Afghanistan: Obama, restano 8.400 americani su terreno

Pubblicato il 06 luglio 2016 da ansa

(ANSA) – WASHINGTON, 6 LUG – Il presidente Usa, Barack Obama, ha annunciato una riduzione delle truppe americane in Afghanistan inferiore rispetto ai piani, con la motivazione che nel Paese la situazione resta precaria nonostante i progressi. Perciò, il contingente sul terreno che attualmente conta 9.800 militari non si ridurrà a 5.500 come da programma, ma fino al 2017 rimarranno in Afghanistan 8.400 militari americani. “L’impegno della comunità internazionale per l’Afghanistan continuerà”, ha aggiunto Obama.

I commenti sono chiusi.

Ultima ora

11:29Macron a May, al fianco del Regno Unito contro terrorismo

(ANSA) - TAORMINA, 26 MAG - "Siamo al fianco del Regno Unito. Conosciamo questo genere di attacchi. Faremo tutto ciò che possiamo per rafforzare la cooperazione contro il terrorismo". Lo scrive su Twitter il presidente francese Emmanuel Macron, dopo l'incontro bilaterale con la premier britannica Theresa May, a Taormina prima dell'inizio del vertice G7.

11:17G7: Tusk, è il Summit più difficile

(ANSA) - Taormina, 26 MAG - "Non c'è dubbio che è il più difficile dei G7": COsì Donald Tusk, presidente del COnsiglio Ue, in una conferenza stampa all'inizio dei lavori. Tusk ha evidenziato divergenze nelle posizioni su clima, commercio, sicurezza promettendo che "la Ue farà di tutto per un'accordo" e lavorerà per l'unità.

11:14G7: Gentiloni, su terrorismo dichiarazione importante

(ANSA) - TAORMINA, 26 MAG - "La straordinaria storia e bellezza che ci circonda credo possa dare un contributo molto importante ai leader del G7 e aiutare la comunità internazionale a dare risposte ai cittadini: sul terrorismo e sicurezza faremo una dichiarazione importante" e si affronteranno i temi del "cambiamento climatico, dei grandi flussi migratori e del commercio mondiale dal quale dipendono tanti posti di commercio nel mondo". Così il premier Paolo Gentiloni nel videomessaggio dal teatro antico di Taormina.

11:10G7: Juncker a Trump, attuare l’accordo di Parigi

(ANSA) - TAORMINA, 26 MAG - "Per noi l'accordo di Parigi è da applicare interamente". Lo ha detto il presidente della Commissione Ue Jean-Claude Juncker in risposta alle domande dei giornalisti sulle differenze fra Usa ed Europa sul cambiamento climatico al G7.

11:05G7: consorti partono alle 12 per sorvolo dell’Etna

(ANSA) - TAORMINA, 26 MAG - Partenza alle 12 dall'eliporto di Catania, sorvolo dell'Etna e arrivo nella città attorno alle 13. Confermato, considerate anche le favorevoli condizioni meteo, il programma mattutino dei consorti dei leader del G7. Melania Trump, Brigitte Macron, Joachim Sauer, Sophie Trudeau e Aki Abe, saranno ricevuti dalla moglie del premier Manuela Gentiloni e dal sindaco di Catania Enzo Bianco al palazzo degli Elefanti.

11:00G7: primo faccia a faccia Macron-May a margine del summit

(ANSA) - TAORMINA, 26 MAG - Il presidente francese Emmanuel Macron e la premier britannica Theresa May si incontrano stamani nel loro primo faccia a faccia, a margine del vertice del G7 a Taormina. Per il capo dell'Eliseo, al debutto sulla scena internazionale, il summit è l'occasione per diversi primi incontri bilaterali con gli altri leader. Dopo May infatti vedrà il premier canadese Justin Trudeau, mentre nel pomeriggio sarà la volta del giapponese Shinzo Abe. Sempre nel pomeriggio sono previste riunioni bilaterali anche con il presidente del Niger, Mahamadou Issoufou, e con quello tunisino, Béji Caid Essebsi, presenti a Taormina per il dialogo allargato sull'Africa.

10:42Terrorismo: allarme per due tunisini entrati in Italia

(ANSA) - MILANO, 26 MAG - Una caccia a due presunti terroristi è partita per il possibile viaggio sospetto di due tunisini in Italia. "Una segnalazione partita ieri mattina dalla polizia di Como e che è stata raccolta e poi convogliata su tutto il territorio nazionale, dà in viaggio due tunisini legati al terrorismo islamico. Report e alert si susseguono ormai con ritmo quotidiano ma quest'ultima nota di ricerca è particolareggiata". I due, Fouad Khaskhoussi e Wassim Ben Hassem, si troverebbero a bordo di una Citroen di colore bianco di targa tedesca e sarebbero partiti dalla Germania. Non si sa come mai siano venuti in Italia ma entrambi sarebbero noti alle forze dell'ordine, uno anche per legami con il fondamentalismo.

Archivio Ultima ora