Papa: genocidio Armeni ha aperto immani catastrofi ‘900

(ANSA) – EREVAN, 24 GIU – Parlando alle autorità civili armene, il Papa ha ricordato la celebrazione di un anno fa a San Pietro per fare “memoria del centenario del Metz Yeghern, il ‘Grande Male’, che colpì il vostro popolo e causò la morte di un’enorme moltitudine di persone”. “Quella tragedia, quel genocidio – ha detto – inaugurò purtroppo il triste elenco delle immani catastrofi del secolo scorso, rese possibili da aberranti motivazioni razziali, ideologiche o religiose, che ottenebrarono la mente dei carnefici fino al punto di prefiggersi l’intento di annientare interi popoli”. “E’ di vitale importanza – ha aggiunto il pontefice – che tutti coloro che dichiarano la loro fede in Dio uniscano le loro forze per isolare chiunque si serva della religione per portare avanti progetti di guerra, di sopraffazione e di persecuzione violenta, strumentalizzando e manipolando il Santo Nome di Dio”.

Condividi: