Raggi si insedia, presenterà la giunta in Aula il 7 luglio

Pubblicato il 23 giugno 2016 da redazione

New Rome's Mayor Virginia Raggi reacts, while she appearing on a balcony, during the settlement ceremony at Campidoglio Palace (the town hall) in Rome, Italy, 23 June 2016. ANSA/MASSIMO PERCOSSI

New Rome’s Mayor Virginia Raggi reacts, while she appearing on a balcony, during the settlement ceremony at Campidoglio Palace (the town hall) in Rome, Italy, 23 June 2016.
ANSA/MASSIMO PERCOSSI

ROMA. – Il Campidoglio è 5 Stelle. Virginia Raggi, neoeletta sindaco di Roma, si è insediata a Palazzo Senatorio. Con qualche lacrima versata affacciandosi dal balcone con vista Fori imperiali e tanto di diretta Facebook all’insegna della trasparenza cavallo di battaglia del M5s.

“La giunta la annuncerò il 7 luglio” dice la pentastellata. Tra le sue priorità la riorganizzazione della giungla partecipate, in particolare Ama e Atac, con tanto di richiesta di pagelle per i cda. E sul dibattito sindaco-sindaca cita l’Accademia della Crusca e taglia corto: “Chiamatemi Virginia”.

È stato un arrivo green sul colle capitolino a bordo di una miniauto elettrica, sulla falsariga del suo predecessore – Ignazio Marino aveva pedalato in sella ad una bici rossa. Prima di entrare in Campidoglio, fascia tricolore sulla spalla, annuncia che il resto della sua giunta la presenterà durante il primo consiglio comunale che si terrà il 7 luglio.

E tiene a precisare: “Io marcia indietro? Gli assessori non sono sottoposti al codice etico, che era stato pensato solo per i consiglieri eletti”. Intanto continua a balzare alle cronache l’ex rugbista Andrea Lo Cicero, assessore allo Sport in pectore, questa volta per una presunta aggressione ai danni di una giornalista tv.

Raggi nel suo primo giorno in Campidoglio illustra le sue priorità. Al primo posto riorganizzare l”universo partecipate’. “Dobbiamo valutare i componenti dei cda attuali per capire cosa hanno fatto e cosa non hanno fatto e ovviamente metteremo mano anche a loro”, assicura. Tant’è che il sindaco 5 Stelle ha già inviato una lettera in Campidoglio per avere “chiarimenti immediati su Atac e Ama”.

E dopo la sua prima uscita in fascia tricolore alla Pontificia Università Lateranense il primo cittadino sembra continuare anche a curare i suoi rapporti Oltretevere: a breve potrebbe chiedere udienza a Papa Francesco – un incontro tra i due potrebbe già esserci il 29 giugno in occasione della festa di San Pietro e Paolo, patroni di Roma.

Il giorno dell’insediamento, l’avvocatessa pentastellata, lo inizia ricordando Mario Amato, magistrato ucciso dai Nar, e promettendo “di non lasciare mai solo chi combatte per la ricerca della verità”. Poi per Raggi una girandola di cerimonie ufficiali.

Le prime uscite in fascia tricolore per il neo sindaco che in mattinata ha deposto corone all’Altare della Patria, a Porta San Paolo, alle Fosse Ardeatine e al Tempio Maggiore. “Attenzione perché il fascismo è una grandissima bestia”, le dice un anziano rappresentante dell’Anpi. “Mi impegno a raccogliere questa importante eredità per la nostra amata città e il nostro caro Paese” replica Raggi.

Nel pomeriggio l’entrata in Campidoglio, accolta dai dipendenti capitolini. Molte delle quali donne: “Che bello vedere così tante donne nell’amministrazione. Forza!”, ha detto loro il sindaco. Poi si è affacciata dal balcone del suo studio con vista ai Fori imperiali. Lì un momento di commozione. Poi subito dopo una riunione con i vertici del gabinetto ad interim. E Raggi posta in rete una foto e cinguetta su Twitter: “Al lavoro per la nostra città”.

(di Davide Muscillo/ANSA)

Ultima ora

00:40Ovazione per Trump a concerto inaugurale

(ANSA) - NEW YORK, 19 GEN - Ovazione per Donald TRump all'ingresso al Lincoln Memorial, dove è in corso il concerto per l'inaugurazione. Dal pubblico si è alzato il coro 'Trump, Trump'. Il presidente eletto è arrivato mano nella mano con Melania al Lincoln Memorial. Un ingresso sulle note dei Rolling Stones, 'Heart of Stone'. Trump e Melania, sorridenti, hanno salutato il pubblico e hanno preso posto nel palco d'onore, in prima fila a fianco a Ivanka e Jared Kushner.

22:39Moda: Pitti Bimbo, Trussardi Junior partner di Brave Kid

(ANSA) - FIRENZE, 19 GEN - Debutta oggi a Pitti Bimbo 84 la prima collezione Trussardi Junior prodotta e distribuita in licenza mondiale da Brave Kid, azienda del gruppo Otb di Renzo Rosso. "Abbiamo trovato in Brave Kid il partner ideale in grado di rappresentare al meglio i valori Trussardi nell'ambito del kidswear", dice Tomaso Trussardi, Ad del gruppo. La collezione, da 4 a 14 anni, propone una versione mignon dei codici di stile dell'azienda fondata a Bergamo nel 1911: dettagli con l'iconico levrieo, stampe floreali, loghi all over. E' un total look completo, con cappottino, bomber in pelle, piumini bi-color, completi di felpa, gilet, giubboni di nylon, T-shirts.

22:11Poliziotto cede mitraglietta a pregiudicato, due in carcere

(ANSA) - LECCE, 19 GEN - Un poliziotto in servizio alla Questura di Lecce è stato sottoposto a fermo di polizia giudiziaria, trasferito in carcere e sospeso dal servizio per aver rubato un'arma da guerra, una pistola mitraglietta Beretta M12, custodita nell'armeria della Questura, cedendola ad un pregiudicato di Merine, frazione di Lizzanello (Lecce), arrestato per detenzione illegale di arma da guerra. La mancanza dell'arma è stata scoperta durante una verifica in armeria e l'indagine interna è scattata immediatamente. L'agente sospettato ha subito ammesso le proprie responsabilità e di aver ceduto l'arma ad un pregiudicato di Merine, nella cui abitazione è stata trovata. Il poliziotto dovrà rispondere di furto e detenzione illegale di arma da guerra. Il questore di Lecce, Pierluigi D'Angelo: "E' un episodio di estrema gravità che ci addolora profondamente, ma è significativo che a portarla alla luce ed a sventare il tentativo siano stati altri poliziotti e che la struttura sia stata in grado di reagire tempestivamente".

22:11Polemica su spettacolo transgender, Arcigay invita assessore

(ANSA) - VENEZIA, 19 GEN - Ha scatenato una polemica in Veneto la programmazione il 7 marzo prossimo al teatro Astra di Vicenza dello spettacolo "Fa'afafine-Mi chiamo Alex e sono un dinosauro", lavoro del regista siciliano Giuliano Scarpinato il quale racconta la storia di un bambino che non ha ancora deciso se essere maschio o femmina, o meglio, vorrebbe essere tutti e due. L'Arcigay di Vicenza ha ringraziato l'assessore regionale veneto Elena Donazzan (Fi), che ieri aveva inviato una lettera al ministro dell'istruzione, Valeria Fedeli, chiedendole di non consentire alle scuole di proporre lo spettacolo sul bambino transgender. "Ringraziamo l'assessore regionale Elena Donazzan per la notevole visibilità offerta a "Fa'afafine-Mi chiamo Alex e sono un dinosauro'" scrive l'Arcigay, che invita l'esponente regionale a vedere assieme lo spettacolo, disposto ad offrirle il biglietto di ingresso. (ANSA).

22:01Terremoto: Salvini, ho riportato voci dei sindaci arrabbiati

(ANSA) - ROMA, 19 GEN - "Polemiche sul terremoto? Io ho riportato la voce dei sindaci e dei cittadini arrabbiati. Se la Boldrini dice che è grave il ritardo dei soccorsi, è un richiamo delle istituzioni, ma se lo dice Salvini scoppia la polemica...". Così il leader della Lega Nord Matteo Salvini, ospite di Lilli Gruber a Otto e mezzo su La7. "La nomina di Errani a comandante in capo per la ricostruzione, è una nomina politica per un organismo che è tecnico e secondo me non è una cosa buona. Renzi - conclude - aveva bisogno di sistemare una casella politica".

21:59Terremoto: domani in cdm estensione stati di emergenza

(ANSA) - ROMA, 19 GEN - Il consiglio dei ministri, a quanto si apprende da fonti di governo, dovrebbe domani mattina alle 11 procedere, con provvedimenti fuori sacco, con l'estensione degli stati di emergenza nei territori colpiti negli ultimi giorni da nuove scosse di terremoto e dai danni dell'eccezionale ondata di maltempo. Saranno aumentati, a quanto si apprende, gli interventi sui territori colpiti senza allargare il cratere dei comuni colpiti già definiti nei mesi scorsi.

21:48Hotel Rigopiano: Curcio, finora due vittime

(ANSA) - PENNE (PESCARA), 19 GEN - Finora dall'hotel Rigopiano "sono state estratte due vittime": lo ha detto a Penne il capo della Protezione civile Fabrizio Curcio. "I numeri li da' la prefettura, che qui ha parlato di due vittime e quindi io mi attengo a questo numero", ha aggiunto Curcio, a margine del vertice sui soccorsi all'Hotel Rigopiano. "Si continuerà a lavorare tutta la notte, compatibilmente con le esigenze di sicurezza degli operatori, tenendo presente che si tratta di un'operazione molto complicata - ha aggiunto Curcio - sono all'opera 135 persone, con più di 20 mezzi". Curcio ha rimarcato: "Ci sono persone che stanno lavorando al limite del possibile e che stanno svolgendo il proprio compito con grande professionalità e passione. È un lavoro di soccorso, in una situazione difficile".

Archivio Ultima ora