Parmacotto: 12 ottobre udienza per omologa del concordato

(ANSA) – PARMA, 6 LUG – E’ stata aggiornata al 12 ottobre l’udienza per la omologa del concordato della Parmacotto Spa in corso al Tribunale di Parma. La ha deciso il collegio presieduto dal giudice Nicola Sinisi. La decisione dei magistrati è arrivata a poche ore dal blitz della Guardia di Finanza che ha portato al sequestro di beni per 11 milioni di euro; sequestro d’urgenza richiesto dalla Procura di Parma che sta indagando per il reato di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche. Secondo gli inquirenti i dirigenti di allora della Parmacotto Spa avrebbero ottenuto nel settembre del 2011 finanziamenti pubblici attraverso “artifici contabili, false attestazioni e falsi nel bilancio di esercizio”. Due le persone iscritte nel registro degli indagati: l’ex patron Marco Rosi ed il responsabile finanziario Marco Delsante. In aula oggi erano presenti il pm Paola Dal Monte e, per l’azienda, gli avvocati Mario Bonati e Andrea Mora.

Condividi: