Obama, in campo per Clinton. Effetto Brexit negli States

Pubblicato il 06 luglio 2016 da redazione

obama-clinton

Flavia Romani

NEW YORK – L’FBI assolve Hillary Clinton e immediatamente il presidente della Repubblica, Barack Obama, incorona l’ex First Lady e scende definitivamente in campo al suo fianco.

Il capitolo del “mail-gate”, che aveva procurato tanti dolori di testa alla candidata democratica e che era stato abilmente strumentalizzato da Donald Trump e dai suoi seguaci per cercare di distruggere la reputazione dell’avversaria nella corsa alla “Casa Bianca”, è stato ufficialmente archiviato.

L’FBI ci ha messo sopra una pietra definendo quello di Clinton “un comportamento negligente” ma nel quale non è stato ravvisato “nessun reato”. Ovviamente, il magnate del mattone ha subito gridato allo scandalo. E sottolineato che l’assoluzione, senza se e senza ma, della sua avversaria è la dimostrazione lampante della corruzione che impera nel “sistema” che promette di pulire e rendere limpido.

Quella della Carolina del Nord, per il momento, è stata la manifestazione più importante organizzata dalla candidata democratica fino ad oggi. Il presidente Obama già le aveva dato il suo endorsement. Ma, in questa occasione, il primo capo di Stato afroamericano l’ha voluto sottolineare non solo salendo egli stesso sul palco a Charlotte a fianco del suo ex Segretario di Stato ma anche concedendole di salire sull’Air Foce One, l’aereo presidenziale. Insomma, quasi a voler consegnarle prematuramente il testimone.

Il presidente Obama, poi, dal palco ha assicurato che non vi è in questo momento negli States una miglior candidata alla quale affidare le sorti del Paese.

– Sono con lei – ha ribadito -. Sono qui in Carolina del Nord perché credo in Hillary Clinton e voglio che anche voi ci crediate. Aiutatela a farla diventare il prossimo presidente.

Ha quindi sottolineato che “la scelta è tra due visioni molto diverse del futuro dell’America”.
– Non è semplicemente la scelta tra destra e sinistra – ha precisato – Ma tra un passato immaginario e il futuro. E Hillary non ha paura del futuro. La presidenza non è un “reality show” – ha ripetuto – Clinton è determinata e onesta. E’ in politica per gli stessi motivi per i quali ci sono io: per migliorare la vita delle persone.

Trump, intanto, continua a perdere terreno. Dopo essere stato nel Top dei sondaggi e aver visto la sua candidatura crescere come la schiuma, pare aver iniziato la parabola discendente. I suoi discorsi radicali cominciano a stancare. Sicuramente non accendono più l’entusiasmo dell’americano ultra-conservatore.

In particolare, di alcune fasce di agricoltori, allevatori o esponenti della classe media bassa fino a ieri permeabile ai discorsi populisti in cui si ricorda la grandezza della nazione e si promette di restituirla agli antichi splendori.

Parallelamente alla campagna elettorale, gli analisti, dopo lo shock iniziale, cercano di capire quali possano essere realmente gli effetti del Brexit negli “States”. E come l’avvenimento politico che ha scosso le fondamenta dell’Unione Europea possa incidere sul futuro dei candidati. Per il momento, pare evidente che le conseguenze siano almeno due.

Da un lato, le ripercussioni che ormai tutti considerano inevitabili – leggasi, svalutazione della sterlina, stagnazione dell’economia inglese, sussulti nel suo sistema finanziario, incremento della disoccupazione nell’isola– potrebbero promuovere l’“effetto boomerang” nella campagna di Trump, che ha difeso la Brexit e che, con i suoi discorsi populisti, caldeggia la tesi del protezionismo e della xenofobia cavalcando i sentimenti nazionalisti degli americani. D’altronde protezionismo, xenofobia, nazionalismo sono gli stessi sentimenti che hanno provocato la Brexit.

Dall’altro, la Brexit potrebbe contagiare i mercati americani, frenare la crescita dell’economia e bloccare l’incremento dell’occupazione. Ciò, alle porte delle elezioni presidenziali, darebbe a Trump nuovi argomenti. La Brexit, quindi, si potrebbe trasformare in una spinta importante alla candidatura del Tycoon capace di catapultarlo alla “Casa Bianca”.

Per il momento, comunque, l’unica cosa certa è che, dopo il Referendum in Gran Bretagna, tutti si chiedono se effettivamente vi sarà un effetto dominò e se i movimenti degli euroscettici riusciranno a distruggere l’Unione Europea che ha assicurato oltre 70 anni di pace in un continente che era dilaniato dalle guerre. Gli americani si chiedono anche quale paese, dopo l’uscita del Regno Unito , potrà sostituire l’Inghilterra come ponte sicuro tra Gli Stati Uniti e l’Europa.

Certo, come ha affermato il premio Nobel Paul Krugman, non tutto sarà negativo con la Brexit. L’economista è convinto che vi potranno anche essere effetti positivi. Ad esempio, l’uscita della Gran Bretagna favorirebbe la lotta al riciclaggio, all’evasione fiscale e alla speculazione bancaria. Stando agli esperti, Londra, fino a ieri, esercitava un effetto negativo in tal senso.

Inoltre, la Brexit potrebbe provocare un riaccomodo negli assetti finanziari di non poche multinazionali che, oggi, hanno la propria sede a Londra. Queste potrebbero decidere, e quasi sicuramente lo faranno, di trasferire le sedi principali in altri paesi dell’Unione. Favorite potrebbero essere la Germania, la Francia, l’Olanda e, più in generale, le economie del nord Europa.

Ultima ora

09:59Baby gang: due minori denunciati dalla Polizia a Napoli

(ANSA) - NAPOLI, 18 GEN - La Polizia di Stato di Napoli ha individuato e denunciato due minori che la sera di domenica scorsa, nei pressi della stazione Policlinico della metropolitana, senza motivo, hanno insultato, aggredito e preso a pugni un sedicenne, Ciro, che riportò la rottura del setto nasale. Il giovane, intorno alle 21.30, insieme ad altri compagni, stava tornando a casa dopo una partita di calcetto. Alle forze dell'ordine riferì di essere stato avvicinato da un gruppo di ragazzi, di età compresa tra 16 e 18 anni, che non conosceva i quali prima hanno iniziato ad insultarlo, poi lo hanno colpito al volto con un pugno, rompendogli il naso. A seguito delle numerose aggressioni che si sono susseguite in città e in provincia il ministro dell'Interno, Marco Minniti, nel corso di una riunione in Prefettura, ha disposto una serie di iniziative per fronteggiare il fenomeno delle baby gang.

08:07Svezia: esplosione a Malmo, arrestati due sospetti

(ANSA) - ROMA, 18 GEN - Due giovani sui 20 anni sono stati arrestati a Malmo perchè sospettati dell'attentato avvenuto ieri sera ai danni di una stazione di polizia della cittadina svedese, che avrebbe avuto come obiettivo proprio le forze dell'ordine. Lo scoppio, fortissimo, sarebbe stato provocato, secondo gli ultimi accertamenti, da un oggetto esplosivo contenente trotile (simile al tritolo) e non da una bomba a mano come riferito in un primo momento. E' stato udito in tutta la città, e ha danneggiato l'ingresso della stazione di polizia di Rosengard, nel quartiere di Helsingborg, e alcune auto parcheggiate nelle vicinanze, senza causare danni alle persone. Gli arresti sono stati confermati da fonti della polizia, ma devono ancora essere convalidati. La polizia ritiene che il gesto intimidatorio fosse "direttamente indirizzato alla polizia e alla sua attività". Sarebbe quindi da far risalire alla criminalità comune e non a un atto terroristico

