In Sicilia un impianto per produrre energia dalla sabbia

Pubblicato il 01 luglio 2016 da ansa

Stabilimento Magaldi _ Italy

Stabilimento Magaldi _ Italy

MESSINA. – Usare la sabbia come una pila che immagazzina l’energia del sole cosi da poter produrre elettricità anche di notte o con il cielo coperto e aggirare il limite maggiore delle fonti rinnovabili, cioè la dipendenza dalle condizioni climatiche.

È quanto è in grado di fare l’impianto solare termodinamico ‘Stem’, inaugurato da A2A a San Filippo del Mela, in provincia di Messina, primo passo di un progetto che punta a trasformare il sito occupato da una vecchia centrale a olio combustibile di Edipower in un ‘Polo energetico integrato’ che ospiterà “forme di produzione di energia alternative e moderne”, incluso un termovalorizzatore su cui già infuriano le polemiche.

L’impianto, un piccolo modulo da 2 megawatt di cui A2A testerà le potenzialità, è il primo al mondo realizzato con la tecnologia ‘Stem’, ideata dal gruppo salernitano Magaldi, la cui prerogativa è l’utilizzo della sabbia come mezzo di accumulo dell’energia termica prodotta dal sole.

“Siamo in Sicilia per investire tanti soldi su questo polo, se la Sicilia è disponibile e capace di ricevere i nostri investimenti bene, altrimenti dirotteremo i nostri investimenti in altri posti dove potranno in tempi brevi essere considerati” è stato l’avvertimento del presidente di A2A, Giovanni Valotti, a fronte dei tanti ‘no’ al termovalorizzatore.

A inizio giugno, infatti, il presidente della Regione, Rosario Crocetta, aveva bocciato la costruzione dell’impianto: “non abbiamo bisogno di mega-inceneritori da 550 mila tonnellate”.

“Vorremmo veramente che nel paese il dibattito si spostasse dal piano ideologico, spesso speculativo, legato alla conquista del consenso e dei voti, a quello scientifico, ai numeri” ha aggiunto Valotti, ricordando che in Sicilia il 90% dei rifiuti va in discarica e solo il 12% viene riciclato e che le città più green in Europa, da Copenaghen ad Amsterdam, hanno tutte un termovalorizzatore.

(dell’inviato Paolo Algisi/ANSA)

Ultima ora

04:38Trump: Wsj, dollaro forte, non possiamo competere con Cina

NEW YORK - Il dollaro e' ''troppo forte'' e lo yuan sta scendendo a picco. Lo afferma Donald Trump in un'intervista al Wall Street Journal, suggerendo che le recenti azioni di Pechino a sostegno della valuta cinese ''sono solo perche' non vogliono farci arrabbiare''. ''Le nostre aziende non possono competere'' con quelle cinesi perche' la nostra valuta e' troppo forte e questo ci sta uccidendo''.

04:31Trump:Wsj, boccia piano tasse repubblicani, troppo complesso

NEW YORK - Donald Trump critica il piano per la revisione della tassazione sulle aziende dei repubblicani, aprendo di fatto un nuovo fronte di scontro con i membri della Camera del suo partito. Trump ritiene le misure proposte ''troppo complicate'' e non in grado di aiutare l'economia. I repubblicani alla Camera propongono di tassare le importazioni esentando allo stesso tempo le esportazioni.

04:26Trump:Nyt,caccia affari in Russia dal 1987,ma senza successo

NEW YORK - Donald Trump ha esplorato la possibilita' di opportunita' d'affari in Russia per anni, dal 1987. E ha presentato le carte per registrare il marchio Trump in Russia nel 1996. Lo riporta il New York Times, sottolineando che i figli del presidente eletto sono stati visti piu' volte a Mosca alla ricerca di joint venture, incontri con esponenti del governo e costruttori. Nel 2013 a visitare Mosca e' stato lo stesso Donald Trump, in occasione della vendita dei diritti per ospitare nel paese Miss Universo.

04:17Istanbul: tutti stranieri i 5 sospetti arrestati col killer

ROMA - Sono tutti stranieri i 5 sospetti - 2 uomini e 3 donne - arrestati ieri sera dall'antiterrorismo turca durante lo stesso blitz che ha portato alla cattura di Abdulkadir Masharipov, accusato di essere il killer che la notte di Capodanno ha ucciso 39 persone al nightclub 'Reina' di Istanbul. Lo riporta la Cnn Turk, secondo cui si tratta di presunti affiliati all'Isis con passaporti di Kirghizistan, Somalia, Egitto e Senegal.

00:53Cnn turca, arrestato killer di Capodanno a Istanbul

(ANSAmed) - ROMA, 16 GEN - Il killer del nightclub 'Reina' a Istanbul, l'uzbeko Abdulkadir Masharipov, è stato arrestato stasera con il figlio di 4 anni nel quartiere di Esenyurt a Istanbul. Lo riferisce la Cnn Turk. Altre 3 persone sono state arrestate stasera dall'antiterrorismo turca. I 3 sospetti sono stati trovati nella stessa abitazione dell'attentatore nel quartiere di Esenyurt, alla periferia europea di Istanbul, durante il blitz che ha portato al suo arresto. Abdulkadir Masharipov si sarebbe nascosto 3 giorni fa nell'abitazione in cui è stato arrestato. Lo riferisce Ntv, secondo cui si tratterebbe di un covo dell'Isis e le 3 persone trovate insieme a lui sarebbero anche loro militanti jihadisti. La polizia turca ha rilasciato una foto in cui si vede il volto del principale sospettato per la strage del Reina con ecchimosi e ferite e macchie di sangue sulla maglietta.

00:36Maradona ‘dopo 30 anni chiedo scusa a mio figlio Diego’

(ANSA) - NAPOLI 16 GENNAIO - 'Chiedo scusa dopo 30 anni a mio figlio Diego. Non ti lascerò mai più''. Così Diego Maradona ha concluso a sorpresa lo spettacolo 'Tre volte dieci', rivolgendosi al figlio avuto dalla napoletana Cristiana Sinagra che sedeva nella platea del San Carlo. Il ragazzo si è alzato ed ha salutato inchinandosi verso il pubblico che applaudiva. Prima, accanto a Alessandro Siani, autore dello show, Maradona aveva detto: 'Auguro che il Napoli vinca tutto quello che deve vincere. So che la gente di Napoli ha bisogno'. Ora devo andare a Dubai, ho tre anni di contratto. Ma ci sono giocatori del Napoli che vogliono che la gente sia felice, quindi sono tranquillo. E il presidente vuole vincere''.

00:11Calcio: Torino-Milan 2-2

(ANSA) - ROMA, 16 GEN - Torino-Milan 2-2 (2-0) nell'ultimo posticipo della 20/a giornata della Serie A. A segno per i granata Belotti (21' pt) e Benassi (26' pt). Per i rossoneri in gol Bertolacci all'11' st (rete convalidata da Tagliavento grazie all'ausilio della gol-line technology) e Bacca su rigore al 15' st. Nel primo tempo Ljajic fallisce un calcio di rigore.

Archivio Ultima ora