Voto all’Onu: Italia in Consiglio di Sicurezza, l’ora della verità

Pubblicato il 27 giugno 2016 da redazione

onu

NEW YORK. – Paese fondatore dell’Unione Europea, membro della Nato e soprattutto unico candidato del Mediterraneo: sono questi gli elementi su cui l’Italia punta per conquistare il suo settimo mandato nel Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite. L’appuntamento è martedì alle 10 locali (le 16 di Roma) in Assemblea Generale, per il rinnovo di cinque dei dieci seggi non permanenti relativo al biennio 2017-2018, tra cui i due posti attribuiti quest’anno ai Paesi dell’Europa Occidentale dove sono in lizza Italia, Svezia e Olanda.

Gli altri tre scranni sono appannaggio uno dell’Africa, uno dell’area Asia-Pacifico, e uno di America Latina e Caraibi.

Con la crisi libica, il conflitto in Siria, il fenomeno di migranti e rifugiati, e con una Europa che vede il suo baricentro necessariamente spostato un po’ più a sud, l’Italia tende a collocarsi come osservatorio privilegiato del Mediterraneo.

E a otto anni dalla fine dell’ultimo mandato, punta ad occupare un seggio non permanente nell’organo esecutivo del Palazzo di Vetro a partire dal prossimo 1 gennaio, con un’agenda che oltre ai tradizionali punti di forza racchiude anche nuove e importanti sfide.

In aula per l’election day, ad affiancare il team della Rappresentanza Permanente al Palazzo di Vetro guidata dall’ambasciatore Sebastiano Cardi, ci sarà il ministro degli esteri Paolo Gentiloni, preceduto nei giorni scorsi dal suo vice Mario Giro e dal sottosegretario agli Esteri Vincenzo Amendola.

L’Italia, che ad oggi ha ottenuto sei mandati in Consiglio di Sicurezza, il primo dei quali nel 1959-1960, ha tra i punti di forza del suo programma la collocazione geografica nel cuore del Mediterraneo, ponte tra Est e Ovest, Nord e Sud del mondo.

In particolare se inquadrata nelle recenti crisi in atto nell’area, a partire da quella dei migranti al caos libico, dalla guerra in Siria e all’instabilità del Mali e del Sahel. Poi c’è l’impegno di lunga data nel peacekeeping, che vede l’Italia primo Paese contributore di caschi blu tra gli Occidentali e nella top ten dei finanziatori globali. E ancora l’attenzione ai rischi causati dal cambiamento climatico e le ripercussioni sulla pace e sicurezza internazionale.

“Quando un grande Paese come l’Italia siede in Consiglio di Sicurezza è sempre un bene per l’organo Onu, che ne acquista in autorevolezza”, spiega alla vigilia del voto da New York il sottosegretario allo Sviluppo Economico Ivan Scalfarotto.

“Siamo membri del G7 e del G20, uno dei fondatori dell’Unione Europea, e in questo momento siamo una luce di stabilità in una Europa molto instabile”, ha aggiunto.

Per quanto riguarda i possibili sostenitori alla candidatura, tradizionalmente l’Italia ha legami forti con i Paesi africani, rappresentando la porta d’ingresso in Europa, con l’America Latina per motivi culturali e di migrazione, ma ha anche ottime relazioni con il mondo arabo e con i paesi Nato, senza contare la partnership ventennale con le Piccole Isole del Pacifico.

Anche nell’ambito dei cinque membri permanenti del Consiglio di Sicurezza (Usa, Russia, Cina, Gran Bretagna e Francia) la percezione è quella di un generale sostegno alla candidatura dell’Italia, sebbene non si espongano mai con promesse di voto.

(di Valeria Robecco/ANSA)

Ultima ora

21:29Incendi: certo il dolo in roghi sud Sardegna

(ANSA) - CAGLIARI, 25 LUG - Il Corpo Forestale della Sardegna ha già avviato le indagini per risalire ai responsabili degli incendi dolosi appiccati nel sud dell'Isola, nei territori di Quartu Sant'Elena e di Muravera. Nel pomeriggio di oggi la linea spegnimento dell'apparato antincendi regionale è stata infatti messa a dura prova dai due pericolosi eventi in concomitanza. Nel primo erano sei i punti-incendio dolosamente appiccati in rapida sequenza in agro di Quartu, località San Martino e Frapponti. Il secondo incendio è divampato nelle campagne di Muravera e ha proseguito velocemente in direzione del villaggio turistico di Santa Giusta sino a lambirne il perimetro. Il Corpo Forestale ha coordinato le operazioni di spegnimento operando su entrambi gli eventi con sette squadre dello stesso Corpo, sette dell'Agenzia Forestas e 13 di associazioni di volontariato. Assegnati sui due eventi tre elicotteri regionali, uno dell'esercito e un Canadair. Le forze statali competenti in materia di soccorso pubblico e pubblica sicurezza hanno curato l'evacuazione del villaggio turistico. Il sistema antincendi sta continuando a contrastare il fuoco e a monitorare l'insorgere di ulteriori roghi nelle zone delle operazioni. (ANSA).

21:27Calcio: Ederson confessa, ‘ho tumore a testicolo’

(ANSA) - RIO DE JANEIRO, 25 LUG - Il centrocampista brasiliano Ederson Honorato Campos ha reso noto oggi di avere un tumore a un testicolo, scoperto al termine di un esame antidoping. Per potersi curare l'ex laziale, 31 anni, è stato così momentaneamente tolto dalla lista dei giocatori del Flamengo, dove è approdato due anni fa. "Sono triste ma anche tranquillo per il futuro che mi aspetta", ha detto il giocatore in una conferenza stampa a Rio de Janeiro.

21:11Johnny Zingaro, arrestato in appartamento in provincia Siena

(ANSA) - ROMA, 25 LUG - E' stato arrestato in un appartamento di Taverne d'Arbia, in provincia di Siena, Johhny lo Zingaro. Assieme al latitante sono stati arrestati anche la compagna e alcuni fiancheggiatori. L'operazione è stata svolta da agenti dello Sco della Polizia, delle squadre mobili di Cuneo, Lucca e Siena e dagli uomini del Nucleo investigativo centrale della Polizia Penitenziaria.(ANSA).

20:59Travolta da un’onda, 15enne ungherese muore in Gallura

(ANSA) - OLBIA, 25 LUG - Una ragazza ungherese di 15 anni è morta annegata questo pomeriggio a Costa Paradiso, nel comune di Trinità d'Agultu, in Gallura. La giovane è stata travolta da un'onda mentre si trovava sopra uno scoglio, forse per ammirare lo spettacolo del mare in burrasca a causa del forte vento di maestrale. Il corpo è stato recuperato dall'elicottero dei vigili del fuoco di Sassari con a bordo una equipe medica del 118 che ha tentato di rianimare la 15enne per oltre mezz'ora. Purtroppo per l'adolescente non c'è stato nulla da fare. Sul posto è intervenuta anche una motovedetta della Capitaneria di Porto Torres.

20:53Sesso in cambio di favori, arrestato cc ispettorato lavoro

(ANSA) - LIVORNO, 25 LUG - I carabinieri del Nucleo investigativo di Livorno hanno eseguito, su ordine della Procura livornese, un'ordinanza di custodia cautelare a carico di un sottufficiale dell'Arma che ha comandato il nucleo carabinieri dell'ispettorato del lavoro livornese. Il cc è accusato di avere ottenuto prestazioni sessuali in cambio di favori. Le indagini, spiega una nota della procura, "hanno fatto emergere fatti per i quali viene ipotizzata la sistematica strumentalizzazione dei poteri connessi alla funzione di controllo dell'ispettorato del lavoro per ottenere favori di vario genere ed in particolare prestazioni personali". Il gip Antonio Del Forno ha perciò ritenuto sussistenti gravi indizi di concussione continuata, consumata e tentata e ha emesso l'ordinanza di arresto per il sottufficiale ora in servizio a Firenze: l'uomo si trova ai domiciliari, dopo il trasferimento fuori dalla Toscana. Le indagini proseguono: gli inquirenti non escludono che possano esserci altri casi non ancora venuti alla luce.

20:35Siccità: Regione Calabria chiede stato calamità naturale

(ANSA) - CATANZARO, 25 LUG - La Giunta regionale della Calabria, riunitasi sotto la presidenza di Mario Oliverio, ha chiesto al Governo il riconoscimento dello stato di calamità naturale per la siccità. La decisione dell'esecutivo é stata presa su proposta dello stesso presidente Oliverio. "La siccità - si afferma in una nota dell'ufficio stampa della Giunta - ha già fatto registrare centinaia di migliaia di euro di danni nel settore agricolo".

20:27Nuoto: Mondiali, King oro e record mondo

(ANSA) - ROMA, 25 LUG - Medaglia d'oro e record del mondo per la statunitense Lilly King che trionfa nei 100 metri rana con il tempo di 1'04"13 ai Mondiali di nuoto di Budapest. Il primato precedente era della lituana Ruta Meilutyte che ai Mondiali di Barcellona 2013 aveva nuotato in 1'04"35. Medaglia d'argento per un'altra statunitense, Katie Meili (1'05"03), bronzo alla russa Yuliya Efimova (1'05"05).

Archivio Ultima ora