Obama, in campo per Clinton. Effetto Brexit negli States

Pubblicato il 06 luglio 2016 da redazione

obama-clinton

Flavia Romani

NEW YORK – L’FBI assolve Hillary Clinton e immediatamente il presidente della Repubblica, Barack Obama, incorona l’ex First Lady e scende definitivamente in campo al suo fianco.

Il capitolo del “mail-gate”, che aveva procurato tanti dolori di testa alla candidata democratica e che era stato abilmente strumentalizzato da Donald Trump e dai suoi seguaci per cercare di distruggere la reputazione dell’avversaria nella corsa alla “Casa Bianca”, è stato ufficialmente archiviato.

L’FBI ci ha messo sopra una pietra definendo quello di Clinton “un comportamento negligente” ma nel quale non è stato ravvisato “nessun reato”. Ovviamente, il magnate del mattone ha subito gridato allo scandalo. E sottolineato che l’assoluzione, senza se e senza ma, della sua avversaria è la dimostrazione lampante della corruzione che impera nel “sistema” che promette di pulire e rendere limpido.

Quella della Carolina del Nord, per il momento, è stata la manifestazione più importante organizzata dalla candidata democratica fino ad oggi. Il presidente Obama già le aveva dato il suo endorsement. Ma, in questa occasione, il primo capo di Stato afroamericano l’ha voluto sottolineare non solo salendo egli stesso sul palco a Charlotte a fianco del suo ex Segretario di Stato ma anche concedendole di salire sull’Air Foce One, l’aereo presidenziale. Insomma, quasi a voler consegnarle prematuramente il testimone.

Il presidente Obama, poi, dal palco ha assicurato che non vi è in questo momento negli States una miglior candidata alla quale affidare le sorti del Paese.

– Sono con lei – ha ribadito -. Sono qui in Carolina del Nord perché credo in Hillary Clinton e voglio che anche voi ci crediate. Aiutatela a farla diventare il prossimo presidente.

Ha quindi sottolineato che “la scelta è tra due visioni molto diverse del futuro dell’America”.
– Non è semplicemente la scelta tra destra e sinistra – ha precisato – Ma tra un passato immaginario e il futuro. E Hillary non ha paura del futuro. La presidenza non è un “reality show” – ha ripetuto – Clinton è determinata e onesta. E’ in politica per gli stessi motivi per i quali ci sono io: per migliorare la vita delle persone.

Trump, intanto, continua a perdere terreno. Dopo essere stato nel Top dei sondaggi e aver visto la sua candidatura crescere come la schiuma, pare aver iniziato la parabola discendente. I suoi discorsi radicali cominciano a stancare. Sicuramente non accendono più l’entusiasmo dell’americano ultra-conservatore.

In particolare, di alcune fasce di agricoltori, allevatori o esponenti della classe media bassa fino a ieri permeabile ai discorsi populisti in cui si ricorda la grandezza della nazione e si promette di restituirla agli antichi splendori.

Parallelamente alla campagna elettorale, gli analisti, dopo lo shock iniziale, cercano di capire quali possano essere realmente gli effetti del Brexit negli “States”. E come l’avvenimento politico che ha scosso le fondamenta dell’Unione Europea possa incidere sul futuro dei candidati. Per il momento, pare evidente che le conseguenze siano almeno due.

Da un lato, le ripercussioni che ormai tutti considerano inevitabili – leggasi, svalutazione della sterlina, stagnazione dell’economia inglese, sussulti nel suo sistema finanziario, incremento della disoccupazione nell’isola– potrebbero promuovere l’“effetto boomerang” nella campagna di Trump, che ha difeso la Brexit e che, con i suoi discorsi populisti, caldeggia la tesi del protezionismo e della xenofobia cavalcando i sentimenti nazionalisti degli americani. D’altronde protezionismo, xenofobia, nazionalismo sono gli stessi sentimenti che hanno provocato la Brexit.

Dall’altro, la Brexit potrebbe contagiare i mercati americani, frenare la crescita dell’economia e bloccare l’incremento dell’occupazione. Ciò, alle porte delle elezioni presidenziali, darebbe a Trump nuovi argomenti. La Brexit, quindi, si potrebbe trasformare in una spinta importante alla candidatura del Tycoon capace di catapultarlo alla “Casa Bianca”.

Per il momento, comunque, l’unica cosa certa è che, dopo il Referendum in Gran Bretagna, tutti si chiedono se effettivamente vi sarà un effetto dominò e se i movimenti degli euroscettici riusciranno a distruggere l’Unione Europea che ha assicurato oltre 70 anni di pace in un continente che era dilaniato dalle guerre. Gli americani si chiedono anche quale paese, dopo l’uscita del Regno Unito , potrà sostituire l’Inghilterra come ponte sicuro tra Gli Stati Uniti e l’Europa.

Certo, come ha affermato il premio Nobel Paul Krugman, non tutto sarà negativo con la Brexit. L’economista è convinto che vi potranno anche essere effetti positivi. Ad esempio, l’uscita della Gran Bretagna favorirebbe la lotta al riciclaggio, all’evasione fiscale e alla speculazione bancaria. Stando agli esperti, Londra, fino a ieri, esercitava un effetto negativo in tal senso.

Inoltre, la Brexit potrebbe provocare un riaccomodo negli assetti finanziari di non poche multinazionali che, oggi, hanno la propria sede a Londra. Queste potrebbero decidere, e quasi sicuramente lo faranno, di trasferire le sedi principali in altri paesi dell’Unione. Favorite potrebbero essere la Germania, la Francia, l’Olanda e, più in generale, le economie del nord Europa.

Ultima ora

00:28Slovenia: decapita nonna e fratello, poi brucia le teste

(ANSA) - LUBIANA, 22 MAR - Uccide la nonna di 80 anni e il fratello di 31, poi li decapita, brucia le teste e si autodenuncia alla polizia. Si è consumato così nel villaggio di Lukovec, piccolo paesino di una quindicina di case a Nord-Ovest di San Daniele del Carso, nel Comune di Komen, nel cuore del Carso sloveno, un delitto familiare che - secondo gli investigatori - assume i contorni dell'atto di follia. Il protagonista è un uomo di 35 anni, Marko Abram, che nella serata di lunedì ha ucciso i due familiari. Ancora da capire il movente del delitto, così come ancora poco chiare sono gli strumenti utilizzati per il delitto, che secondo alcune ricostruzioni, potrebbero essere due coltelli e un'accetta, al momento in possesso della Polizia scientifica che li sta esaminando ed esprimerà le proprie valutazioni nei prossimi giorni. L'avvocato dell'assassino, Gorazd Gabri, oggi, all'uscita dal Tribunale dove Abram è stato interrogato per sei ore, ha detto ai giornalisti che il suo cliente ha riconosciuto la propria colpevolezza.

00:23Calcio: Podolski saluta con un gol

(ANSA) - ROMA, 22 MAR - Sconfitta immeritata per l'Inghilterra, battuta 1-0 dalla Germania nell'amichevole di lusso giocata questa sera a Dortmund. L'unica rete porta la firma di Lukas Podolski, gran sinistro all'incrocio dei pali al 24' della ripresa. L'ex interista, campione del mondo nel 2014, ha così salutato nel migliore dei modi la maglia bianca dopo 130 presenze e 49 reti. Ma fino al momento in cui è passata in svantaggio ha fatto più bella figura l'Inghilterra, che nel primo tempo ha colpito un palo con Lallana ed è andata ancora vicino al gol con Dele Alli, tiro centrale parato da ter Stegen.

23:08Fillon denuncia ‘un complotto di Stato’

(ANSA) - PARIGI, 22 MAR - Il candidato della Destra alle elezioni presidenziali francesi, Francois Fillon, denuncia un "complotto" e violazioni del "segreto istruttorio" con fughe di notizie organizzate dai "servizi dello Stato". "Le maschere cadono, il complotto è ormai sotto agli occhi di tutti i francesi", ha detto ai microfoni di radio France Info, aggiungendo: "Ogni settimana ci sono fughe (di notizie) contro il segreto istruttorio, fughe di notizie organizzate dai servizi dello Stato".

22:34Attacco Londra: chiusa la London Eye

(ANSA) - ROMA, 22 MAR - Il London Eye, la ruota panoramica della capitale britannica sulla riva del Tamigi, ha sospeso il suo servizio. Lo hanno riferito le autorità precisando che tutti i turisti, dopo essere rimasti bloccati per quasi un'ora nelle cabine, sono stati fatti scendere e non hanno avuto problemi.

22:24Siria: i turchi bombardano zona curda

(ANSAmed) - BEIRUT, 22 MAR - L'artiglieria turca ha bombardato nelle ultime ore postazioni curdo-siriane nella Siria nord-occidentale, un giorno dopo l'arrivo in quella stessa area di mezzi blindati russi a protezione dell'area a maggioranza curda. Lo riferisce l'Osservatorio per i diritti umani in Siria (Ondus), secondo cui i colpi di artiglieria hanno colpito il distretto di Afrin e quello di Jenderes. Non si registrano uccisi ma solo feriti tra civili e miliziani curdi. La stampa araba aveva dato ampio risalto ieri all'arrivo ad Afrin di truppe russe a bordo di mezzi blindati. E' la prima volta che le forze di Mosca si schierano al confine con la Turchia.

22:18Milan: arrivati 20 mln, resto caparra atteso entro venerdì

(ANSA) - MILANO, 22 MAR - Sarebbero arrivati nelle casse di Fininvest 20 dei 100 milioni di euro della terza caparra che i cinesi di Sino-Europe Sports devono pagare per ottenere una nuova proroga del closing per l'acquisto del Milan. Secondo quanto filtra, due sono le ricostruzioni della vicenda. La società cinese di Li Yonghong si starebbe muovendo con più di una banca per completare il pagamento di questa terza caparra da 100 milioni di euro e questo bonifico sarebbe avvenuto con tempistiche diverse da quello da 80 milioni di euro, atteso fra domani e venerdì. Oppure Ses si sarebbe affidata a un unico istituto finanziario che ha deliberato i bonifici in momenti diversi.

22:16Calcio: Spalletti a cena con Pallotta, il contratto nel menù

(ANSA) - ROMA, 22 MAR - Il presidente della Roma James Pallota si trova in questo momento a cena col tecnico toscano Luciano Spalletti, appena rientrato nella capitale dopo due giorni in Toscana. All'incontro, in un ristorante non distante dall'albergo che ospita Pallotta, è presente anche il dg Mauro Baldissoni. I due si erano già incontrati a Trigoria prima della partita col Sassuolo, ma non avevano approfondito i discorsi sul futuro e sul rinnovo del contratto dell'allenatore.

Archivio Ultima ora