Ripartono i consumi italiani, più carne e cene fuori

Pubblicato il 07 luglio 2016 da ansa

Una persona fa la spesa al supermercato, Bologna, 12 novembre 2014. ANSA/GIORGIO BENVENUTI

Una persona fa la spesa al supermercato, Bologna, 12 novembre 2014. ANSA/GIORGIO BENVENUTI

ROMA. – Più cene fuori e notti in albergo. Più grigliate di carne e serate al cinema o a teatro, ma non per tutti. L’Istat vede i consumi delle famiglie italiane in timida ripresa nel 2015 con una spesa media che risale a 2.499 euro e 37 centesimi al mese, dieci euro in più rispetto all’anno prima.

La crescita è appena dello 0,4%, “di questo passo ci vorranno 30 anni per tornare ai livelli pre-crisi”, fa notare il Codacons, mentre l’Unione nazionale dei consumatori stima che per la classica famiglia di quattro persone i consumi scendono ancora lo scorso anno, di 31 euro.

Eppure ci sono dei segnali di svolta nelle abitudini di spesa: per la prima volta dal 2011 si arresta il calo dei consumi di carne, e tornano in espansione le uscite per hotel e ristoranti (+11%). Aumentano più della media anche le spese alimentari in generale e quelle per beni e servizi ricreativi, spettacoli e cultura.

Ne emerge che una parte crescente del Paese è meno tirata negli acquisti, ma al tempo stesso la maggioranza continua a risparmiare ovunque possibile. Una famiglia su due cerca di fare economie sul cibo, altrettanti rinunciano del tutto a viaggi e vacanze mentre c’è un 20% che tenta di limare persino le spese sulla salute.

Le disuguaglianze nel Paese, del resto, sono profonde: 1.300 euro separano i consumi dell’ultima regione per spesa, la Calabria, da quelli della prima, la Lombardia, e un divario analogo divide le famiglie operaie da quelle degli imprenditori.

Le famiglie di stranieri spendono mille euro al mese in meno di quelle di soli italiani. Mentre quelle di laureati hanno consumi due volte superiori rispetto a quelle dove il capofamiglia ha la licenza elementare o non ha titolo di studio.

Infine all’aumentare della dimensione della famiglia, aumenta il suo rischio di trovarsi agli ultimi posti per livello di consumi, calcolati come spesa familiare equivalente.

Per rafforzare le misure di sostegno per i figli a carico, la commissione Finanze del Senato ha all’esame un disegno di legge del Pd, che vede come primo firmatario Stefano Lepri. Il ddl propone di sostituire le misure attuali con un intervento unico, che si assottiglierebbe tra i 50 e i 70 mila euro di reddito, e potrebbe arrivare a garantire 150 euro al mese per figlio a carico fino ai 18 anni e 100 euro dai 18 ai 25.

A oggi, gli interventi di welfare per le famiglie sono pari al 4,1% della spesa per le prestazioni sociali, un “valore tra i più bassi in Europa”, mentre il 50,7% della spesa viene assorbito dalla tutela della vecchiaia – secondo i dati presentati dal presidente dell’Istat, Giorgio Alleva, in un’audizione, relativi al 2013.

Più in dettaglio, quattro famiglie con figli a carico su dieci ricevono assegni familiari, che portano nelle loro tasche in media 1.155 euro l’anno. A questi si aggiungono le detrazioni Irpef per i figli, che valgono complessivamente 7,8 miliardi e vanno principalmente alle famiglie benestanti.

Solo il 16,5% del beneficio è destinato infatti alle famiglie a rischio povertà, mentre quasi il doppio (30%) arriva alle famiglie con un reddito più che doppio rispetto alla soglia di rischio. Si arriva così a spendere un miliardo e 100 milioni per aumentare il reddito del quinto più ricco della popolazione di meno dell’1%.

(di Chiara Munafò/ANSA)

Ultima ora

12:01Qatar: britannico muore lavorando a stadio per mondiali 2022

(ANSA-AP) - DOHA, 20 GEN - Un cittadino britannico di 40 anni è morto lavorando alla realizzazione di uno stadio in Qatar in cui nel 2022 si disputeranno delle partite dei mondiali di calcio. Lo hanno reso noto gli organizzatori della Coppa del Mondo precisando che l'uomo, di cui non viene reso noto il nome, è morto ieri lavorando al Khalifa International Stadium. In un comunicato si afferma inoltre che "le autorità pertinenti sono state informate e anche la famiglia" del cittadino britannico. "Una indagine è stata immediatamente avviata sulle cause di questa fatalità e ulteriori dettagli verranno resi noti a tempo debito". La Coppa del Mondo in Qatar è da tempo al centro di una controversia. Diverse associazioni per la difesa dei diritti umani protestano lamentando i metodi di assunzione e le condizioni di lavoro cui sono sottoposti centinaia di migliaia di immigrati in Qatar, molti dei quali spesso rimangono vittima di incidenti.

11:57Maltempo: Spagna, notte in autostrada per 500 persone

(ANSA) - MADRID, 20 GEN - Almeno 500 persone hanno dovuto trascorrere la notte in auto in Spagna bloccate dalla neve sull'autostrada A31 che collega Madrid ad Alicante. Forti nevicate hanno costretto a chiudere l'autostrada fra Villagordo del Cabriel e Chiva, nella Comunità Valenciana, bloccando fino a 1200 auto. Circa 500 sono rimaste bloccate tutta la notte. L'Unità militare di emergenza Ume ha portato coperte e pasti ai loro occupanti, bloccati nel freddo sull'asfalto. Una cellula di crisi è stata costituita a Valencia. Il ministro dei trasporti Inigo dela Serna ha detto che è stata una "notte eccezionale" ed ha chiesto "scusa per tutti i disagi". Il ministro ha detto che oggi si cercherà di riaprire l'autostrada al traffico e di liberare le auto bloccate. L'ondata di gelo e neve che ha colpito la Spagna ha provocato disagi, seppure meno gravi, su diverse altre strade e autostrade in tutto il paese. Diversi treni ad alta velocità sono stati bloccati dalla neve sulla linea Madrid- Alicante.

11:55Basket: Livorno, procura chiede processo bancarotta per 12

(ANSA) - LIVORNO, 20 GEN - Sono 12 le persone, tra cui un ex assessore al bilancio del Comune di Livorno, per le quali la procura di Livorno ha chiesto il rinvio a giudizio per, a vario titolo, bancarotta fraudolenta patrimoniale e societaria in relazione alla gestione della Basket Livorno, squadra (partecipata anche al 5% da una società municipalizzata locale) impegnata fino al 2009 nei campionati di serie A1 (dal 2001 al 2007) e serie A2, dichiarata fallita nel maggio 2014 dopo essere stata messa in liquidazione nel 2009. Il processo è stato chiesto per 5 membri dell'ex cda pro tempore (tra cui l'ex assessore), 6 del collegio sindacale e per il liquidatore: l'udienza preliminare si terrà il 27 gennaio.

11:39Tennis: Australia,Murray e Kerber volano facilmente a ottavi

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - Tutto facile per i due numeri uno del tennis mondiale, lo scozzese Andy Murray e la tedesca Angelique Kerber, che si sono sbarazzati senza problemi dei loro avversari nel terzo turno e sono passati agli ottavi di finale. Murray, che pure aveva accusato un dolore alla caviglia, ha superato in tre set l'americano Sam Querrey, con un 6-4 6-2 6-4 che non lascia spazio a ulteriori commenti. La Kerber invece ha rifilato un pesante 6-0 6-4 alla ceca Kristyna Pliskova. (ANSA).

11:31Siria: Sana, Isis ha distrutto proscenio teatro Palmira

(ANSAMed) - BEIRUT, 20 GEN - L'Isis ha distrutto il proscenio dell'antico teatro romano di Palmira, nella Siria centrale, e il Tetrapilo, una struttura colonnata sempre nel sito archeologico patrimonio dell'Unesco. Lo riferisce l'agenzia ufficiale siriana Sana senza al momento fornire ulteriori dettagli.

11:26Maltempo: portate in salvo 6 persone a Acquasanta

(ANSA) - ASCOLI PICENO, 20 GEN - Sei persone, perlopiù anziane, tra cui una signora di 90 anni, rimaste isolate a causa della neve nella frazione Piandelloro di Acquasanta Terme (Ascoli Piceno), sono state sono state soccorse e portate in salvo da un elicottero dei vigili del fuoco. La notte scorsa un un gatto delle nevi aveva cercato di raggiungere la frazione, ma la strada era completamente ostruita da cumuli di neve e alberi caduti. Le sei persone 'liberate' dopo essere rimaste tre giorni in condizioni proibitive nelle loro abitazioni assediate dalla neve sono state portate ad Ascoli Piceno, e qui raggiunte dai familiari.

11:18Tennis: Australia, Seppi felice, “ora devo vincere per due”

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - "Da quando mi sono sposato devo vincere per due, quindi qualche turno devo pur superarlo…". scherza e sorride il 32enne altoatesino Andreas Seppi, peraltro fresco di matrimonio con Michela, dopo aver la qualificazione agli ottavi degli Open di Australia, battendo in 4 set il belga Steve Darcis. "Oggi non era semplice -dice Seppi- per le pesisme condizioni meteo. Vento fortissimo e a mulinelli, certe volte la pallina non la controllavi. Il sole che andava e veniva, prima caldo, poi freddo. Il primo set l'ho perso senza che lui facesse nulla di particolare. Piuttosto facevo fatica alla risposta e mi scappava subito nei primi quindici. Ho vinto un bel secondo set cominciando a servire meglio e con maggior continuità, poi nel terzo quando ero avanti 2-0, ho avuto un calo fisico. Avevo le gambe pesanti, però poi sono uscito da una brutta situazione e ho vinto". Il 2016 è ormai alle spalle: "Ho perso posizioni nel ranking -spiega- ma ho avuto anche vari problemi fisici". Ora c'è Wawrinka, il tennista con il turbo rovescio e che agli Australian Open ha trionfato nel 2014. Uno dei favoriti per il successo finale anche quest'anno. "Non solo quello - sottolinea Seppi - anche il diritto e il servizio. E' un giocatore completo". Indimenticabile la vittoria dell'italiano nel 2012 al Foro Italico in un Pietrangeli stracolmo e impazzito per l'azzurro: 6-7 7-6 7-6. "Quella partita non la dimentico, ma è pure vero che poi da Wawrinka ho preso delle belle stese…". (ANSA).

Archivio Ultima ora