Calcio venezuelano: Al via il Clausura 2016

Pubblicato il 01 luglio 2016 da redazione

I giocatori dello Zamora festeggiano la conquista dello scudetto venezuelano

I giocatori dello Zamora festeggiano la conquista dello scudetto venezuelano

CARACAS – Ai alza il sipario sul Torneo Clausura 2016 della Primera División venezuelana dove saranno impegnati diversi italo-venezuelani, in campo e sulle panchine.

Iniziando dalle panchine, il campano Francesco Stifano ed il suo Zamora puntano a bissare la vittoria ottenuta nel Torneo Apertura, in questo modo eviterebbero la finale scudetto e si aggiudicherebbero la loro terza ‘estrella’ (lo scudetto). I bianconeri di Barinas, inizieranno il cammino a caccia della estrella sul campo dell’Estudiantes de Caracas.

Un’altra delle formazioni della Primera División che avrà un mister di origine italiana è il Caracas, che con Antonio Franco cercherà di riportare nella sede della ‘Cota 905’ uno scudetto che manca dalla stagione 2009-2010. La formazione capitolina oltre al tecnico di origine abruzzese potrà contare con Miguel Mea Vitali, Giacomo Di Giorgi e Daniel Saggiomo. I capitolini esordiranno domani contro il Portuguesa, in una gara che si disputerà nel complesso sportivo Cocodrilos Sport Park della capitale venezuelana.

Una delle squadre candidate alla vittoria finale è il Deportivo La Guaira che per vincere la tanto desiderata ‘estrella’ ha portato in panchina uno dei migliori allenatori in circolazione: l’italo-venezuelano Eduardo Saragò. Il tecnico di origine calabrese cercherà con il suo tocco magico di trasformare in una corazzata vincente l’esile vascello arancione: ricordiamo che nel palmares personale di Saragò troviamo diversi trofei di tornei corti, una estrella vinta con il Deportivo Lara ed una Coppa Venezuela.

A difendere il Deportivo La Guaira ci sarà Vicente Suanno, una sorta di talismano per Saragò, con lui in campo ha vinto diversi trofei con il Deportivo Italia e Deportivo Lara. Il Deportivo La Guaira farà il suo esordio in trasferta in casa del Mineros.

Un’altra delle squadre con un pizzico di italianità è il Deportivo Lara con Riccardo Andreutti e Pierre Pluchino. La formazione della ‘ciudad musical’ esordirà tra le mura amiche contro il Trujillanos. Senza dimenticare il Petare che conterà con i riflessi felini di Giancarlo Schiavone.

La prima giornata del Torneo Clausura ha in programma le seguenti gare: Estudiantes de Mérida-Atlético Venezuela, Deportivo Anzoátegui-Monagas, Estudiantes de Caracas-Zamora, Caracas-Portuguesa, Mineros-Deportivo La Guaira, Deportivo Tàchira-Zulia, Carabobo-Petare, Deportivo Lara-Trujillanos, Llaneros-Aragua e JBL Zulia-Ureña.

Fioravante De Simone


Ultima ora

15:21Bimba di 4 mesi muore in ospedale Bari, Pm apre indagine

(ANSA) - BARI, 30 MAG - La Procura di Bari ha aperto un'indagine sulla morte di una bambina di quattro mesi nell'ospedale pediatrico Giovanni XXIII. Il pm Baldo Pisani ipotizza il reato di omicidio colposo a carico di ignoti. Sulla base delle cartelle cliniche sequestrate dalla Polizia e della denuncia dei genitori della bambina, il magistrato sta identificando i sanitari che hanno avuto in cura la piccola per individuare eventuali responsabilità. La bambina è stata ricoverata due giorni fa nel reparto di malattie infettive con problemi respiratori e una diagnosi di bronchiolite. Fino a questa notte le sue condizioni sembravano stazionarie. Alle 2 c'è stata l'ultima poppata, poi la bambina è stata messa nella culla, dove si è addormentata. Intorno alle 5 è stata trovata morta. I genitori hanno chiamato la Polizia e sporto denuncia. Sarà l'autopsia ad accertare le cause della morte, se legate ai problemi respiratori di cui la bambina soffriva da alcuni giorni, oppure se si sia trattato di un rigurgito nel sonno.

15:14L. elettorale: Grasso, accelerazione? Noto rallentamento

(ANSA) - ROMA, 30 MAG - "Noto un rallentamento invece che un'accelerazione". Così il presidente del Senato Pietro Grasso risponde sorridendo al cronista di "Repubblica.It" che gli chiede se non noti un'accelerazione sulla legge elettorale. "Qualcuno aveva detto che si andava in Aula ala Camera il 5 giugno e invece adesso vedo che dovrebbe andarci il 12 quindi vedo che un rallentamento c'è stato. C'è una settimana di...". Ma Grasso non dice altro su tempistica né su possibile voto anticipato. "Sono al Senato e aspetto la legge elettorale", ribatte

15:12Ap, guardate che fa Borsa su ipotesi voto anticipato

(ANSA) - ROMA, 30 MAG - "L'allarme lanciato dal ministro Alfano sul rischio di elezioni anticipate anche se non vengono messi in sicurezza i conti pubblici è confermato dall'andamento dei mercati. Ieri, infatti, la borsa di Milano ha perso il 2% nonostante fosse una giornata tranquilla sugli altri mercati". A dirlo è Valentina Castaldini, portavoce nazionale di Alternativa Popolare. E conclude: "Se il Pd e la deputata Fregolent vogliono far finta di non vedere perché hanno fretta di votare per cavalcare l'onda del populismo facciano pure. Noi siamo e saremo sempre responsabili e teniamo più ai cittadini italiani".

15:02Calcio: Spalletti, Inter? Prendo contatti con chi voglio

(ANSA) - ROMA, 30 MAG - "Io spero che sia uno tra Di Francesco e Montella ad allenare la Roma il prossimo anno. Loro conoscono la Roma e hanno fatto vedere qualità umane oltre a quelle professionali. Entrambi poi non hanno cancellato il ricordo della Roma nonostante gli sviluppi professionali". Così Luciano Spalletti nella conferma stampa di addio alla panchina giallorossa. Il tecnico toscano non ha anticipato nulla sul proprio futuro, dribblando le domande sul probabile approdo all'Inter. "Sono una persona libera, prendo contatti con chi voglio da qui in avanti. Ma finora non è stato così - sottolinea -. Ci sarà chi reagirà in un modo chi in un altro dopo le mie scelte. Non mi disturberà più di tanto quello che si dirà. Io da qui in avanti comincio a parlare con chi vorrà far uso della mia persona: come allenatore, come metodo, come faccia. Organizzo il prossimo futuro se mi piace quello che uno mi propone".

14:59Calcio: Milan-Montella, rinnovo si avvicina

(ANSA) - SANTA MARGHERITA DI PULA (CAGLIARI), 30 MAG - Rinnovo in vista fra Vincenzo Montella e il Milan. Un incontro in mattinata in sede fra l'allenatore e la dirigenza rossonera avrebbe prodotto un'accelerazione verso l'intesa per prolungare di un anno, fino al 2019, la durata del contratto di Montella. L'intesa, secondo quanto filtra, non è stata ancora formalizzata.

14:55Calcio: Cristiano Ronaldo sarà di nuovo padre

(ANSA) - ROMA, 30 MAG - Cristiano Ronaldo nuovamente papà? Il settimanale 'Chi', sul numero in edicola da domani, pubblica le immagini esclusive di Cristiano Ronaldo in Corsica con la fidanzata Georgina Rodriguez giunta al quarto mese di gravidanza. Lo dimostrano le immagini pubblicate dal settimanale che rivela anche che la coppia aspetterebbe due gemelli. Cr7 e Georgina Rodriguez sono legati da qualche mese. La loro breve vacanza precede di qualche giorno la finale di Champions League che sabato opporrà il Real Madrid alla Juventus. Con la coppia c'era anche il primogenito del calciatore, il piccolo Cristiano jr, che Ronaldo ha cresciuto da solo senza voler rivelare il nome della madre. Secondo 'Chi', le prime voci di una sua nuova paternità si inseguivano da quando Ronaldo ha pubblicato su Instagram una foto con Georgina in cui entrambi accarezzavano il pancino della ragazza. La mamma del fuoriclasse aveva smentito le voci di un bimbo in arrivo, ma ora 'Chi' conferma tutto e lo documenta con un ampio servizio fotografico.

14:38Calcio: Mancini, lo Zenit? Ci sono buone possibilità

(ANSA) - ROMA, 30 MAG - "Con i dirigenti dello Zenit ci siamo visti e conosciuti. Al momento c'è questo, poi vedremo nei prossimi giorni. Possibilità di trasferirsi in Russia ce ne sono". Roberto Mancini non smentisce le indiscrezioni che danno per fatto il suo trasferimento allo Zenit San Pietroburgo, alimentate anche da una foto che lo ritrae con Alexei Miller, Ceo di Gazprom, società proprietaria del club. "Se ho chiesto consigli a Spalletti sullo Zenit? No, non ho chiesto niente. Al momento non c'è niente", ribatte Mancini, oggi al circolo Canottieri Aniene a Roma in occasione dei premi Ussi. "Ho visto l'addio di Francesco Totti alla Roma ed è stato molto bello. I tifosi sono stati commoventi ed è giusto così per uno come lui che ha giocato tutta la vita con la stessa maglia Capisco tante persone che erano allo stadio e si sono commosse. Capisco anche la sua emozione perché non è semplice, poi lui sa cosa deve fare. Ognuno deve essere libero di smettere quando se la sente".

Archivio Ultima ora