Truffa a Ue su pascoli-fantasma, 5 a giudizio a Torino

(ANSA) – TORINO, 6 LUG – Facevano credere di avere fatto pascolare del bestiame in Alta Valle di Susa per percepire illegalmente contributi pubblici dell’Unione Europea. Questa l’accusa mossa dal pm Andrea Padalino, sulla scorta di indagini della guardia di finanza, a cinque persone che oggi, a Torino, sono state rinviate a giudizio. Alcuni allevatori simulavano contratti di affitto di terreni agricoli fra le montagne, ottenendo così dall’Agea (l’Agenzia per le erogazioni in agricoltura, organo di collegamento con la Commissione Ue) una quota del premio finanziato dal Fondo europeo agricolo di garanzia. Un raggiro nell’ordine delle centinaia di migliaia di euro. Le accuse (dal falso alla truffa aggravata) sono racchiuse in ventuno capi di imputazione. Il processo comincerà il 9 marzo. (ANSA).

Condividi: