“Google ci ha danneggiati”, pizzeria napoletana gli fa causa

(ANSA) – NAPOLI, 23 GIU – La storica pizzeria napoletana “Brandi” cita in giudizio il motore di ricerca più famoso del mondo, Google, per il quale il locale è “chiuso definitivamente”. Ad aprire le ostilità contro il colosso di Mountain View è l’avvocato Angelo Pisani, fondatore di Noiconsumatori.it, che “per i gravi danni d’immagine e patrimoniali causati a uno dei simboli di Napoli nel mondo”, definitivamente chiusa su internet secondo Google, “chiederà un milione di euro di risarcimento”.

Condividi: