Psicologa Lecce morta in casa, procura indaga per omicidio

(ANSA) – LECCE, 7 LUG – La procura di Lecce ha aperto un fascicolo per omicidio volontario per la morte di una psicologa di Lecce, Virginia Quaranta, di 32 anni, trovata morta il 18 giugno scorso in casa sua. Secondo quanto accertato sinora anche con l’autopsia, la donna sarebbe morta per cause naturali, in seguito ad una aritmia cardiaca e sul suo corpo non sono state tracce di violenza. La procura, però, evidentemente non è convinta e ha iscritto nel registro degli indagati un uomo di 50 anni, con il quale la donna aveva una relazione e che sarebbe stato l’ultimo a vederla. “Si tratta di un atto dovuto per consentirgli di partecipare agli accertamenti tecnici in corso” ha spiegato il suo legale, Francesca Conte. Gli investigatori stanno recuperando dati dal cellulare e dal computer della donna mentre si attendono gli esiti degli esami tossicologici.

Condividi: