Giappone: comando Usa vieta celebrazioni 4 luglio

(ANSA) – TOKYO, 23 GIU – Nessuna celebrazione per le truppe statunitensi in Giappone per il Giorno dell’Indipendenza, il prossimo 4 luglio: il comando militare americano ha cancellato la tradizionale parata dei fuochi d’artificio dopo l’uccisione di una giovane 20enne da parte di un ex marine Usa nell’isola di Okinawa il mese scorso, un episodio che ha innescato l’irritazione delle popolazione locale e la richiesta della revisione dei trattati. Ogni forma di cerimonia sarà annullata nelle basi attorno la capitale, Atsugi e Yokosuka, e a Sasebo, a sud del Giappone. La decisione del comando Usa arriva nel giorno della ricorrenza del 71esimo anniversario della battaglia di Okinawa, una delle più feroci della Seconda guerra mondiale. Il governatore di Okinawa Takeshi Onaga ha chiesto al governo di Tokyo una rettifica dei trattati diplomatici per consentire un trattamento paritario per l’imputazione del personale militare statunitense, oltre all’appello per lo smantellamento della base di Kadena, la più grande del Pacifico

Condividi: