Renzi, flessibilità non concessione a noi ma dovere Ue

(ANSA) – ROMA, 4 LUG – “Noi lo diciamo da tempo che l’Ue così com’è non va”. Lo afferma il premier Matteo Renzi intervenendo alla Direzione del Pd e ricordando come questo suo atteggiamento abbia subito critiche anche nel Pd e in Parlamento, come quelle dell’ex premier Mario Monti sulla flessibilità. “All’inizio del 2016 molti giornali del cosiddetto establishment scrivevano che io, prendendo di punta l’Ue avrei terminato la mia esperienza politica. Ma la flessibilità non è una concessione all’Italia ma dovere di buon senso per l’Ue”, aggiunge.

Condividi: