Unicef, entro 20030 a rischio morte 69 mln di bambini

(ANSA) – ROMA, 28 GIU – Senza interventi adeguati, entro il 2030 69 milioni di bambini con meno di 5 anni moriranno per cause prevedibili; 167 milioni vivranno in povertà; 750 milioni di donne si saranno sposate da bambine; oltre 60 milioni di bambini in età da scuola primaria non andranno a scuola. E’ l’ allarme lanciato oggi dall’Unicef nel rapporto annuale sulla Condizione dell’infanzia nel mondo,in cui si rilevano anche importanti progressi.Ad esempio, la mortalità per malattie come diarrea, tetano, Aids è scesa da 5,4 mln del 2000 a 2,5 mln del 2015. Ma sono progressi “non ancora equi”. I bambini più poveri hanno il doppio delle probabilità, rispetto a quelli più ricchi, di morire entro i i 5 anni e di soffrire di malnutrizione. L’Unicef presenta un “quadro preoccupante per ciò che il futuro riserva ai bambini più poveri a meno che i governi,i donatori e il mondo economico non accelereranno i propri sforzi,investendo sui bambini più svantaggiati”.

Condividi: