Isis: 900 curdi catturati in Siria

(ANSAmed) – BEIRUT, 24 GIU – Novecento civili curdi, in maggioranza uomini e ragazzi, sono stati fatti prigionieri dall’Isis nel nord della Siria nelle ultime tre settimane e molti di loro sono stati costretti a scavare trincee. Lo ha detto all’agenzia Ap Sherfan Darwish, un portavoce delle cosiddette Forze democratiche siriane (Sdf), una coalizione di miliziani curdi e arabi sostenuta dagli Usa che dalla fine di maggio ha lanciato un’offensiva contro lo Stato islamico nella regione di Manbij, una roccaforte del ‘Califfato’. La notizia è stata confermata dall’Osservatorio nazionale per i diritti umani (Ondus), secondo il quale i sequestri sono avvenuti in villaggi vicino alla città di Al Bab, anch’essa controllata dall’Isis. In passato lo Stato islamico si è già reso responsabile del sequestro di centinaia di civili nel nord della Siria, in particolare di curdi e cristiani, che sono poi stati rilasciati in cambio del pagamento di riscatti.

Condividi: