Migrante ucciso: compagna sviene durante i funerali

(ANSA) – FERMO, 10 LUG – Chinyere, la compagna di Emmanuel, il migrante ucciso a Fermo è svenuta durante la cerimonia funebre. La donna si è sentita male proprio mentre in Chiesa ci si scambiava il segno della pace. E’ stata dunque soccorsa e trasportata fuori dal Duomo. “Siamo noi i disperati”, ha detto nell’omelia l’arcivescovo di Fermo, monsignor Luigi Conti. “Bisogna alimentare la speranza di chi tra mille peripezie arriva tra noi. E mi dà fastidio quando sento i media definirli ‘disperati’, ma dove? Ma quando? Loro disperati? Semmai noi lo siamo, con la nostra vita spesso inutile e insensata”. “Se loro sono qui – ha aggiunto – è perché davvero” i migranti “nutrono la speranza e noi rischiamo di ucciderla questa speranza, ma invece è la divisione che uccide”.

Condividi: