Sfregio su cartello Sergio Ramelli a Modena,condanna sindaco

(ANSA) – MODENA, 9 LUG – Il cartello stradale che indica via Sergio Ramelli a Modena è stato smontato da ignoti che l’hanno poi depositato a terra accanto a una chiave inglese, attrezzo usato per uccidere lo stesso Ramelli, militante e fiduciario del Fronte della Gioventù, nel 1975 a Milano. Un mazzo di fiori posto nella via il 6 luglio, data di nascita del giovane esponente di destra, è stato poi rovesciato e attaccato a un bidone dell’immondizia cui è stato affisso anche un foglio con una scritta ingiuriosa. “Condanno con fermezza il gesto violento che infanga la memoria di Sergio Ramelli – dice il sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli -. Gli anni di piombo hanno lasciato una lunga scia di sangue nel nostro Paese e mai come oggi, tra populismi crescenti in tutto il mondo e la lunga coda della crisi economica, dobbiamo stare attenti ad evitare che ritorni quel periodo, e che una società divisa torni a ragionare con le armi”. (ANSA).

Condividi: