Renzi: Pugno di ferro su Isis. Sul blitz polemiche inutili

Pubblicato il 04 luglio 2016 da ansa

renzi:isis

ROMA. – E’ un appello a ritrovare l’unione e la compattezza di “una grande famiglia colpita dal dolore” quello che Matteo Renzi rilancia all’indomani della strage di Dacca, il più grave attentato ai danni di nostri connazionali dopo quella di Nassiriya che costò la vita a 28 persone.

Ma la preoccupazione del premier è anche quella di mostrare alla violenza jihadista e al mondo intero, un Paese incapace di serrare le fila compatto contro il ‘nemico’. “Ci sono divisioni politiche” ma anche, ricorda il premier “i valori grandi, forti, della grande famiglia italiana”.

Per questo Renzi ringrazia il Presidente della Repubblica che ha “scelto di interrompere il suo viaggio per stare vicino alle famiglie”. E lo stesso Sergio Mattarella dosa le sue parole di cordoglio: “tutti gli italiani sono con animo triste per i connazionali vittime di una violenza terrorista che semina morte in tutti i continenti”.

Nessuno spazio, dunque, per sterili polemiche: “Tutta la fase della discussione politica deve essere all’insegna dell’interesse nazionale e della Patria” avverte il Presidente del Consiglio a cui già arriva l’eco delle critiche per non aver preteso dalle autorità bangalesi una maggiore cooperazione nella gestione della crisi.

“Se questo è confermato non dobbiamo dare nessuna copertura diplomatica ad un comportamento di questo tipo” protesta, ad esempio, il presidente della Commissione Esteri della Camera, Fabrizio Cicchitto, che giudica “inaccettabile il comportamento del governo del Bangladesh”.

In quest’ottica anche una comunicazione del premier alle Camere potrebbe essere occasione per rintuzzare le critiche. In settimana, quindi, incontrerà “i capigruppo di tutte le forze parlamentari e se ci sarà da discutere discuteremo ma – ripete – oggi è il tempo del dolore”. Anche perché “lo abbiamo visto: era un commando pronto a tutto. Abbiamo seguito in diretta ogni momento” afferma il premier che taglia corto anche sugli scambi di accuse in merito ai presunti ritardi del blitz: “Io credo che tutto sia necessario tranne ricostruzioni che poi spesso sono false. Loro sono entrati lì per uccidere”.

E di fronte al terrore la strategia non cambia: è quella di “distruggerli senza pietà” pensando però anche “all’aspetto importante dell’educazione” per “evitare che la prossima generazione sia come questa”. “L’Isis sta perdendo sul terreno a livello militare, in Siria, in Iraq, in Libia. Lo spazio di territorio occupato dal cosiddetto Stato islamico è ridotto. Ma serve il pugno di ferro con chi pensa di portare da noi quei valori, una strategia basata su odio e terrore”.

Parole che non bastano all’opposizione: nella Lega, Matteo Salvini attacca addirittura il Papa, ‘colpevole’ di auspicare solo una conversione del “cuore dei violenti accecati dall’odio” e ‘promuovendo’ a suo interlocutore il pontefice emerito, Benedetto XVI che sull’Islam, sentenzia, “mi pare avesse le idee molto più chiare”.

Sempre dal Carroccio Roberto Calderoli torna a chiedere un intervento militare guidato da organismi internazionali come Onu o Nato. E mentre Giorgia Meloni si appella al governo per chiedere un giorno di lutto nazionale quando rientreranno in Italia le vittime dell’attacco, anche l’ex Presidente Giorgio Napolitano esprime “la sua convinta adesione all’appello per la massima unità del Paese nell’impegno di lotta contro il nemico comune”.

(di Francesca Chiri/ANSA)

Ultima ora

11:02Sri Lanka: maltempo, salgono a 126 le vittime

(ANSA) - COLOMBO, 28 MAG - E' salito a 126 morti il bilancio dell'ondata di maltempo che si è abbattuta negli ultimi giorni, con piogge torrenziali, inondazioni dovute allo straripamento di fiumi e smottamenti del terreno, su 14 distretti dello Sri Lanka. Lo ha reso noto oggi il Centro per la gestione dei disastri (Dmc), aggiungendo che è stabile a 97 il numero dei dispersi. Inoltre, gli effetti particolarmente avversi del monsone sud-occidentale hanno danneggiato oltre 400.000 persone appartenenti a quasi 110.000 famiglie. Si tratta del più grave disastro meteorologico avvenuto in Sri Lanka dal 2003, quando un potente monsone causò la morte di 250 persone e la distruzione di 10.000 case.

11:01Gb: computer in tilt, aerei British Airways ancora a terra

(ANSA) - ROMA, 28 MAG - La British Airways si augura di poter "tornare alla normalità" stamane allo scalo di Gatwick e di "riprendere la maggior parte dei voli" a quello di Heathrow dopo i seri problemi registrati al sistema informatico che gestisce gli scali e che ieri ha costretto la compagnia a cancellare tutti i voli. I computer in tilt, provocato da un guasto elettrico e non da un attacco di hacker, ha precisato la British Airways, hanno causato forti disagi alle migliaia di passeggeri in attesa di partire da Londra. E molti hanno criticato la compagnia per la mancanza di informazioni. La British Airways si è affrettata a scusarsi con i passeggeri assicurando una serie di rimborsi. La stessa compagnia ha poi chiesto ai passeggeri di non recarsi in aeroporto oggi a meno che non siano stati dirottati su altri aerei.

11:01Calcio: Allegri, ‘Orgogliosi, però manca l’ultima’

(ANSA) - TORINO, 28 MAG - "Cinquantasei partite di cui essere orgogliosi". Questo il riassunto della stagione della Juventus fatto da Allegri al termine dell'ultima partita di campionato contro il Bologna: "Manca l'ultima, la più importante. La prepareremo sapendo che siete al nostro fianco" ha proseguito l'allenatore bianconero sul suo profilo Twitter. Il riferimento è alla finale di Champions League in programma a Cardiff il 3 giugno contro il Real Madrid: dopo aver conquistato scudetto e Coppa Italia, la Juventus è a una vittoria di distanza da uno storico triplete.

10:58Pugilato: Mondiale welter Ibf, Spence detronizza Brooks

(ANSA) - SHEFFIELD (GRAN BRETAGNA), 28 MAG - L'imbattuto americano Errol "The Truth" Spence Jr. (22 incontri tutti vinti, 19 prima del limite) ha conquistato il titolo mondiale versione Ibf dei pesi welter battendo per Ko a 1'47''del'11/a ripresa il britannico Kell "The Special One" Brook (36-2, 25 KO) nel match disputato ieri notte sul ring allestito nel Bramall Football Ground di Sheffield, davanti a 27mila spettatori. Per Brook, con l'occhio sinistro completamente chiuso dopo la fine del match, è stata la seconda sconfitta consecutiva dopo quella subìta contro il campione del mondo dei medi Gennadi Golovkin quando il britannico ha tentato d'impossessarsi del titolo della categoria superiore.

10:42Migranti: a Napoli la nave di Msf con 1500 persone

(ANSA) - NAPOLI, 28 MAG - E' arrivata nel porto di Napoli e sono iniziate le operazioni di sbarco dei 1449 immigrati che si trovavano a bordo della nave ong 'Vos Prudence' di Medici Senza Frontiere. La nave è stata fatta ormeggiare al molo Carmine e sono state predisposte tutte le attività logistiche per effettuare lo sbarco. Ancora non è stata resa nota la destinazione dei migranti raccolti da Msf e da motovedette della Guardia Costiera da ben dodici diversi barconi in appena 10 ore. Alle 21 di ieri, dopo l'allarme lanciato sull'assenza di generi di prima necessità a causa del sovraffollamento era stata fatta approdare a Palermo per essere prima di ieri sera,attorno alle 21, dopo l'allarme lanciato dai responsabili di Msf sull'assenza di generi di prima necessità a causa del sovraffollamento della nave - la capienza è di 600 persone - era stata fatta approdare a Palermo per essere rifornita di beni di prima necessità. A bordo 140 donne, 45 bambini, uno dei quali di appena una settimana e due cadaveri recuperati da un gommone.

07:59Corea Nord: media, Usa inviano terza portaerei

(ANSA) - NEW YORK, 28 MAG - Gli Stati Uniti avrebbero inviato una terza portaerei nel Pacifico occidentale come deterrente per i test missilistici e il programma nucleare della Corea del Nord. Lo riportano i media americani, sottolineando che la USS Nimitz si unirà alla USS Carl Vinson e alla USS Ronald Reagan già presenti nell'area.

07:56Usa: Mattis, Trump ‘molto aperto’ su clima

(ANSA) - NEW YORK, 28 MAG - Il presidente Donald Trump è "molto aperto" sul tema dell'accordo sul clima di Parigi e "valuta i pro e i contro" di un'eventuale permanenza degli Stati Uniti nell'intesa. Lo afferma il segretario alla Difesa, James Mattis, in un'intervista alla Cbs di cui sono stati diffusi gli estratti. "Stiamo valutando quale sarà la nostra politica sul tema. Ho partecipato ad alcuni degli incontri a Bruxelles dove il clima è stato uno degli argomenti, e il presidente era aperto. Era curioso del perché gli altri avevano assunto una certa posizione sul tema", mette in evidenza Mattis.

Archivio Ultima ora