Conte: partite come queste contro la Germania ti fanno sentire grande

Italy coach Antonio Conte attends a walk around session at the Nouveau Stade in Bordeaux, France, Friday, July 1, 2016.(ANSA/AP Photo/Antonio Calanni)
Italy coach Antonio Conte attends a walk around session at the Nouveau Stade in Bordeaux, France, Friday, July 1, 2016.(ANSA/AP Photo/Antonio Calanni)
Italy coach Antonio Conte attends a walk around session at the Nouveau Stade in Bordeaux, France, Friday, July 1, 2016.(ANSA/AP Photo/Antonio Calanni)

PARIGI – “Abbiamo grande rispetto per la Germania che per me è la numero uno al mondo, cercheremo di giocarci le nostre carte nei migliore dei modi conoscendo pregi e difetti degli avversari e i nostri”. Antonio Conte si esprime così alla vigilia della sfida che l’Italia giochherà contro la Germania campione del mondo nei quarti di finale degli Europei.

“Dovremo fare qualcosa di super-straordinario, sarà una sfida probante. Quello che dico ai miei è che ci alleniamo per vivere queste partite, sono queste che ti fanno sentire grande: dovremo cavalcare quest’onda emotiva senza perdere la nostra strada e sapendo cosa ci aspetta sia quando abbiamo la palla che in fase di non possesso -prosegue Conte-.

Tutte le partite sono diverse, affrontiamo un altro avversario molto forte, penso più forte della Spagna. Sono i campioni del mondo, hanno tutto quello che deve avere una squadra forte: tecnica, talento, fisicità e principi di gioco importanti. Sono la squadra più completa al mondo”.

In dubbio la presenza di Daniele De Rossi: “Le sue condizioni sono discrete, non ci sbilanciamo, sappiamo che sono partite dove si deve essere al 120%, partite molto fisiche, intense dove si dovrà stare benissimo. Ho molta fiducia in tutto il gruppo e sono sereno nelle scelte ed in eventuali sostituzioni”.

“E’ una partita da dentro o fuori, una grande partita per noi. Dovessimo tornare indietro a un mese fa avrei detto che non ci sarebbe stata partita. Oggi siamo qui a giocarcela meritatamente come primi nel nostro girone, avendo battuto una grande Spagna, sappiamo ci saranno grandi difficoltà e siamo pronti ad affrontarle. Dovremo esser bravi a capire cosa fare per ribaltare questa situazione che all’inizio è impari. Nessuno parte battuto”, sottolinea il ct azzurro.

“Abbiamo le nostre conoscenze e la volontà di superare ostacoli che sembrano insormontabili. Vedremo domani cosa dirà il campo”, prosegue.

“L’impatto dei cartellini degli azzurri sulla gara? Il fatto che abbiamo tanti diffidati non deve essere una preoccupazione, queste è una partita dove non c’è un domani. Siamo partiti a inizio dell’Europeo con poca credibilità da parte della stampa italiana e di quella estera. Tutti ci hanno riconosciuto un momento un po’ buio a livello di talento del calcio italiano. Però stiamo dimostrando che con lavoro e organizzazione stiamo superando ostacoli che sembravano insormontabili”, conclude Conte.