Musicista suona in strada: Bordighera annulla multa a Fusi

(ANSA) – GENOVA, 4 LUG – Era stato multato per 2 mila euro in base al Regio decreto, peraltro non più in vigore, che vietava l’esibizione in strada di musici e artisti non iscritti nel pubblico registro, e adesso – una volta annullata la multa – eseguirà un concerto per tutta la città di Bordighera. Si è risolta così la vicenda del clarinettista di fama internazionale Marco Fusi, dopo alcuni incontri in comune con il sindaco Giacomo Pallanca e un’interrogazione presentata al Parlamento europeo. Multato dalla polizia municipale nel marzo scorso perché stava suonando nel sottopasso della stazione, al noto clarinettista – collaboratore di Moni Ovadia e Ottavia Piccolo – è stata data ragione: la polizia ha archiviato la multa di 2000 euro comminata. “Il Sindaco mi ha chiesto la disponibilità a tenere un concerto a titolo gratuito nella città – ha detto Fusi -, richiesta a cui ho acconsentito con piacere. Sono molto soddisfatto di tale esito, che reputo un’evidente manifestazione di buon senso da parte di tutti i soggetti coinvolti”. La storia del musicista multato aveva fatto scalpore, varcando i confini nazionali e bollando Bordighera come una città poco tollerante nei confronti degli artisti. Ma così non è. Lo stesso sindaco Pallanca ha lanciato un appello alla Comunità Europea: “Manca una normativa sugli artisti di strada – ha detto -. Vogliamo lanciare un messaggio importante all’Europa affinché intervenga e si attivi per creare una nuova regolamentazione sugli artisti di strada. Il problema non è solo italiano, ma europeo”. (ANSA).

Condividi: