Pentito, 5 euro ad auto per concerto Vasco

(ANSA) – BARI, 27 GIU – Avrebbero imposto il pagamento di cinque euro per ogni macchina parcheggiata, 800 euro dai paninari fuori dallo stadio per il concerto di Vasco Rossi del giugno 2015 e poi, durante il campionato, pretenderebbero un pizzo di circa 30 mila euro dai bar all’interno dello stadio San Nicola. A raccontare agli inquirenti della Dda di Bari come il clan Strisciuglio gestirebbe i traffici illeciti relativi all’attività dello stadio di Bari è il pentito Michele Miccoli. Le sue dichiarazioni sono state depositate dai pm Roberto Rossi e Patrizia Rautiis nel processo sulle estorsioni al concerto di Vasco Rossi. “Lo stadio è clan Strisciuglio” ha spiegato Miccoli. Sulle estorsioni alle roulotte di bibite e panini per le quali la Procura ha chiesto 5 condanne a 12 anni di reclusione contestando almeno 40 episodi in due giorni, Miccoli ha confermato che “dovevano dare i soldi o dovevano chiudere e se ne dovevano andare” e con qualcuno che si sarebbe ribellato “la schiaffeggiata è capitata”.

Condividi: