Migrante ucciso: Mancini, ‘l’ho steso, l’ho preso bene’

(ANSA) – FERMO, 11 LUG – “L’ho pijato bene (l’ho preso bene), l’ho steso per terra”. Queste le parole pronunciate da Amedeo Mancini, dopo il pugno fatale che ha fatto finire a terra Emmanuel Chidi Nnamdi, morto dopo un giorno di coma per emorragia intercranica, secondo quando emerge dall’ordinanza del gip Marcello Caporale, che ha disposto che Mancini resti in carcere perché potrebbe “molestare o aggredire altri extracomunitari”. Secondo il racconto di una testimone, dopo che Emmanuel gli aveva lanciato contro un paletto della segnaletica stradale, l’ultrà di destra gli avrebbe fatto la mossa della scimmia “a mo’ di sberleffo”.

Condividi: