Brexit: sterlina a picco, tremano i fondi immobiliari

Pubblicato il 06 luglio 2016 da ansa

sterlina

ROMA. – La sterlina crolla sotto gli 1,28 dollari, in quella che qualcuno definisce una ‘terra di nessuno’, e tre fondi immobiliari di statura globale congelano gli investitori di fronte alla fuga da uno dei pilastri dell’economia britannica.

A meno di due settimane dal referendum che ha decretato la ‘Brexit’, l’addio della Gran Bretagna all’Ue continua a creare scossoni preoccupanti, mentre la politica interna è in una situazione talmente caotica da lasciare quasi interamente alla banca d’Inghilterra il ruolo di pompiere.

Il governatore Mark Carney è intervenuto ieri, ma senza riuscire a sgombrare dal campo i timori dei mercati, come dimostra il cambio della sterlina a nuovi minimi di 31 anni, sceso brevemente fin sotto gli 1,28 dollari. Timori economici, di fronte alla probabile recessione destinata a protrarsi almeno per tutto il secondo semestre di quest’anno. Ma anche e soprattutto timori di carattere finanziario.

Di fronte alla corsa di molti investitori a chiedere il rimborso nelle proprie quote, M&G Investments, Aviva Investors e Standard Life Investments hanno sospeso le contrattazioni dei loro fondi sulle proprietà commerciali, congelando di fatto asset per un valore 11,9 miliardi di dollari.

Le motivazioni addotte bastano a far tremare i polsi: una “mancanza di liquidità immediata” per Aviva, un forte rialzo dei rimborsi causa “incertezza” per M&G. Nella realtà, ciò che spaventa i mercati, tenendo pressione sulla Borsa di Londra anche oggi negativa (-1,25%), è il rischio che si inneschi un circolo vizioso, con le richieste di rimborso degli investitori esteri, preoccupati dal crollo della sterlina e dal futuro della City, in grado di costringere i fondi a una liquidazione a prezzi da ‘svendita’: ci vuole tempo a vendere proprietà commerciali in piazze come quella di Londra dopo il referendum del 23 giugno. Una spirale che a sua volta farebbe crollare i prezzi.

E’ il rischio di un effetto domino, con cui Carney sta lottando a suon di promesse di politica monetaria ultra-espansiva. Una situazione che a detta di qualche investitore americano assomiglia drammaticamente ai mesi che precedettero il disastro finanziario del 2008 culminato con il collasso di Lehman Brothers. Allora le scosse telluriche pre-crisi partirono dagli hedge fund della defunta Bear Stearns.

La Gran Bretagna non sembra vicina a quei livelli di rischiosità finanziaria, ma altri fondi immobiliari, come quelli di Aberdeen, stanno a guardare con preoccupazione e cercano di far fronte alla liquidità richiesta dai clienti.

Nessuno sa esattamente cosa succederà al mercato immobiliare inglese, che fa parte della spina dorsale dell’economia, dopo il divorzio con Bruxelles e il crollo, in una manciata di giorni, della sterlina del 15% e della Borsa del 10%. Nessuno sa cosa faranno delle loro case milionarie gli sceicchi arabi, i magnati russi, gli investitori cinesi o americani, o, peggio, del loro quartier generale londinese i super-manager delle multinazionali e della finanza di fronte al territorio sconosciuto in cui la Gran Bretagna sembra essersi avventurata.

(di Domenico Conti) (ANSA)

Ultima ora

13:53Calcio: Agnelli, Juve assolta in indagine Fifa su Pogba

(ANSA) - TORINO, 24 OTT - L'indagine della Fifa sul trasferimento di Paul Pogba dalla Juventus al Manchester United "si è conclusa senza alcuna implicazione per la Juventus che è stata completamente assolta". Lo ha detto il presidente Andrea Agnelli, in risposta a un azionista. "Per la cessione di Pogba - ha aggiunto l'a.d. bianconero Aldo Mazzia - era previsto un pagamento dilazionato, con ultime rate nell'agosto 2018 e agosto 2019, durante questo esercizio abbiamo ceduto pro soluto il credito a un'istituzione finanziaria e abbiamo ottenuto l'anticipo dell'incasso di 70 milioni, a vantaggio dell'indebitamento finanziario netto alla fine di questa stagione".

13:48Germania: Schaeuble eletto presidente del Bundestag

(ANSA) - BERLINO, 24 OTT - Wolfgang Schaeuble è stato eletto presidente del nuovo Parlamento tedesco. L'ex ministro delle Finanze succede a Norbert Lammert.

13:47Insulti antisemiti: informativa Digos alla Procura Roma

(ANSA) - ROMA, 24 OTT - E' stata depositata in Procura un' informativa della Digos sulla vicenda degli adesivi antisemiti ritrovati nella curva sud del stadio Olimpico di Roma all'indomani della partita Lazio-Cagliari. Lo si apprende da fonti investigative. Gli adesivi, grandi quanto le figurine dei calciatori, sono stati trovati ieri su una vetrata all'interno della curva sud e raffiguravano Anna Frank con la maglietta della Roma. Dopo il ritrovamento è intervenuta la polizia scientifica per i rilievi del caso.

13:44Mondiali: domani al via vendita biglietti per Italia-Svezia

(ANSA) - ROMA, 24 OTT - Inizierà alle ore 15 di domani la vendita dei biglietti per Italia-Svezia, gara di ritorno del play off Mondiale in programma lunedì 13 novembre (ore 20.45) allo stadio 'Giuseppe Meazza' di Milano. Domani pomeriggio prenderà il via anche la vendita dei biglietti del settore riservato ai tifosi italiani per la gara d'andata del play off Mondiale con la Svezia in programma venerdì 10 novembre alla 'Friends Arena' di Solna (ore 20.45). I tagliandi potranno essere acquistati sui siti www.vivoazzurro.it e www.ticketone.it fino ad esaurimento dei posti disponibili e non oltre le ore 15 di venerdì 3 novembre.

13:44Pd: a via seconda settimana treno Renzi da Reggio Calabria

(ANSA) - REGGIO CALABRIA, 24 OTT - Con una visita al Parco lineare Sud di Reggio Calabria, si è aperta la seconda settimana di tour del treno del Partito democratico. Matteo Renzi, segretario Dem, è stato in visita al parco, dove sono in corso lavori di riqualificazione, con il sindaco Giuseppe Falcomatà e parlamentari del Pd tra i quali Stefania Covello. Renzi è poi giunto in stazione, da dove il treno, che oggi toccherà diverse tappe in Calabria, parte per Rosarno. Fuori dalla stazione c'erano ad attenderlo sostenitori, ma anche un gruppetto di contestatori di Fratelli d'Italia e vigili del fuoco precari. (ANSA).

13:40Calcio: Montella, con difficoltà spifferi diventano varchi

(ANSA) - CARNAGO (VARESE), 24 OTT - "La squadra è coesa, Bonucci non ha mai detto di voler fare un passo indietro sulla fascia da capitano ed è giusto così". Vincenzo Montella prova a spazzare i dubbi sulle crepe all'interno dello spogliatoio del suo Milan. "Le difficoltà di Bonucci? Sto facendo training autogeno, potrei far durare molto la risposta - ha sorriso l'allenatore rossonero alla vigilia della trasferta con il Chievo -. Sono nel calcio da tanti anni, fra momenti brutti e felici. Quando va meno bene gli spifferi diventano aperture enormi. Dal primo momento ho detto che leggo tutto, anche fra le righe, so anche da dove provengono determinate cose. La squadra è coesa - ha puntualizzato Montella -, Bonucci dalle mie verifiche non ha mai detto di voler fare un passo indietro sulla fascia di capitano, ed è giusto così perché è stata una mia scelta. Ci ho messo un po' di tempo ma è stata una scelta ponderata. Il resto sono discorsi disturbatori".

13:40Di Maio, confronto Boschi? Sì,insieme a risparmiatori

(ANSA) - CATANIA, 24 OTT - "Non ho alcun problema a partecipare a un confronto con Maria Elena Boschi: dopo il 5 novembre perché adesso sono impegnato in Sicilia a mandare a casa gli impresentabili di Musumeci e di Micari; il confronto sia magari all'americana, in una piazza davanti a Banca Etruria con i risparmiatori, così avrà modo di dire anche a loro la verità". L'ha detto il vicepresidente della Camera e candidato premiar del M5S Luigi Di Maio, a Catania, a margine di una sua visita nell'istituto di Fisica nucleare.

Archivio Ultima ora