Napoli: Casina Pompeiana ed il Lungomare più amato del mondo

Pubblicato il 30 giugno 2016 da redazione

napoli

La recente inaugurazione del Punto d’Ascolto dell’Archivio RAI della Canzone Napoletana presso la Casina Pompeiana, affascinante struttura neoclassica risalente al 1870 e situata nella Villa Comunale del capoluogo campano, è una bella notizia.

È una bella notizia per il responsabile di questo progetto, Bruno Marfé, ingegnere dipendente del Comune. È una bella notizia per tutti coloro che si sono battuti con articoli, petizioni, commenti e quant’altro affinché il prezioso patrimonio rappresentato da questo storico archivio restasse a Napoli e non fosse, viceversa, trasferito altrove.

Ed è una bella notizia, infine, per tutti gli appassionati della nostra musica e di tutto ciò che essa rappresenta in Italia e nel mondo intero.

Personalmente, poi, non posso fare a meno di riflettere su quanto curiosi sappiano essere i corsi e ricorsi della storia e della vita. Si dà il caso, infatti, che Bruno sia mio cugino e Nicola Marfé, un nostro prozio omonimo del mio scomparso ma indimenticato papà, fosse un noto paroliere degli ultimi anni dell’Ottocento. Armato soltanto del suo estro e del suo pseudonimo “Don Nicolino”, firmò numerose canzoni napoletane cosiddette “a risposta”.

Ho più di un ricordo, per quanto possano essere vaghi, di questo avo. Ricordi che prendevano forma negli anni più belli dell’infanzia attraverso la narrativa più intima della mia casa, della mia famiglia. Oltre alle parole di mio padre, quelle di un altro zio, più giovane di lui, Corrado Marfé, che ancora oggi custodisce, oltre alla sua memoria, documenti originali, spartiti, testi ed articoli pubblicati su un giornale di cui lo stesso Don Nicolino era al tempo direttore.

Ma è ben oltre il perimetro di questa cornice personale che il discorso suscita interesse. A giudicare dal generale entusiasmo, giunto sin qui a New York, infatti, il progetto piace e molto. Al di là degli addetti ai lavori, lo dicono le persone, di origine napoletana e non.

In occasione di alcuni recenti incontri che hanno avuto luogo presso la Casa Italiana Zerilli-Marimò, uno dei nuclei più prestigiosi della Cultura Italiana nella “Grande Mela”, ho avuto modo di discuterne con diverse voci della nostra Comunità.

«Fa bene al cuore pensare che un Patrimonio così prestigioso e così vasto sia lì, in qualche modo a portata di mano. E soprattutto che mai possa andare disperso». Si esprime così Vito, tradito da un affascinante accento siciliano. Ed aggiunge con un ampio sorriso: «Le mie radici sono a Palermo, ma noi del Sud ci assomigliamo tutti un po’. E poi amo Napoli al punto che una napoletana me la sono sposata cinquant’anni fa!».

La vera e propria adorazione per Napoli è un fenomeno difficile da circoscrivere ad un vicolo, ad un quartiere, ad una città. È un qualcosa di più ampio che valica distanze enormi. E questo progetto, questa nuova casa della “Napoletanità”, rappresenta motivo di vanto e commozione per tutti coloro che, ovunque nel mondo, hanno lasciato all’ombra del Vesuvio un pezzo vivo e vibrante del loro cuore.

Un grazie sincero, autentico, a chi è riuscito a strutturare questo progetto per tutti quanti noi che, da oggi, abbiamo un motivo ulteriore per tornare a passeggiare sul Lungomare che amiamo di più.

Luca Marfé

Twitter: @marfeluca – Instagram: @lucamarfe

Ultima ora

22:24Obama, la democrazia ha bisogno della stampa

(ANSA) - NEW YORK, 18 GEN - "Avere voi in questo edificio ci ha fatto lavorare tutti meglio, perché la stampa è l'occhio critico su quelli che hanno il potere": Così Obama nell'ultima conferenza stampa da presidente, sottolineando come "gli americani e la democrazia hanno bisogno della stampa. "Manning ha scontato una dura sentenza in carcere, la sua condanna era sproporzionata. Ho valutato il suo caso nei dettagli", ha aggiunto sottolineando di non prestare attenzione ai tweet di Assange. "Intrattenere rapporti costruttivi con la Russia è una priorità degli Usa ed è nell'interesse del mondo", ha detto aggiungendo però che con Putin c'è stata un'escalation del sentimento anti-americano." Poi ha invitato gli Usa a difendere la propria visione del mondo e a non perpetrare prepotenze nei confronti dei Paesi più piccoli, con un riferimento a Russia e Cina. "Cordiali" i rapporti con Trump. "Gli ho offerto i miei consigli, ha aggiunto, riferendo di aver detto al presidente eletto che il lavoro del presidente è "non lo si può fare da soli".

22:00Parigi sogna il vaporetto con linee di bus fluviali

(ANSA) - PARIGI, 18 GEN - "Il fiume deve essere parte integrante della nostra strategia di trasporto come le teleferiche o i veicoli autonomi. Dobbiamo esplorare tutte le possibilità tecnologiche sui corsi d'acqua, dalla Senna ai canali": ne è convinta Valérie Pécresse, presidente dell'Ile-de-France, la regione parigina, e del suo sindacato dei trasporti pubblici Stif, che lo ha spiegato a Le Monde. Il sogno di Parigi è di trasformare la Senna in uno dei mezzi di trasporto abituali: il trasporto fluviale è un sogno di cui si parla da anni ma che si è sempre scontrato con la realtà per diverse ragioni, spesso logistiche ed ambientali. Ma ora Pécresse vuole provare a fare sul serio.

21:51Sindaco Montegallo, 5 frazioni isolate,40 sfollati

(ANSA) - MONTEGALLO (ASCOLI PICENO), 18 GEN - ''Abbiamo 5 frazioni isolate sotto 2 metri e 30 cm di neve, con una trentina di persone, non abbiamo energia elettrica, la situazione è critica, e intanto continua a nevicare''. Lo dice all'ANSA il sindaco di Montegallo (Ascoli Piceno) Sergio Fabiani. ''Per fortuna, ad ora, non abbiamo malati o anziani gravi da assistere''. Gli sfollati del nuovo sisma, ''non per i crolli ma per la neve e la paura'', sono 40. Già da questa sera troveranno accoglienza negli hotel di Grottammare. ''Vengono da alcune delle 23 frazioni del comprensorio. Hanno timore a restare in casa, li capisco''. In paese sono al lavoro i carabinieri, i vigili urbani del contingente messo a disposizione dalla Regione Emilia-Romagna, una squadra dei vigili del fuoco, ma mancano mezzi spartineve e pale gommate che possano aprire un varco per raggiungere le frazioni. ''La Provincia di Ascoli - spiega Fabiani, che è al suo posto nonostante 38 di febbre - ha promesso che domani ci manderà dei mezzi in più''.

21:43Cannes, rapina da 15 mln in gioielleria Harry Winston

(ANSA) - PARIGI, 18 GEN - Un uomo a volto scoperto è entrato nella gioielleria Harry Winston sul celebre boulevard della Croisette di Cannes e si è impadronito di 26 parure di gioielli, essenzialmente di diamanti per un valore di circa 15 milioni di euro. Il ladro aveva una pistola e una granata, non si sa ancora se vera o finta, riporta il quotidiano Le Figaro. L'uomo si è presentato intorno alle 11 del mattino, da solo, nella gioielleria come un semplice cliente. Aveva il volto coperto soltanto da un paio di occhiali da sole e "ha chiesto di vedere delle parure di diamanti per conto di un acquirente. La commessa si è insospettita e gli ha mostrato un catalogo", riporta ancora il quotidiano. L'uomo, allora, ha tirato fuori le armi per farsi aprire le vetrine dalle 2 commesse presenti e facendo stendere a terra la guardia di sicurezza. Si è impadronito dei gioielli e, senza sparare nessun colpo, è riuscito a uscire dalla boutique indisturbato, a piedi come era venuto, senza lasciare traccia.

21:27M5s: Forello candidato per comunali Palermo

(ANSA) - PALERMO, 18 GEN - E' l'avvocato Ugo Forello il candidato sindaco dei 5stelle a Palermo, dove si voterà in primavera per le amministrative. Lo hanno deciso gli iscritti al movimento che hanno votato sulla piattaforma Rousseau. Sconfitto il poliziotto Igor Gelarda, l'altro candidato.

21:16Legale Assange fa dietrofront, ‘non si consegna a Usa’

(ANSA) - ROMA, 18 GEN - La decisione del presidente Usa Barack Obama di ridurre la pena per Chelsea Manning, la 'talpa' di Wikileaks che verrà scarcerata il 17 maggio, non è sufficiente perché Julian Assange si consegni alle autorità Usa come promesso. A The Hill, uno dei legali di Assange, Barry Pollack, ha detto che Assange accoglie positivamente la decisione di Obama "ma è meno di quanto volesse: aveva chiesto la grazia e la scarcerazione immediata".

21:07F1: via libera Fia a vendita diritti Circus a Liberty Media

(ANSA) - ROMA, 18 GEN - Il Consiglio Mondiale dello sport della Fia ha approvato la vendita di Delta Topco e dei diritti commerciali del Campionato Mondiale di Formula Uno FIA all'americana Liberty Media Corporation. Nel corso di una riunione straordinaria tenutasi oggi a Ginevra il Consiglio Mondiale dello sport ha approvato all'unanimità il cambio di controllo di Delta Topco Limited (holding del gruppo che detiene i diritti commerciali della F1) che passa da CVC Capital Partners a Liberty media Corporation. L'operazione comporta il trasferimento del 100% delle azioni di Delta Topco a Liberty Media Group, una delle società di Liberty Media Corporation. Nel corso della riunione, i rappresentanti del futuro proprietario della Formula 1 hanno spiegato in dettaglio la loro strategia. La decisione conferma la convinzione della Fia ''che Liberty Media Group abbia le necessarie competenze nello sport nel settore del divertimento e sia ben posizionata per garantire il continuo sviluppo di questo campionato''

Archivio Ultima ora