08:04Mo: attentato contro rabbino, uccisi 2 palestinesi

(ANSA) - TEL AVIV, 18 GEN - Al termine di un prolungato scontro a fuoco l'esercito israeliano ha ucciso la scorsa notte a Jenin (Cisgiordania) due palestinesi responsabili, secondo la versione ufficiale, della uccisione di un rabbino avvenuta una settimana fa. Uno di essi era figlio di un dirigente di Hamas. Lo riferisce la radio militare secondo cui altri membri della stessa cellula sono stati arrestati. Feriti due militari israeliani, uno dei quali versa in condizioni gravi.La radio militare ha precisato che nell' operazione un'unità di elite israeliana ha localizzato i ricercati in un edificio ed ha ingaggiato uno scontro a fuoco. Ma presto è stata circondata da centinaia di abitanti del rione che hanno scagliato contro i militari sassi ed altri oggetti. Di conseguenza altre unità dell'esercito hanno fatto ingresso a Jenin. L' operazione si è conclusa con la demolizione dell' edificio dove si nascondevano i ricercati palestinesi.

01:32Calcio: Chelsea soffre, col Norwich passa solo ai rigori

(ANSA) - ROMA, 17 GEN - Soffre il Chelsea di Conte in Fa Cup. Sono serviti i rigori ai Blues per decidere la gara con il Norwich e accedere al quarto turno della Coppa: avanti con Batshuayi a segno al 10' del secondo tempo, il Chelsea si fa acciuffare nel recupero subendo la rete di Lewis. Sull'1-1 anche dopo i tempi supplementari, la squadra di Conte dal dischetto però fa la differenza (5-3) e si guadagna seppure a fatica il passaggio di turno.

00:54Calcio: Messi sbaglia rigore, Barca cade in Coppa del Re

(ANSA) - ROMA, 17 GEN - Il Barcellona non è imbattibile. Con un gol di Melendo all'88' l'Espanyol si aggiudica il derby di Coppa del Re, valido per l'andata dei quarti di finale. Dopo aver dominato il match, i blaugrana si devono arrendere anche di fronte alla serata super del portiere dell'Espanyol, Diego Lopez, che para anche il rigore calciato da Lionel Messi. Tra una settimana al Camp Nou il ritorno che vale l'accesso alla semifinale.

00:30Calcio: Psg a valanga in Ligue1, Ranieri beffato al 95′

(ANSA) - ROMA, 17 GEN - Un Psg senza pietà liquida la pratica Digione (travolto 8-0 con) e mantiene a debita distanza (-11) il Lione da stasera secondo solitario in classifica dopo il successo per 2-0 sul campo del Guingamp e la frenata del Monaco, fermato ieri dal Nizza. Nella 21ma giornata di Ligue1, al Parco dei Principi è stata davvero una formalità per la squadra di Unay Emery, già sul 4-0 dopo il primo tempo, fa altrettanto nella ripresa chiudendo con otto reti: doppio Di Maria, Cavani (che tocca quota 156 ed eguaglia Ibrahimovic come miglior realizzatore nella storia del Psg), poker di Neymar, a segno anche Mbappe. Beffa in peno recupero invece per il Nantes di Claudio Ranieri, raggiunto sull'1-1 a Tolosa da un rigore di Gradel al 95'. In Classifica guida solitario il Psg con 56 punti, davanti a Lione (45), Marsiglia (44), Monaco (43) e Nantes (34).

00:09Parte un colpo di pistola, uccide la fidanzata

(ANSA) - VILLA D'ALME' (BERGAMO), 17 GEN - Una giovane donna è morta questa sera, uccisa da un colpo di pistola, pare sparato accidentalmente dal fidanzato, una guardia giurata. L'episodio nella casa di quest'ultimo, in via dei Mille a Villa d'Almè. In casa c'erano anche i genitori del ragazzo, tra cui il padre che è un carabiniere andato da poco in pensione. L'allarme è stato immediato, ma per la ragazza non c'era più nulla da fare. Le notizie sono ancora frammentarie: all'abitazione sono giunti i carabinieri della Scientifica e il pubblico ministero di turno, Maria Cristina Rota.

Archivio Ultima ora