Fisco e tangenti: 24 arresti, indagato on.Marotta (Ap)

(ANSA) – ROMA, 04 LUG – Non un ‘mondo di mezzo’ ma una realtà che aveva il suo quartier generale a pochi metri dai palazzi del potere romani. La ricetta è semplice: l’intreccio perverso tra imprenditoria e politica corrotta capace di gestire appalti, stabilire nomine e dispensare favori e mazzette. Sono 24 gli arresti (12 in carcere e 12 ai domiciliari),una inchiesta che vede 50 indagati su un giro di mazzette e che coinvolge anche un parlamentare, Antonio Marotta (Area Popolare), l’ex sottosegretario all’Istruzione del governo Berlusconi, Giuseppe Pizza, segretario nazionale della nuova Dc,imprenditori e funzionari pubblici. Figure chiave il tributarista Alberto Orsini e il faccendiere Raffaele Pizza, fratello di Giuseppe. Punto di riferimento sul fronte politico Marotta per il quale la Procura aveva sollecitato l’arresto ma il gip non ha accolto la richiesta. I reati contestati sono associazione a delinquere, corruzione, riciclaggio, finanziamento illecito partiti, truffa, appropriazione indebito e traffico di influenze illecite.

Condividi: