e diversa”.

Ma anche “enormi problemi”: fra gli altri, elenca “gli sprechi, la folle politica agricola, la sottomissione di Stati più piccoli all’asse franco-tedesco o, più di recente, alla Germania” punto e basta.

Senza contare che la globalizzazione “non ha aiutato ad avvicinare i Paesi Ue l’uno all’altro” e che dappertutto – recrimina – si leggono “più libri americani” o si guardano “più film americani” che di altre realtà europee.

Pur con tutte le incertezze, una decisione s’impone. Se è Leave, “la Germania sarà ancor più dominante in Europa e la Gran Bretagna perderà influenza in un conglomerato di nazioni la cui volontà è cruciale per il nostro benessere”, prevede. Ma almeno il Regno Unito potrà tornare “libero di far pasticci per proprio conto”.

Intanto Tim Parks la sua scelta la prepara: e manda a memoria la formula di rito del giuramento alla Repubblica.

Ultima ora

05:38Corea Sud: procura vuole arresto ex presidente Park

(ANSA) - PECHINO, 27 MAR - La procura sudcoreana chiederà un mandato di cattura per l'ex presidente della Repubblica Park Geun-hye, decaduta il 10 marzo dopo che la Corte costituzionale ha validato la procedura di impeachment approvata il 9 dicembre dal parlamento. Lo riporta l'agenzia Yonhap, ricordando che Park è coinvolta nello scandalo per abuso di potere e corruzione che ha portato all'arresto la sua confidente e "sciamana" Choi Soon-sil.

04:58Terremoto: scossa 3.2 nel Reatino, Amatrice trema ancora

(ANSA) - ROMA, 27 MAR - Una scossa di magnitudo 3.2 è stata registrata alle 4:08 dall'Ingv nella provincia di Rieti ad una profondità di 9 km. I comuni più vicini all'epicentro sono Amatrice, Campotosto, Accumoli e Capitignano. (ANSA).

00:24Mondiali 2018: Montenegro-Polonia 1-2

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - Vittoria esterna delle Polonia che ha battuto 2-1 Montenegro in una partita giocata a Podgorica e valida per il gruppo E delle qualificazioni al Mondiale del 2018. Ha aperto le marcature Lewandowski al 40' per la Polonia, pari di Mugosa al 62'. La rete della vittoria porta la firma di Piszczek all'81'.

00:22Mondiali 2018: Scozia-Slovenia 1-0

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - La Scozia ha battuto 1-0 la Slovenia in una partita giocata a Glasgow e valida per il gruppo F delle qualificazioni al Mondiale del 2018. La rete è stata segnata da Martin all'88'.

00:13Mondiali 2018: Irlanda del Nord-Norvegia 2-0

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - A Belfast l'Irlanda del Nord ha battuto 2-0 la Norvegia in una partita valida per il gruppo C delle qualificazioni ai mondiali di Russia 2018. Le reti sono state segnate da Ward al 2' e Washington al 32'.

23:28Calcio: Bari-Novara 0-0, pugliesi rallentano ancora

(ANSA) - BARI, 26 MAR - Il Bari, dopo la debacle di Trapani, rallenta ancora la sua marcia verso l'alta classifica pareggiando 0-0 con il Novara al San Nicola. Nonostante il sostegno dei 21mila sugli spalti, Floro Flores e Brienza non sono riusciti a scardinare l'ordinata difesa disposta da Boscaglia. Nella ripresa Floro Flores ha avuto due buone occasioni non concretizzate, mentre il Novara si è difeso con ordine. Nel finale c'è stato lo sterile forcing pugliese, ma l'innesto di Maniero per un attacco a due punte non ha accresciuto il potenziale balistico biancorosso e soprattutto non ha dato i risultati sperati. Il Bari sale a quota 47, mentre il Novara resta in scia con 46 punti.

22:32Ventenne pestato da branco ad Alatri, è morto a Roma

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - E' morto stasera all'Umberto I di Roma il ventenne di Alatri pestato a sangue in piazza nella città in provincia di Frosinone. Lo si è appreso da fonti investigative. Emanuele Morganti non ce l'ha fatta dopo ore di agonia ed un intervento chirurgico. Era stato aggredito due notti fa da un gruppo di persone dopo una lite in un locale nel centro storico del comune frusinate per difendere la fidanzata. Il pm della procura di Frosinone ed i carabinieri stanno interrogando alcuni sospettati.

Archivio Ultima ora