Dna ‘prova regina’, i principali gialli risolti

(ANSA) – ROMA, 2 LUG – Non solo Yara: oltre al delitto della giovanissima Gambirasio, avvenuto il 26 novembre 2010, per il quale ieri il muratore incensurato Massimo Giuseppe Bossetti è stato condannato all’ergastolo, sono almeno altri due i gialli recenti risolti in Italia “a pista fredda”, attraverso analisi scientifiche che hanno consentito di individuare il Dna delle persone sospettate: il delitto dell’Olgiata e l’omicidio di Elisa Claps, per i quali sono stati condannati rispettivamente Manuel Winston e Danilo Restivo. Il Dna, invece, non è stato decisivo per risolvere un altro celeberrimo caso giudiziario, il delitto di via Poma, a Roma: Raniero Brusco, condannato in primo grado, è stato poi assolto in appello e in Cassazione.

Condividi: