Dopo lo shock, a Palazzo Chigi si studiano le misure anticrisi

Pubblicato il 25 giugno 2016 da redazione

Renzi a Palazzo Chigi

Renzi a Palazzo Chigi

ROMA,.- “Trasformare lo shock in opportunità” e ripartire aggredendo la prateria che si apre ora in Europa con l’uscita della Gran Bretagna, Paese che ha sempre messo un freno all’integrazione. Questa è la linea che corre tra palazzo Chigi e il Quirinale in una giornata nella quale si è potuto ragionare con un po’ più di calma sugli effetti a lungo termine della Brexit.

Certo le incognite sono tante e per questo Matteo Renzi ha avuto una serie di incontri a palazzo Chigi con l’obiettivo di preparare al meglio gli incontri internazionali della prossima settimana e quello informale all’Eliseo con il presidente Francois Hollande.

Naturalmente il governo non può ignorare gli effetti devastanti dell’uscita di Londra sui mercati e il panico generalizzato che ha fatto anche alzare lo spread, il differenziale tra i bond e i bund tedeschi. Palazzo Chigi si è trasformata in una centrale anticrisi con le visite del ministro dell’Economia Padoan e della Sviluppo economico Calenda.

Nessun intervento è stato definito, riferiscono alcune fonti, ma è certo che il Governo debba tenere nel cassetto alcune misure per difendere le banche italiane che sono chiaramente sotto attacco. E la riapertura dei mercati di lunedì viene tenuta sotto controllo alla luce delle perdite a doppia cifra di tutti gli istituti di venerdì.

Si annuncia quindi una settimana di fuoco per Renzi che cercherà di cogliere le opportunità che possono però aprirsi con Londra sempre più lontana. Come ha spiegato un europeista di lunga data, Giorgio Napolitano, “adesso nessuno nell’Unione Europea potrà dire che non si può andare avanti più decisamente sulla linea dell’integrazione perché gli inglesi ce lo impediscono”.

E su questa osservazione si muove anche l’Italia. I continui contatti tra Renzi e Mattarella sono serviti per trovare nuove fonti di ottimismo mettendo a fuoco la necessità di un’azione politica forte ed immediata. Paradossalmente, si ragiona in ambienti del Quirinale, con l’uscita della Gran Bretagna il fronte degli euroscettici va in difficoltà.

Si aprono quindi nuovi spazi per spingere sull’integrazione e nuovi corridoi per l’azione dell’Italia. Per esempio rafforzando dinamiche parlamentari europee: probabilmente di questo parleranno Renzi e Hollande nella cena di Parigi. Fornire al Pse un ruolo propulsore per le riforme e la flessibilità potrebbe essere importante per il prossimo futuro dell’Unione.

Ma c’è da convincere la Merkel e il Ppe a fare altrettanto sperando che abbia la forza e il coraggio di abbandonare la strada del rigore teutonico che tanto ha fatto allontanate i cittadini dal sogno europeo. Magari non si tratta di una nuova Ventotene, ma è chiara l’esigenza di trovare soluzione visionarie: dallo shock a nuove sfide.

Intanto si incassa la convocazione della Cancelliera a Berlino per una riunione che la Frankfurter Allgemeine Zeitung già definisce “nuovo direttorio”. E se Renzi insisterà con il mantra della crescita, certamente non può in questa fase non sottolineare l’importanza del referendum costituzione sul Senato.

Una riforma che ci chiede l’Europa, insistono i parlamentari a lui vicini, e che è indispensabile per confermale l’affidabilità e la stabilità dell’Italia. Per questo si affrettano a smentire rumours che indicherebbero uno slittamento del referendum. Si terrà a ottobre, confermano. Magari non nella prima settimana di ottobre, ma a ottobre.

(Di Fabrizio Finzi/ANSA)

Ultima ora

15:03Vitalizi: M5s, approdo in Aula Ddl è nostra vittoria

(ANSA) - ROMA, 25 MAG "L'approdo in Aula del ddl sul taglio dei vitalizi è una nostra vittoria. Ora speriamo che il Pd favorisca un iter del provvedimento veloce e, soprattutto, garantisca i voti necessari della sua maggioranza in entrambe le Camere, opponendosi al voto segreto". E' quanto affermano in una nota i deputati M5S della commissione Affari costituzionali, che aggiungono: "Se ci fosse una reale volontà, il provvedimento potrebbe diventare legge in due settimane, così come è accaduto quando si è trattato di approvare la scellerata legge Boccadutri sul finanziamento ai partiti". "Quando c'è una chiara intenzione politica dietro le dichiarazioni di facciata, le cose si fanno in fretta - concludono gli esponenti pentastellati - staremo a vedere e noi, come abbiamo detto più volte, voteremo a favore".

15:02Manchester: May a Trump, intelligence resti al sicuro

(ANSA) - LONDRA, 25 MAG - "Chiarirò al presidente Trump che le informazioni di intelligence condivise tra le nostre autorità devono restare al sicuro". Lo ha detto la premier britannica Theresa May prima di partire alla volta di Bruxelles per il summit della Nato.

14:59Migranti: Unicef, 200 bimbi morti in 5 mesi nel Mediterraneo

(ANSA) - PALERMO, 25 GIU - Sono almeno 200 i bambini morti lungo la rotta del Mediterraneo centrale dal Nord Africa all'Italia, da inizio d'anno, per una media di più di un bimbo al giorno. Inoltre, tra il primo gennaio e il 23 maggio oltre 45 mila rifugiati e migranti sono arrivati in Italia via mare, con un aumento del 44% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Questo dato comprende anche circa 5.500 minorenni non accompagnati - con un aumento del 22% dal 2016 - che sono circa il 92% di tutti i bambini arrivati in Italia traverso la rotta del Mediterraneo centrale. Sono gli ultimi, drammatici, dati diffusi dall'Unicef, in vista dell'incontro tra i leader dei Paesi del G7 a Taormina. Alla spiaggia di Sant'Erasmo, a Palermo, l'organizzazione internazionale ha realizzato l'iniziativa "Barchette in mare, non per gioco", nel corso della quale il medico di Lampedusa, Pietro Bartolo, è stato nominato "ambasciatore di buona volontà per Unicef".

14:56Russia: fermati 4 ‘terroristi Isis’, obiettivo Mosca

(ANSA) - MOSCA, 25 MAG - I servizi di sicurezza russi (Fsb) annunciano di aver fermato a Mosca quattro presunti terroristi di un gruppo affiliato all'Isis che stava preparando attentati nella rete dei trasporti della capitale russa con ordigni artigianali. Secondo i servizi segreti, i quattro prendevano ordini direttamente dall'Isis in Siria, dove prevedevano di andare dopo gli attentati. I presunti terroristi sono cittadini russi e di paesi dell'Asia centrale. "Nel corso delle perquisizioni nelle abitazioni dei fermati - fa sapere l'Fsb - è stato trovato un laboratorio per la produzione di esplosivi, un ordigno artigianale pronto per l'uso con elementi lesivi, nonché armi da fuoco automatiche, munizioni, granate, letteratura e video di carattere estremistico e terroristico".

14:47Migranti: insulta e minaccia sindaco su Fb, denunciato

(ANSA) - MILANO, 25 MAG - E' stato individuato e denunciato un ventiquattrenne che, nei giorni scorsi, aveva pesantemente insultato via Facebook, augurandole di essere vittima di uno stupro, il sindaco di Cinisello Balsamo (Milano), Silvia Trezzi, dopo che il primo cittadino aveva aderito al protocollo per l'accoglienza diffusa elaborato dalla Prefettura di Milano. "Mi vergogno e chiedo scusa", avrebbe detto il giovane dai carabinieri di Sesto San Giovanni (Milano) per diffamazione aggravata. Il giovane, rintracciato a seguito della querela del primo cittadino, ha riferito di aver inviato a Silvia Trezzi un messaggio di scuse. Non apparterebbe a una particolare parte politica.

14:45Manchester: la regina all’ospedale in visita ai feriti

(ANSA) - ROMA, 25 MAG - La regina Elisabetta è arrivata all'ospedale pediatrico di Manchester per visitare alcuni dei feritI nell'attacco alla Manchester Arena. La regina nel corso della sua visita ha incontrato i medici e il personale sanitario che stanno curando le decine di feriti nella strage. Oltre a loro la sovrana ha portato la propria solidarietà ai ricoverati, in particolare i bambini all'interno della clinica pediatrica, e i familiari. Sono 12 i bambini - su un totale di 64 feriti - che sono stati trasportati in ambulanza nel maggiore ospedale della città inglese. Elisabetta all'arrivo è stata accolta degli applausi della gente.

14:38Commenti non graditi su Fb, coniugi aggrediscono vicino

(ANSA) - BUCINE (AREZZO), 25 MAG - Coniugi aggrediscono e minacciano un vicino di casa come risposta a commenti su Facebook nei loro confronti. E' accaduto a Bucine (Arezzo). Secondo la ricostruzione dei carabinieri, la coppia, una 36enne e un 28enne, avrebbe sfondato la porta d'ingresso dell'abitazione dell'uomo, un 35enne, provocando danneggiamenti e minacciandolo poi di morte per aver postato sul social network un commento 'poco lusinghiero' soprattutto nei confronti della donna. L'uomo, spaventato, ha chiamato i carabinieri che hanno denunciato i due per danneggiamento aggravato e minacce.

Archivio Ultima ora