Lazio: giallo Bielsa, ma il contratto è depositato

Lazio: giallo Bielsa, ma il contratto è depositato
Lazio: giallo Bielsa, ma il contratto è depositato
Lazio: giallo Bielsa, ma il contratto è depositato

ROMA. – S’infittisce il mistero sull’arrivo di Marcelo Bielsa sulla panchina della Lazio. L’allenatore argentino era atteso a Roma, ma il suo arrivo nella Capitale è slittato ancora. Il tutto mentre la società biancoceleste precisa in un comunicato: “Come emerso dalle notizie date dai media”, il club comunica “di aver già depositato il contratto del sig. Marcelo Bielsa e dei suoi collaboratori. La società comunica altresì che, come da comunicazione ricevuta, il mister e il suo staff saranno a Roma nella giornata di sabato 9 luglio”.

Una puntualizzazione, non certo un annuncio vero e proprio. Quello che invece si è sentita di fare già la Lega Serie A, proprio forte del contratto depositato: “Marcelo Bielsa è il nuovo allenatore della S.S. Lazio”, si legge tra le news del sito della Lega. Ma, per l’ufficialità, in effetti, bisognerebbe essere certi dell’arrivo del tecnico. Che invece continua a disperdere le proprie tracce.

Sul suo arrivo in biancoceleste tanti dubbi, quelli che forse nutre lo stesso Claudio Lotito, che a Radio 24 oggi ha ammesso: “C’è un comunicato in cui si dice che il contratto è stato depositato. Vediamo cosa succederà”. Ed è quel “cosa succederà” a lasciare perplessi.

La Lazio attende Bielsa per sabato, il giorno dopo partirà per il ritiro di Auronzo di Cadore con il serio rischio che a condurre i primi allenamenti sotto le Tre Cime di Lavaredo siano i soli componenti dello staff biancoceleste, Fonte, Bianchini e Grigioni.

Sta di fatto che Bielsa continua a tentennare, i suoi litigi con Lotito non si contano più. Al centro dei dissidi tra i due, sempre il mercato col contagocce, mentre il ‘Loco’ aveva chiesto di cominciare già con almeno due acquisti. Senza contare che si è liberata la panchina della Nazionale argentina e il ‘Loco’ è considerato dai connazionali uno tra i papabili.

Ma se Bielsa resta lontano da Roma, perché la Lazio ha ufficializzato (quantomeno) l’accordo firmato tra le parti? Forse per mettere pressione all’argentino, che a questo punto è spalle al muro e se dovesse fare marcia indietro rischierebbe eventuali cause in Tribunale.

Se così fosse, di alternative a Bielsa ne resterebbero ben poche. Pioli sarebbe ancora sotto contratto, ma un suo ritorno avrebbe del clamoroso per come si è lasciato con la società. Con Prandelli invece i rapporti sono rimasti congelati dopo le mancate promesse di Lotito. Resta dunque Simone Inzaghi, rimasto in orbita Salernitana. Non è un caso che Lazio e Salernitana, entrambi club di Lotito, siano le uniche a non aver ancora ufficializzato il proprio allenatore.

E in tutto questo caos, ci si mette anche Felipe Anderson, che dal Brasile continua a ripetere di voler giocare le Olimpiadi, mentre la Lazio gli ha già negato tale possibilità. Il brasiliano (che piace all’Inter) era atteso al raduno, ma non si è visto. Un ritardo che la società spesso giustifica ai giocatori che provengono dall’altra parte del mondo. La tolleranza è di 24-48 ore, quindi anche per Anderson occorrerà aspettare il week-end.

Condividi: