Euro 16: Deschamps ai tifosi, a Marsiglia per la storia

Pubblicato il 07 luglio 2016 da ansa

Euro 2016, Francia-Islanda 5-2: Bleus travolgenti, Deschamps in semifinale

Euro 2016, Francia-Islanda 5-2: Bleus travolgenti, Deschamps in semifinale

ROMA. – Tutti sul carro con Deschamps a cantare la Marsigliese. La Francia si stringe attorno al suo ct, dapprima duramente contestato per aver lasciato a casa Benzema (per motivi disciplinari) e Ben Arfa (scelta tecnica), e ora osannato da stampa e tifosi per aver condotto con personalità la nazionale dei galletti fino alla semifinale contro la Germania.

Ma il bello viene solo adesso, e alla vigilia della sfida contro i campioni del mondo, l’ex capitano della Francia capace di vincere in fila un mondiale (’98) e un Europeo (2000) si appella proprio ai suoi tifosi, pronti a far bollire lo stadio Velodrome di Marsiglia per spingere la loro nazionale a sfatare il tabù Germania.

Seppur battuta in amichevole nella triste notte degli attentati del 13 novembre scorso, per la Francia ci sono da vendicare ben tre ko nelle fasi finali di un grande torneo: nell’82 nella sciagurata notte di Siviglia, dilapidando addirittura un vantaggio di due gol nei supplementari, nell’86 in Messico sempre in semifinale e due anni fa in Brasile quando nei quarti i tedeschi si imposero con un gol di Hummels, assente per squalifica.

Una storia che non fa paura al condottiero Deschamps che nel suo stadio, qui alzò una coppa dei Campioni contro il Milan, vuole scrivere una pagina completamente nuova. “Basta parlare della storia e del passato: nessuno lì può cambiare – ha subito tuonato in conferenza stampa – C’è una nuova pagina da scrivere. Quello che conta è oggi: che i giocatori siano convinti e che il pubblico ci aiuti. E’ inutile continuare a vedere la loro esperienza, la loro storia, la loro forza, perchè ogni partita è differente. Non si può competere con la Germania sul piano dell’esperienza, dei titoli, dell’abitudine a queste partite. Ma se siamo qui, evidentemente qualche qualità la abbiamo”.

La Germania dovrà fare i conti con tre assenze importanti (oltre allo squalificato Hummels, mancheranno per infortunio Gomez e Khedira), ma per il ct francese resta la squadra da battere: “Loro sono i campioni del mondo e non per caso – ha aggiunto Deschamps – anche in questi Europei hanno dimostrato tutto il loro valore. Fanno sempre la partita, e noi non possiamo pensare di giocarcela solo con difesa e ripartenze. Dovremo fare una super partita”.

Insomma per battere i tedeschi servirà la partita perfetta, e il sostegno dei tifosi, notoriamente caldi a Marsiglia: “Il solo fatto di giocare in Francia ci carica, ci fa sentire fieri di essere Bleus – ha ammesso – Però è vero che Marsiglia è una città particolare: c’è fervore, c’è carattere. Spero che questo ci garantisca una percentuale di vantaggio”.

Per questa sfida Deschamps sembra intenzionato a ripresentare il modulo 4-2-3-1 con cui la sua Francia ha giocato la miglior partita di questi Europei, seppur contro un avversario, l’Islanda, non paragonabile alla Germania. Di certo, oltre alla vena realizzativa dei tre attaccanti, Griezmann, Payet e Giroud (10 gol), il ct punta molto sul ritrovato Pogba.

“Non l’avevo perduto e perciò non l’ho ritrovato – ha concluso – E’ stato un inizio difficile per lui, poi ha risposto bene. Paul ha bisogno di tranquillità, ma è difficile perché si parla sempre di lui, tutti i giorni”.

Insomma la Germania è avvisata, la Francia non è la stessa squadra di due anni fa, e nel corso degli europei è cresciuta partita dopo partita. “Tutte le sconfitte come le vittorie, aiutano a crescere – ha confessato il portiere Lloris – La squadra è cresciuta tanto, ha accumulato esperienza, qualcuno di noi col suo club ha giocato grandi partite e questo ci ha fatto migliorare, oltre all’affiatamento tra noi in questi due anni di nazionale. Personalmente penso che questa sia un’altra competizione, e che dobbiamo vincere per forza, fare l’exploit. Il pubblico sarò con noi: speriamo di vivere una notte magica”.

Ultima ora

17:05Arriva la guida per trovare il gelato più buono

(ANSA) - RIMINI, 23 GEN - Sono trentasei le gelaterie italiane al top. Le ha premiate il Gambero Rosso che ha presentato, al Sigep di Rimini, la prima edizione della guida 'Gelaterie d'Italia'. Sono censite circa 300 gelaterie che fanno della qualità la loro bussola. Gli ispettori del Gambero Rosso hanno assaggiato e dato i voti: da uno a tre coni a seconda del grado di bontà. Con alcuni punti fermi: nessuna deroga sulla materia prima, a cominciare dal latte, rispetto del territorio, della stagionalità per un prodotto che sia sano oltre che buono. La regione che registra il più alto numero di tre coni è l'Emilia-Romagna con 7. Assegnati anche dei premi speciali: il premio per il miglior gelato al cioccolato va a Paolo Brunelli di Senigallia (Ancona). Gelatiere emergente è Carmela Grotta di Ciocolat di Toscolano Maderno (Brescia), miglior gelato gastronomico a Greed Avidi di Gelato di Frascati (Roma) di Davide Rossi, il premio Gusto&salute a Candida Pelizzoli di Oasi American Bar di Fara Gera d'Adda (Bergamo). (ANSA).

16:42Calcio: tifosi devastano casa, n.1 Togo ‘sciopera’

(ANSA) - PORT-GENTIL (GABON), 23 GEN - Considerato responsabile della sconfitta contro il Marocco per via di una 'papera' e di una prestazione complessiva non buona, il 38enne portiere del Togo Kossi Agassa è stato 'punito' dai tifosi con una dura contestazione in patria e la devastazione della sua casa a Lome. Così ora Agassa si rifiuta di scendere in campo nel decisivo match di domani contro il Congo e il ct Claude Le Roy dispera di riuscire a fargli cambiare idea. "E' rimasto piuttosto scosso da quanto è accaduto, e non so se ce la farà a giocare. Del resto - ha detto Le Roy - non me la sento di dargli torto". La casa del n.1 togolese ha subìto l'ira dei teppisti anche se era stata messa sotto protezione dalla polizia fin dalle prime ore successive al ko contro i marocchini. Ma anche gli agenti hanno potuto fare poco contro l'ira dei supporter degli Sparvieri.

16:33Basket: a Rimini Final Eight Coppa Italia

(ANSA) - MILANO, 23 GEN - "È la prima volta che Rimini ospiterà le Final Eight di Coppa Italia. In fiera ci saranno momenti di attività commerciale, di festa e di incontro con tifosi. I tifosi li vogliamo sempre più vicini al basket e per la Lega questa è una priorità". Così il presidente di Lega Basket Egidio Bianchi alla presentazione della Coppa Italia che si svolgerà da giovedì 16 a domenica 19 febbraio. "Sono al massimo del pif - aggiunge Bianchi -, il prodotto interno della felicità. Dobbiamo dire grazie ai nostri atleti e agli allenatori delle 8 squadre che parteciperanno. La loro presenza qui è importante".

16:21L.elettorale: Grasso, bisognerà attendere le motivazioni

(ANSA) - ROMA, 23 GEN - "Domani sarà senz'altro un momento importante, decisivo, una svolta, ma dovremmo attendere anche le motivazioni della sentenza della Consulta per poter cercare di creare delle leggi sempre più omogenee così come ha richiesto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella". Lo ha detto il presidente del Senato, Pietro Grasso, a Rainews durante la sua visita a Barcellona in occasione del Secondo Forum dell'Unione per il Mediterraneo.

16:17Craxi: Sala, decida Consiglio, e Fo va ricordato

(ANSA) - MILANO, 23 GEN - Sulla possibilità di dedicare una via o un luogo della città al premio Nobel Dario Fo e all'ex leader socialista Bettino Craxi "voglio lasciare l'iniziativa al Consiglio comunale, chiedo solo che il Consiglio faccia in fretta queste riflessioni perché c'è altro da fare". Lo ha detto il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, commentando a margine di una conferenza stampa a Palazzo Marino la proposta del consigliere regionale lombardo del M5s, Stefano Buffagni, di intitolare una via della città a Dario Fo, in polemica con chi invece propone di dedicare una via a Craxi.

16:14L.elettorale: Radicali, da partiti spettacolo indecente

(ANSA) - ROMA, 23 GEN - "E' uno spettacolo indecente quello che i partiti stanno mettendo in scena sulla legge elettorale. Tra gli strafalcioni istituzionali di chi, come Salvini e il M5S, vorrebbe delegare alla Consulta il compito di fare le leggi - compito che, come sa chiunque abbia sfogliato un testo di educazione civica, spetta al Parlamento - e la pretesa delle altre forze politiche assembleare un testo a uso e consumo delle segreterie di partito, si sta sminuendo un passaggio fondamentale per la vita della nostra Repubblica". Lo afferma in una nota Riccardo Magi, segretario di Radicali Italiani, in vista della sentenza di domani della Consulta.

15:59Terremoto:Salvini,per agricoltori da Italia e Ue chiacchiere

(ANSA) - ROMA, 23 GEN - "Siamo in prima linea in difesa dei nostri agricoltori: dal governo solo tante promesse e nessun fatto. Siamo sommersi da telefonate di agricoltori colpiti dalla neve, dal gelo, dai terremoti e che sono senza alcun aiuto da mesi, I numeri dicono che solo il 15 per cento sono stati dotati di stalle provvisorie, nelle Marche sono ne arrivate solo 2 sulle 370 attese. A fronte del nulla dell'Italia e dell'Europa la Lega ha presentato, tra gli altri, al decreto sul Mezzogiorno in esame alla Camera un emendamento per lo stanziamento immediato di 40 milioni per l'agricoltura" . Così il segretario della Lega Matteo Salvini sui mancati aiuti al settore agricolo colpito dalle recenti calamità naturali.

Archivio Ultima ora