La polizia uccide un altro nero, proteste in Louisiana

Pubblicato il 06 luglio 2016 da ansa

People hold hands and raise them up in the air at a vigil outside the Triple S convenience store in Baton Rouge, La., Wednesday, July 6, 2016. (ANSA/AP Photo/Gerald Herbert)

People hold hands and raise them up in the air at a vigil outside the Triple S convenience store in Baton Rouge, La., Wednesday, July 6, 2016. (ANSA/AP Photo/Gerald Herbert)

NEW YORK. – Nuova bufera sulla polizia Usa: ancora una volta un agente ha sparato a bruciapelo contro un afroamericano, uccidendolo. Questa volta l’episodio è accaduto a Baton Rouge, in Louisiana, dove il 37enne Alton Sterling è morto colpito dai proiettili di un poliziotto che lo aveva fermato.

A poche ore dall’accaduto circa 200 persone sono scese in strada in città per protestare contro i metodi duri delle forze dell’ordine nei confronti dei cittadini di colore, ma le manifestazioni di rabbia e dolore si sono moltiplicate e sono andate avanti per tutta la notte.

In particolare dopo la diffusione di un video diventato virale sul web nel quale si vedono immagini durissime, con due agenti che affrontano l’uomo e lo trascinano a terra. Ad un certo punto uno di loro urla “ha una pistola” e l’altro punta l’arma di ordinanza contro l’uomo immobilizzato facendo fuoco a distanza ravvicinata. Un video definito “inquietante” dal governatore della Louisiana John Bel Edwards.

“Il Dipartimento di Giustizia aprirà un’inchiesta sull’uccisione di Sterling”, ha annunciato, assicurando che l’indagine, gestita dalla divisione diritti civili con l’aiuto dell’Fbi e dell’ufficio del procuratore della Louisiana, verrà gestita in maniera “imparziale, esauriente e professionale”.

La mossa è arrivata poco dopo la richiesta da parte della comunità afroamericana della Louisiana delle dimissioni del capo della polizia e di un’indagine federale sul caso. Il governatore Edwards ha poi affermato di comprendere la rabbia dei manifestanti, ma ha lanciato un appello alla calma.

Secondo quanto riportato dai media statunitensi, la polizia sarebbe stata chiamata perché l’uomo, un venditore ambulante, stava minacciando un passante con una pistola, ma la dinamica per ora non è chiara. Il capo della polizia di Baton Rouge Carl Dabadie, da parte sua, ha definito l’episodio una “orribile tragedia”, affermando che i due agenti coinvolti, di nome Blane Salamoni e Howie Lago II, sono stati messi in congedo amministrativo in attesa dell’inchiesta.

Intanto familiari, amici e sostenitori di Sterling hanno espresso il loro dolore in diretta tv. In particolare il figlio del 37enne è scoppiato in lacrime davanti alle telecamere, mentre la madre del ragazzo ha detto che gli agenti hanno “strappato un padre ai loro figli”.

“Vedi tuo figlio soffrire e non c’è nulla che puoi fare per impedirlo”, ha concluso la donna. “Non meritava questo, è una cosa orribile”, ha aggiunto la zia della vittima, Sandra Sterling.

Nel 2015 sono state 1.152 le persone uccise dalla polizia, il 30% delle quali erano afroamericani. Alcuni degli episodi accaduti negli ultimi anni, dal caso di Trayvon Martin in Florida a quello di Freddie Gray a Baltimora, sino alla morte di Eric Garner a Staten Island, hanno scatenato un’ondata di proteste a livello nazionale contro i metodi troppo violenti usati dagli agenti.

(di Valeria Robecco/ANSA)

Ultima ora

21:07Governo: Renzi, sosteniamo Gentiloni fino alle elezioni

(ANSA) - ROMA, 20 LUG - "Tutti noi sosteniamo il presidente Gentiloni fino alle elezioni del 2018". Lo ha detto Matteo Renzi presentando il suo libro ai 'Granai'. Tornando poi alle questioni del Pd il segretario Dem ha spiegato che "noi possiamo stare due ore a discutere di coalizione, ma io la coalizione la voglio fare con i cittadini che hanno a cuore l'Italia".

21:06Vaccini: Camera, venerdì 28/7 il voto finale sul dl

(ANSA) - ROMA, 20 LUG - Venerdì 28 luglio, alle 12, si terrà nell'Aula della Camera il voto finale della Camera sul decreto legge sui vaccini. Il testo è stato oggi approvato dall'Aula del Senato. Lo ha deciso la Conferenza dei capigruppo di Montecitorio. L'esame del testo, su cui è scontata l'apposizione della questione di fiducia, avrà inizio da mercoledì.

21:06C.sinistra: Cuperlo, costruirlo ognuno a casa sua ma uniti

(ANSA) - ROMA, 20 LUG - "Per vincere serve un nuovo centrosinistra. Per costruirlo lavoriamo assieme a un vero movimento che quel traguardo sia in grado di rilanciare. Ciascuno dalla sua casa e con le sue convinzioni ma uniti nella volontà di fermare i valori e le ricette della destra". Lo scrive in una nota l'esponente della minoranza Dem Gianni Cuperlo spiegando di leggere così "l'appello di Pisapia a far dialogare ciò che oggi appare diviso". "Non è di altre fratture o scissioni che abbiamo bisogno ma della spinta di tanti - partiti, associazioni, mondo del lavoro e della cultura - per un fronte largo, civico, inclusivo che ci faccia vincere, dalla Lombardia al Lazio e domani nelle elezioni politiche che decideranno il futuro del Paese", conclude.

20:57Migranti: sindaco Lampedusa, parole Kurz da naziskin

(ANSA) - LAMPEDUSA (AGRIGENTO), 20 LUG - "Una dichiarazione del genere me la sarei aspettata da un naziskin, non certo da un rappresentante delle istituzioni di un Paese della Comunità Europea. Evidentemente Kurz non sa neppure quanto è grande Lampedusa, e dimentica che nella nostra isola vivono seimila persone che si sentono europee". Così il sindaco di Lampedusa, Totò Martello, commenta le parole del ministro degli Esteri austriaco Sebastian Kurz sui migranti. "Dalle parole che ho letto - aggiunge il sindaco di Lampedusa - capisco che il ministro Kurz non sa come avvengono gli sbarchi, in quali condizioni vengono soccorsi i migranti che arrivano a Lampedusa, e non sa quanti sforzi compiono quest'isola e i suoi abitanti per l'accoglienza umanitaria".

20:54Calcio: Inter-Schalke, botta e risposta ironico su Twitter

(ANSA) - MILANO, 20 LUG - Botta e risposta su Twitter tra Inter e Schalke 04 che domani in Cina si sfideranno in amichevole. Il club nerazzurro dà appuntamento ai tedeschi: "Siete pronti come lo siamo noi per la Dragon city cup? Ci vediamo domani sera!". Pronta la risposta dello Schalke che, con ironia, ricorda le vittorie sulla squadra nerazzurra: "Certo! Non vediamo l'ora. Ci ricordiamo ancora bene di voi". E infatti i tedeschi sono stati un avversario ostico per l'Inter. Nel 1997 lo Schalke battè ai rigori in finale di Coppa Uefa la squadra allora allenata da Roy Hodgson. Poi, nel 2011, nell'andata dei quarti di Champions, fu un vero tracollo nerazzurro: ko per 5-2 a San Siro.

20:53Calcio: Spagna, convalidato l’arresto del presidente Villar

(ANSA) - MADRID, 20 LUG - Il giudice della Audiencia nacional di Madrid, Santiago Pedraz, ha convalidato l'arresto del presidente della Federcalcio spagnola (Rfef), Angel Maria Villar, e del figlio Gorka, accusati di corruzione e malversazione, disponendo il loro ingresso in carcere. I due Villar erano stati arrestati martedì, in un blitz ordinato dalla Procura anti-corruzione. Con loro erano finiti in manette il presidente e il segretario della federazione di Tenerife, Juan Padron, vicepresidente della Rfef, e Ramon Hernandez Baussou. I quattro arrestati sono stati interrogati oggi dal giudice, che poi ne ha convalidato l'arresto. Sono imputati per appropriazione indebita, truffa, falso, corruzione. Dopo l'arresto del suo presidente, la Rfef aveva rinviato sine die le riunioni previste questa settimana per fissare il calendario della Liga 2017/18. Il ministro dello Sport, Inigo Mendez de Vigo, ha detto che la riunione si svolgerà domani e che il Governo spagnolo impedirà che i guai giudiziari di Villar influiscano sul campionato.

20:51Usa: O. J. Simpson, ‘ho scontato la mia condanna’

(ANSA) - NEW YORK, 20 LUG - "Nulla di tutto questo sarebbe successo se avessi avuto miglior buon senso". Lo afferma O. J. Simpson, l'ex star del football, nel corso dell'udienza davanti alla commissione che deve decidere se concedergli la libertà condizionale. "Sono a un punto della mia vita in cui vorrei trascorrere la maggior parte del tempo con i miei figli e i miei amici. Non mi sono mai lamentato per nove anni, ho scontato la mia condanna". Simpson sta scontando una condanna a a 33 anni di carcere per rapina a mano armata e sequestro di persona. In passato e' stato prosciolto dall'accusa di omicidio della sua ex moglie Nicole e dell'amico Ronald Goldman nel 1994 a Los Angeles, in un processo che ha spaccato l'America tenendo milioni di telespettatori incollati alla tv. E l'udienza per la sua liberta' condizionale segue lo stesso copione: e' trasmessa in diretta da tutte le principali emittenti televisive.

Archivio Ultima ora