Ripartono i consumi italiani, più carne e cene fuori

Pubblicato il 07 luglio 2016 da ansa

Una persona fa la spesa al supermercato, Bologna, 12 novembre 2014. ANSA/GIORGIO BENVENUTI

Una persona fa la spesa al supermercato, Bologna, 12 novembre 2014. ANSA/GIORGIO BENVENUTI

ROMA. – Più cene fuori e notti in albergo. Più grigliate di carne e serate al cinema o a teatro, ma non per tutti. L’Istat vede i consumi delle famiglie italiane in timida ripresa nel 2015 con una spesa media che risale a 2.499 euro e 37 centesimi al mese, dieci euro in più rispetto all’anno prima.

La crescita è appena dello 0,4%, “di questo passo ci vorranno 30 anni per tornare ai livelli pre-crisi”, fa notare il Codacons, mentre l’Unione nazionale dei consumatori stima che per la classica famiglia di quattro persone i consumi scendono ancora lo scorso anno, di 31 euro.

Eppure ci sono dei segnali di svolta nelle abitudini di spesa: per la prima volta dal 2011 si arresta il calo dei consumi di carne, e tornano in espansione le uscite per hotel e ristoranti (+11%). Aumentano più della media anche le spese alimentari in generale e quelle per beni e servizi ricreativi, spettacoli e cultura.

Ne emerge che una parte crescente del Paese è meno tirata negli acquisti, ma al tempo stesso la maggioranza continua a risparmiare ovunque possibile. Una famiglia su due cerca di fare economie sul cibo, altrettanti rinunciano del tutto a viaggi e vacanze mentre c’è un 20% che tenta di limare persino le spese sulla salute.

Le disuguaglianze nel Paese, del resto, sono profonde: 1.300 euro separano i consumi dell’ultima regione per spesa, la Calabria, da quelli della prima, la Lombardia, e un divario analogo divide le famiglie operaie da quelle degli imprenditori.

Le famiglie di stranieri spendono mille euro al mese in meno di quelle di soli italiani. Mentre quelle di laureati hanno consumi due volte superiori rispetto a quelle dove il capofamiglia ha la licenza elementare o non ha titolo di studio.

Infine all’aumentare della dimensione della famiglia, aumenta il suo rischio di trovarsi agli ultimi posti per livello di consumi, calcolati come spesa familiare equivalente.

Per rafforzare le misure di sostegno per i figli a carico, la commissione Finanze del Senato ha all’esame un disegno di legge del Pd, che vede come primo firmatario Stefano Lepri. Il ddl propone di sostituire le misure attuali con un intervento unico, che si assottiglierebbe tra i 50 e i 70 mila euro di reddito, e potrebbe arrivare a garantire 150 euro al mese per figlio a carico fino ai 18 anni e 100 euro dai 18 ai 25.

A oggi, gli interventi di welfare per le famiglie sono pari al 4,1% della spesa per le prestazioni sociali, un “valore tra i più bassi in Europa”, mentre il 50,7% della spesa viene assorbito dalla tutela della vecchiaia – secondo i dati presentati dal presidente dell’Istat, Giorgio Alleva, in un’audizione, relativi al 2013.

Più in dettaglio, quattro famiglie con figli a carico su dieci ricevono assegni familiari, che portano nelle loro tasche in media 1.155 euro l’anno. A questi si aggiungono le detrazioni Irpef per i figli, che valgono complessivamente 7,8 miliardi e vanno principalmente alle famiglie benestanti.

Solo il 16,5% del beneficio è destinato infatti alle famiglie a rischio povertà, mentre quasi il doppio (30%) arriva alle famiglie con un reddito più che doppio rispetto alla soglia di rischio. Si arriva così a spendere un miliardo e 100 milioni per aumentare il reddito del quinto più ricco della popolazione di meno dell’1%.

(di Chiara Munafò/ANSA)

Ultima ora

02:02Iraq: autobomba a Baghdad, almeno 10 morti

(ANSA) - BAGHDAD, 30 MAG - Almeno 10 persone sono morte e altre 22 rimaste ferite per l'esplosione ieri sera di una autobomba fuori da una popolare gelateria di Baghdad. L'attentato è avvenuto pochi giorni dopo l'inizio del Ramadan, mese sacro durante il quale i musulmani digiunano durante le ore diurne: al tramonto bar e ristoranti si riempiono rapidamente di avventori, tra cui molte famiglie. L'attacco ha colpito un locale nel centro della capitale irachena ed è stato effettuato con dell'esplosivo piazzato in una macchina lasciata parcheggiata. Al momento non c'è stata alcuna rivendicazione ma nel passato l'Isis ha rivendicato attentanti simili, come quello con un camion bomba esploso durante il Ramadan dello scorso anno che ha ucciso centinaia di persone.

00:35Voto Gb:May su Brexit, non pagheremo qualunque prezzo

(ANSA) - LONDRA, 30 MAG - "Nessun accordo sulla Brexit è meglio di uno cattivo". La premier britannica ha ribadito in modo chiaro, nel corso del dibattito televisivo a distanza col leader laburista Jeremy Corbyn, che è pronta ad abbandonare i negoziati sull'uscita dall'Europa nel caso in cui non si riesca a trovare una intesa con l'Ue, a partire dalla questione del cosiddetto 'conto del divorzio'. Il primo ministro conservatore ha sottolineato che non è intenzionata a "pagare ogni prezzo" per ottenere un accordo.

22:56Voto Gb: Corbyn, ‘con noi non ci sarà Brexit senza accordo’

(ANSA) - LONDRA, 29 MAG - La Brexit ci sarà, ma non avverrà "senza un accordo" con l'Ue se al governo in Gran Bretagna andrà il Labour. Lo ha detto il leader laburista, Jeremy Corbyn, nel dibattito televisivo elettorale a distanza di stasera, assicurando di voler "rispettare il risultato del referendum", ma di voler negoziare anche "un accordo di libero scambio con Bruxelles" e mantenere rapporti stretti con l'Europa. Il leader laburista si è poi detto pronto a pagare all'Ue "quanto legalmente dovuto" per il divorzio. Quanto all'immigrazione, Corbyn ha infine detto di ritenere "probabile" una leggera riduzione dell'immigrazione, ma senza fare alcuna promessa di limitarla. Secondo Corbyn, l'attentato di Manchester è stato un gesto orribile e non ci sono giustificazioni per chi la commesso, ma deve suggerire anche una revisione della politica estera, che "non significa una politica estera più soft", bensì una politica che punti a stabilizzare i Paesi devastati da guerre e interventi militari, come la Siria e la Libia.

21:29Auto ‘impazzita’ travolge 5 persone a Roma, 2 gravi

(ANSA) - ROMA, 29 MAG - Un'auto ha travolto 5 pedoni stasera a Roma. E' accaduto in via dei Colli Portuensi. I 5 feriti sono stati trasportati in ospedale dal 118 di Roma. Secondo quanto si è appreso, il più grave è un ragazzo di circa 30 anni rimasto incastrato sotto le ruote della macchina. Trasportata in ospedale in codice rosso anche una donna con vari traumi alla schiena. Gli altri tre sembrerebbero meno gravi. Sul posto polizia e polizia locale per i rilievi. Alla guida della Smart c'era una donna. Non si esclude che possa aver avuto un malore.

21:20Tennis: Roland Garros, Fognini al secondo turno

(ANSA) - ROMA, 29 MAG - Anche Fabio Fognini si aggiunge alla piccola pattuglia di azzurri che ha raggiunto il secondo turno al Roland Garros. Il tennista ligure e' riuscito solo al quinto set ad avere ragione del giovane statunitense Frances Tiafoe, col punteggio di 6-4, 6-3, 3-6, 1-6, 6-0, in due ore e 45 minuti di gioco. L'incrocio del tabellone lo porta ad affrontare un altro italiano, Andreas Seppi.

21:02Totti: Spalletti “Francesco vuole fare vicepresidente Roma”

(ANSA) - ROMA, 29 MAG - "Totti? Gli devono far fare il vicepresidente della Roma, è quello che lui vuole. I fischi di ieri? Mi hanno fatto pagare il conto". Così Luciano Spalletti, in una intervista che andrà in onda integralmente in serata (alle ore 21) nel corso della trasmissione di Sportitalia 'La Partita Perfetta'. Il tecnico della Roma annuncerà il suo futuro domani in una conferenza stampa: "Dirò cose molto importanti, la prima di tutte è che la Roma è in Champions. Di Francesco? Ne parlerò domani..." aggiunge l'allenatore toscano, rifilando una stoccata al collega Sarri: "Il suo Napoli gioca un calcio da paradiso, ma non parli dei nostri rigori".

20:47Migranti: sbarchi 2017 a quota 60mila, +48% rispetto a 2016

(ANSA) - ROMA, 29 MAG - Con i quasi diecimila arrivi negli ultimi tre giorni il conto degli sbarchi nel 2017 ha superato quota 60mila, il 48% in più rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, quando erano stati 40mila. Lo indicano i dati del Viminale. I nigeriani sono testa tra le nazionalità delle persone sbarcate (8.120), seguiti da bengalesi (7.567) e guineani (6.144). I minori non accompagnati sono 6.242, ma non sono ancora stati conteggiati i numerosi arrivati degli ultimi giorni. La Lombardia è sempre in testa tra le regioni per la quota di migranti8 ospitati (il 14% del totale), seguita da Campania e Lazio (9%).(ANSA).

Archivio Ultima ora